/, CULTURA&FORMAZIONE, Storia & Musei/La tipografia desta ancora interesse

La tipografia desta ancora interesse

L’estate bagnata ha dato maggior risalto all’iniziativa tipografica “la stampa in diretta” promossa dal Museo della Stampa di Lodi in Versilia

Tipografia in versilia_1 È stato un vero e grande successo l’iniziativa che Luigi Lanfossi del Museo della Stampa e Stampa d’Arte di Lodi ha condotto in Versilia e a Pietrasanta.
Alla presenza di un pubblico curioso e interessato per alcuni giorni sono state eseguite dimostrazioni di stampa tipografica utilizzando vecchi caratteri mobili e una macchina tipografica platina Boston costruita nei primi anni del Novecento dalla storica fabbrica Saroglia di Torino.

In collaborazione con Il centrale antiquariato e la Libreria NINA  in via Mazzini 54, nel pieno centro di Pietrasanta, per due giorni sono stati stampati, con caratteri mobili in piombo e in legno, segnalibri personalizzati con il nome di ciascun visitatore che ne faceva richiesta.
La stessa iniziativa con analoghe dimostrazioni è stata poi ripetuta alla Versiliana di Marina di Pietrasanta, nello spazio della libreria all’interno della prestigiosa villa, riscontrando anche qui un successo forse insperato.   tipografia_in_Versiliana_09
Attenzione anche rivolta ai piccoli visitatori nel cui spazio dedicato sono stati impressi in rilievo, senza inchiostro, cartoncini con l’iniziale e i segnalibri con il nome del bambino.
La stampa veniva evidenziata dal bambino stesso che si divertiva a colorarli utilizzando con fantasia pastelli a cera.
Un particolare ringraziamento per questa iniziativa va al gruppo Cordenons per la fornitura della carta e a Huber Group per gli inchiostri.

tipografia in versiliana A ulteriore riprova che in tempi di digitale e virtuale la tipografica storica suscita interesse, meraviglia e attenzione un piccolo episodio a Genova: al Porto Antico sono esposte – purtroppo in maniera poco visibile e senza alcuna indicazione – due vecchie Linotype.
Una Intertype è anche esposta nella sala d’ingresso di Armus, Archivio Museo della Stampa, purtroppo da tempo impraticabile. Qui, vedendo una famiglia perplessa a una di queste macchine, passando di lì quasi per caso, Marco Picasso ha illustrato le meraviglie di questo “antenato del computer di fine ‘800”.
La soddisfazione è stata grande ne vedere l’interesse e genuino e meravigliato nel conoscere, sia pur con molta approssimazione, il funzionamento della mitica invenzione di Ottmar Mergenthaler.

2014-09-01T15:56:21+00:00settembre 1st, 2014|Amici di Piombo, CULTURA&FORMAZIONE, Storia & Musei|1 Comment

One Comment

  1. Maurizio Rivetti 1 settembre 2014 at 13:47 - Reply

    Bella e interessante iniziativa. COMPLIMENTI . Se Vi puo’ interessare mi do disponibile per dimostrazione di Grafica d’Arte e stampa Serigrafica. Sono titolare dei un azienda Artigiana che ho fondato 33 anni fa nel 1981. Mi occupo principalmente di Grafica d’Arte a tiratura limitata e ho eseguito lavori ( sia per me stesso ) sia per Grandi Maestri come Francesco Tabusso, Johon Picking, Giorgio Ramella, Concetto Pozzati, Eugenio Carmi, Isidoro Cottino, Francesco Casorati, Ernesto Oldemburg e molti altri.
    allego i link dei miei siti:
    http://www.seri-grafica.it
    http://www.luna-art-collection.com
    http://www.mauriziorivetti.com
    Rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento e con l’occasione porgo i miei piu’ cordiali Saluti
    ………………………………………… maurizio rivetti

Leave A Comment