Incisori di vette

Ex libris delle montagne. Incisori di vette in mostra a Torino, Museo Nazionale della Montagna 01 Luglio – 27 novembre 2016.

Si è inaugurata giovedì 30 giugno la mostra “Ex Libris delle Montagne” con la presentazione dell’ottavo volume, edito da Priuli e Verlucca, della collana dedicata alle raccolte di documentazione del Museo Nazionale della Montagna a cura di Aldo Audisio e Laura Gallo con i contributi di Leonardo Bizzaro, Gastone Mingardi e Gian Carlo Torre.

Gastone Mingardi: Remo Wolf (I)- 1991, xilografia su legno di filo, 133 x 88

Gastone Mingardi: Remo Wolf (I) – 1991, xilografia su legno di filo, 133 x 88

Questa collezione di ex libris vede il fondo del museo integrato dalla raccolta appartenuta a Gastone Mingardi, una delle più recenti acquisizioni che hanno arricchito il patrimonio del Centro di Documentazione del Museo Montagna.
Si ammireranno i 25 ex libri selezionati nell’ambito del concorso internazionale “Un ex libris per il Museo Nazionale della Montagna” indetto dal Museo nel 2015 con la partecipazione di oltre 300 artisti da 25 nazioni, con opere differenti per tecnica, linguaggio, stile e soggetti.
Gli spazi e il mirabile allestimento, le singole opere esposte sono incorniciate in passe partout, attirano l’attenzione del visitatore sia specialista che casuale.

Sabattini: Bruno Marsili da Osimo (I)-1938, xilografia su legno di testa, mm 157 x 100

Sabattini: Bruno Marsili da Osimo (I)-1938, xilografia su legno di testa,
mm 157 x 100

Contribuisce ad attirare l’attenzione il percorso che mostra che il “mondo delle montagne” non è fatto solo di alpinisti ed esploratori, ma soprattutto di amanti e studiosi delle terre alte che sin dal Cinquecento hanno scelto un ex libris a tema montano per la loro biblioteca come ci indica l’ex libris eseguito nel 1593 per il tirolese Christophorus Zuppacher.
Superata la figurazione araldica con l’800 negli ex libris la montagna diviene un’immagine emblematica acquistando la sua completa autonomia.

Aniello Scotto (I)- 2015, acquaforte,acquatinta, mm 146 x 96

Aniello Scotto (I) – 2015, acquaforte, acquatinta,  mm 146 x 96

Abbiamo ex libris che oltre a mostrarci motivi geologici e minerari ci mostrano fiducia nel progresso come ci rivela in particolare l’ex libris di Alois Kolb sui trafori ferroviari.
Frequenti le salite verso la vetta, la conquista della sommità delle cime non disgiunte dalle rappresentazione di piccozze, corde, moschettoni.

Leuschner : Adolf Kunst (D) – 1916, acquaforte, acquatinta, mm 188 x 126

Leuschner : Adolf Kunst (D) – 1916, acquaforte, acquatinta, mm 188 x 126

Le catene montuose e singoli massicci sono frequentemente rappresentati come si evince in particolare per il Cervino sia nella visione dal versante italiano che svizzero, Matterhorn. Le opere ci presentano inoltre la vita e il lavoro quotidiano, non tralasciando la flora e la fauna; segnaliamo anche riferimenti alle attività sportive della neve e del ghiaccio.

Mariano Kravos (I) – 2015, acquaforte, acquatinta, mm 97 x 97

Mariano Kravos (I) – 2015, acquaforte, acquatinta, mm 97 x 97

Petz: Vojtěch Cinybulk (CZ) – s.d., litografia, mm 101 x 55

Petz: Vojtěch Cinybulk (CZ) – s.d., litografia, mm 101 x 55

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Lewknecht: Franz von Bayros (A) – 1916, eliografia, ø 79 mm

Lewknecht: Franz von Bayros (A) – 1916, eliografia, ø 79 mm

Non mancano riferimenti ai gusti delle epoche come si evince dalla (improbabile) giovane insieme a un pinguino su una lastra del pack.
Una mostra che invito vivamente caldamente a visitare.

Sloska: Pavel Hlavathy (CZ) – 2005, acquaforte, puntasecca, mm 104 x 82

Sloska: Pavel Hlavathy (CZ) – 2005, acquaforte, puntasecca, mm 104 x 82

Uscendo sulla terrazza panoramica esterna è possibile ammirare oltre 400 km di Alpi, dal Monviso a sinistra sino alle Alpi Orobiche a est, una visione incomparabile.
Immediatamente vicino, mi si permetta di citare, il Ristorante Monte dei Cappuccini (011 – 6600302) momento di ristoro e meta ambita da torinesi e turisti per la qualità della cucina e del servizio, potrebbe essere una degna conclusione della visita.

Nell’immagine sotto al titolo: Richard Mahn (D) – s.d. , cliché, mm 62 x 199.

Museo della Montagna, Piazzale Monte dei Cappuccini, 7 – Torino. Dal martedì alla domenica, dalle 10.00 alle 18.00. Chiuso il lunedì.011-6604104 www.museomontagna.org .

                                              Gian Carlo Torre

2016-08-19T12:18:31+00:00agosto 19th, 2016|CULTURA&FORMAZIONE, Ex libris|0 Comments

Leave A Comment