OpenartAward alla sesta edizione

Scritto da il 11 giugno 2017 in FORMAZIONE, GRAFICA&CULTURA - Nessun commento

È in fase di organizzazione la VI edizione di OpenartAward – premio alla pubblicità promosso e ideato dalla Openart di Napoli: dal 1999 punto di riferimento e di eccellenza della formazione professionale della grafica e della comunicazione visiva.

Grazie al successo delle prime 5 edizioni, OpenartAward è uno tra i premi più ambiti nella categoria della pubblicità in quanto unico premio del settore “Istituzionalmente Riconosciuto” grazie ai patrocini di numerosi enti istituzionali (Medaglia del Presidente della Repubblica, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dello Sviluppo Economico, Regione Campania, Comune di Napoli, Commissione Europea,) e di organizzazioni del settore (UNICOM e ASSOCOM ) ed è aperto a tutte le aziende che si occupano di comunicazione del territorio della Comunità Europea.

Finalità e caratteristiche

OpenartAward riveste alto livello di prestigio avendo già riscosso nelle passate edizioni grande successo di partecipazione, di pubblico e di visibilità con  grande risalto per le aziende che si occupano di comunicazione con la conseguenza, in ogni caso, di creare un ulteriore canale di visibilità alle comunicazioni pubblicitarie che le agenzie iscriveranno al concorso.
OpenartAward ha una rilevanza “didattico/formativa”: la giuria del concorso è costituita per intero da studenti dei corsi di grafica e comunicazione pubblicitaria dell’IIstituto, ed è l’unico premio del settore ad avere questa specificità questa caratteristica, ponte concreto tra il mondo della formazione e il mondo del lavoro dando così la possibilità agli allievi di toccare con mano il lavoro dei professionisti e nel contempo consente a quest’ultimi di testare la propria creatività comunicativa su un campione molto particolare ed attento alle evoluzioni delle tendenze della grafica, quale è, appunto, quello degli allievi dei corsi di grafica e comunicazione visiva.
È un premio assolutamente indipendente da qualsiasi organismo di settore, non ha scopi di lucro, ma ha uno scopo meramente didattico. Non accede (e non vuole accedere, per mantenere massima trasparenza e indipendenza) ad alcuna sovvenzione pubblica o privata e le sponsorizzazioni tendono a coprire solo le spese organizzative ed è l’unico evento dedicato alla pubblicità del Centro-Sud Italia aperto a tutte le aziende di comunicazione e marketing europee..
La partecipazione al Concorso è assolutamente gratuita,

Studenti della giuria dell’edizione 2016

Openartaward prevede una serie di iniziative collaterali tese a creare una sempre maggior esposizione delle agenzie, migliorare il contatto tra gli studenti e le aziende, tentare di far nascere un associativismo spontaneo che potrebbe favorire sinergie tra le agenzie di comunicazione e quindi ampliare il mercato dell’intero comparto.

Calendario

Le aziende possono iscriversi e presentare i propri elaborati entro luglio 2017, dopodiché la giuria procederà alle votazioni i cui risultati saranno comunicati durante la premiazione che avverrà a ottobre 2017 presso una struttura di prestigio nella città di Napoli. Tutti i lavori partecipanti al concorso verranno esposti nelle sale della stessa struttura. Verranno esposti anche una selezione di artwork di ex studenti Openart che si sono inseriti nel mondo professionale della comunicazione pubblicitaria.
Le prime 5 edizioni del premio, si sono svolte ininterrottamente dal 2012 al 2016 e hanno avuto ampia eco sia in termini di partecipazione, che in termini di qualità professionale, e sempre un trend in crescita in ogni indice di valutazione.
Questa una sintesi numerica delle passate edizioni:
1° edizione di OpenartAward: 90 lavori in concorso e 16 aziende in gara
2° edizione: 150 lavori in concorso, 30 aziende in gara provenienti da tutta Italia
3° edizione: 300 lavori in concorso e 50 aziende in gara
4° edizione: 507 lavori in concorso, 62  aziende in gara
brand coinvolti: circa 335
5° edizione: 625 lavori in concorso 3 91 agenzie in gara.
Maggiori dettagli e bando qui: OpenartAward 2017.

Esposizione dei lavori dell’edizione 2016

Questo è l’elenco dei partecipanti all’ultima edizione di OpenartAward:  Addivenire (Catania) – Agrelli&Basta (Napoli) – Alta (Firenze) – Altraforma (Modena) – Anomalia (Milano) – Arakne (Napoli) – Avenire (Napoli) – Barbara Zorzi Communication&Marketing (Padova) – Boma (Ragusa) – Brain Storm (Napoli) – Brunazzi&associati (Torino) – Creative (UK) – Codek (Spain) – Contatto (Crotone) – Copiaincolla (Mantova) – Curve Creative Studio (Torino) – Dance&design (UK) – Dolcestilnuovo (Modena) – Dusty Lab (Caserta) – Duva&duva (Napoli) – Easy Com (Catania) – Elle17 (Cosenza) – Emagraphic (Caserta) – Estro (Napoli) – Marazzi Full Communication (Milano) – Energia pura (Perugia) – Essedicom (Firenze) – Futura adv (Isernia) – Gamebrand (France) – Glisbo (Cagliari) – Glum (Siena) – Greenwich (Milano) – Guariglia Adv (Napoli) – Guerraepartners (Bari) – Holbein & partners (Treviso) – IdeaGra ca (Lecce) – Incipit (Trieste) – Inkout (Genova) – Insight (Salerno) – Involucra (Torino) – Kayak advertising (Milano) – Koolbrand (Spain) – Kubik (Pescara) – Le Immagini (Ferrara) – Lineout (Roma) – Lindbergh (Lucca) – London (UK) – LS (Monza) – Luis.it (Bologna) – Mc Brains (Siena) – Mediasoul (Napoli) – Milk (Vicenza) – Mmad (Lucca) – Mutart (Napoli) – NetCongress (Napoli) – Netmind (Napoli) – New Deal (Verona) – Ohnestudio (Napoli) – OGI (Napoli) – Olistic (Taranto) – OWL (Treviso) – Pixar Design (UK) – Project Noir (Malta) – Promos (Rimini) – Publifarm (Bergamo) – Publione (Forlì) – Publitrust (Monza) – QRnet (Napoli) – Quom3 (Sassari) – Ragucci adv (Napoli) – Raineri Design (Brescia) – Reattiva (Catania) – Red sh (Sassari) – Reverse innovation (Milano) – Riganera (Cagliari) – Rollstudio (Avellino) – S&PH (Napoli) – SED+ (Oristano) – Sema (Napoli) – SGS (Napoli) – Spazio Vision (Ragusa) – Studio 3pl (Salerno) – Studio Idea (Roma) – Supernova (Spain) – TamTam (Catania) – Thinko (Lecce) – Tiky Adv (Milano) – Toni Traglia (Bergamo) – Tuttuu (Napoli) – Twenty (Spain) – Vart (Milano) – We export (Napoli) – XDstudio (Avellino).

Lascia un commento