Opere di carta a Schio

Scritto da il 3 dicembre 2017 in GRAFICA&CULTURA - Nessun commento

Sabato 9 dicembre alle 16.30 si svolge la cerimonia di intitolazione di una sala di Palazzo Fogazzaro all’artista estone Raul Meel, a seguire si terrà la vernice della 3^ edizione della biennale Di carta / Papermade.

Già ospite d’onore nella passata 2^ edizione della biennale Di carta/Papermade del 2015, Raul Meel aveva ricevuto dal Comune di Schio la Medaglia d’oro della Città, quale riconoscimento della sua straordinaria carriera artistica che lo ha portato, fra l’altro, a essere membro dell’Associazione Internazionale dei vincitori delle Biennali di Incisione. Contestualmente era già emersa la volontà di intitolargli una sala del palazzo stesso.
Personalità eclettica, ha una formazione di ingegnere elettronico e in seguito è divenuto artista indipendente. Pittore e grafico, scultore, installatore e performer con il fuoco, è anche poeta visivo e sonoro, apicoltore.
Conosciuto al di là della cortina di ferro, è stato persona non gradita durante l’era sovietica. Durante il periodo d’oro della grafica, è stato l’unico artista estone membro del Club internazionale dei vincitori del premio delle Biennali internazionali di stampa, n. 81 del 1972.
L’elenco dei suoi riconoscimenti è lungo: Raul Meel si trova nella lista dei migliori artisti all’Angel Museum, negli Stati Uniti.
L’artista, favorevolmente colpito dall’accoglienza che Schio gli aveva riservato, decise di donare alla Collezione Civica le opere che aveva concesso per la mostra, promettendo di inviarne altre in futuro. Nel 2016 Raul Meel annunciò di avere pronti altri 122 preziosi libri d’artista, in 52 lingue, da donare alla Città. Si tratta di un patrimonio consistente che accresce in quantità e qualità la collezione di libri d’artista scledense (che passa da 40 a 162), rendendola rilevante a livello nazionale e internazionale. Il patrimonio sarà esposto a rotazione.

Alessandra Angelini –
Mammina, Particolare installazione 2017

Tra gli artisti presenti Alessandra Angelini da tempo nota ai nostri lettori, con un’opera basata sul colore e sulla delicatezza della carta, dedicata dall’artista alla mamma, affettuosamente chiamata Mammina, e all’amore per il colore e la bellezza che essa ha trasmesso alla figlia nel corso della sua esistenza. L’installazione è una tempera acquerellata, xilografia su legno di filo, foglia oro e rame su carta vegetale g 160, stampata dall’artista.
«Il colore ha attraversato la sua vita – racconta Alessandra Angelini descrivendo quest’opera. –  Lei mi ha insegnato a trovare nei fiori i colori dell’alba e nell’alba la trasparenza di chi si affaccia alla vita. Lei mi ha insegnato ad amare il tramonto e la luce del giorno. A trovare in ogni grano di natura una parte di bellezza

Di Carta Papermade .3 Biennale Internazionale Di Opere Di Carta.
Essere a casa / This is my place progetto e cura di Valeria Bertesina.
Inaugurata sabato 9 dicembre l’esposizione sarà aperta fino al 25 marzo 2018 al Palazzo Fogazzaro di Schio (VI).
Le due esposizioni saranno aperte fino al 25 marzo 2018
Orari : sabato e domenica 10-12,30/15,30-19.

 

Lascia un commento