Franco Pastorello, uno di noi

Con grande dolore riceviamo la triste notizia che l”amico di piombo” Franco Pastorello ci ha lasciato per sempre la mattina del 13 maggio.

Crediamo che con Franco Pastorello abbiamo perduto l’ultimo grande tecnico della linotype: Franco era in grado di smontarla fino all’ultimo componente, ripulire, sistemare e all’occorrenza riparare i pezzi, e poi rimontarla.

Sono numerosi i Musei della Stampa in Italia, ma anche le aziende, che ancora mettono in mostra le Linotype quale continuità tra l’arte della stampa di oggi con quella di ieri, che si sono affidati alle magiche mani di Franco per rimettere a nuovo le mitiche macchine di composizione in piombo.

Oltre alla perdita di un valido e competente professionista appassionato del suo lavoro, ricordiamo Franco quale persona di  una grande generosità e onestà, col suo sorriso disarmante davanti a qualsiasi difficoltà tecnica.  L’Associazione Italiana dei Musei della Stampa e della Carta lo aveva nominato socio onorario, una qualifica che negli anni è stata ricoperta solo da tre persone
«Oltre a un grande amico – ci scrive Luigi Lanfossi, vice presidemte del Museo della Stampa di Lodi – perdo un compagno di avventura, con lui abbiamo girato per mercatini e fiere facendo dimostrazioni di stampa tipografica
L’Amico di Piombo Rino Crespi ci scrive: “ho appreso dai circuiti museali dell’improvvisa scomparsa dell’amico carissimo Franco Pastorello.  A Lui mi lega da anni una profonda amicizia e stima. Per me oltre che un grande amico, era un fratello. Con Lui ho condiviso dei bellissimi momenti di stampa.  Un esempio: la stampa dei cartoncini medioevali nel castello visconteo di Trezzo sull’Adda.  Poco tempo fa ci eravamo sentiti telefonicamente e dal suo letto d’ospedale ci eravamo scambiati gli auguri per i nostri acciacchi con la promessa di ritrovarci presto.  Purtroppo il destino ha reso vano le nostre aspettative.  Ciao, Franco ………. e da lassù guarda a noi poveri mortali”.  Rino Crespi – Trezzo sull’Adda.

Per tutti noi amici della tipografia la domenica 13 maggio resterà nel ricordo una giornata molto triste.
Invitiamo tutti i tipografi che ne avranno la possibilità di onorare la sua memoria con la propria presenza ai funerali che si svolgeranno martedì 15 alle ore 14.00 presso la chiesa di Calderara di Paderno Dugnano (MI).
Grazie Franco!

2 Commenti on "Franco Pastorello, uno di noi"

  1. Santini Gianpiero 14 maggio 2018 alle 16:02 · Rispondi

    Sono sconvolto, la tua amicizia e professionalità erano per me una garanzia per poter continuare a lavorare con tranquillità perché sapevo con all’occorrenza c’eri tu.
    Riposa in pace.

  2. Paolo Mauri 14 maggio 2018 alle 16:06 · Rispondi

    Ciao Franco!
    Porterò con me un dolce ricordo della squisita persona che sei stata nella tua pausa terrena!
    Buon viaggio e riposa in pace
    Paolo

Lascia un commento