Le pergamene di San Prospero

Scritto da il 17 settembre 2009 in GRAFICA&CULTURA, Storia & Musei - Nessun commento

Una mostra di pergamene e libri antichi organizzata presso il monastero Benedettino Olivetano di S. Prospero a Camogli.

Si tratta di alcuni esemplari conservati presso la biblioteca del monastero fondato dall’abate Giovanni Schiaffino nel XIX secolo sulle alture della città ligure lungo la antica via romana, ed esposto in occasione dei festeggiamenti per il 60° di vita religiosa di dom Giorgio Picasso, rettore emerito dell’Università Cattolica di Milano, e del 25° di dom Anthony Smithwich, monaco presso lo stesso monastero. Nel corso delle celebrazioni dom Giorgio Picasso ha tenuto una prolusione sulla figura del fondatore, Giovanni Schiaffino, esperto paleografo e studioso di testi antichi.

Tra le pergamene esposte, soprattutto atti notarili provenienti dalla Toscana, regione in cui fu fondato l’ordine del Monte Oliveto, da cui trae il nome la confraternita, e da Genova, di varia datazione a partire dal 1295 al XV e XVI secolo e oltre.
Tra i libri figura un manoscritto del XVIII secolo con xilografie ritagliate e incollate sulle pagine a illustrazione del testo.
Spicca in una vetrina una Bibbia in cinese stampata a Shangai nel 1859 sotto la dinastia Qing. Come spiega la didascalia, la Bibbia fu tradotta in cinese dall’ebraico nel 781 d.C. dai cristiani nestoriani che si erano insediati nella provincia di Changan dal 635 d.C.
Tra le curiosità esposte, alcuni fogli di un ricettario manoscritto del monastero, con medicamenti, elisir e pozioni che i monaci preparavano nel XIX e XX secolo.
I regesti con la trascrizione delle pergamene sono stati curati e redatti della dottoressa Barbara Bernabò dell’Accademia di Storia Locale di Chiavari.

Lascia un commento