Medaglia d’Oro alla Memoria ad Andrea Schiavi

Scritto da il 22 gennaio 2012 in GRAFICA&CULTURA, Storia & Musei - Nessun commento

Nella tradizionale giornata dedicata alla “Riconoscenza”, la città di Lodi, giovedì 19 gennaio 2012, ha concesso la Medaglia d’Oro alla memoria ad Andrea Schiavi, ideatore del Museo della Stampa di Lodi.

Andrea Schiavi, ingegnere elettromeccanico, iniziò il suo contatto con il mondo della stampa progettando e installando impianti elettrici alla Mondadori; appassionatosi di stampa, divenne lui stesso tipografo ed editore e, al termine della carriera di imprenditore, fondò il Museo della Stampa e Stampa d’Arte a Lodi.
È stato tra i soci fondatori di AIMSC, l’Associazione Italiana Musei della Stampa e della Carta, da un’idea di Marco Picasso con Egiziano Piersantini. Del suo ricco Museo, in cui spicca la sala dedicati ai torchi tipografici a mano, andava fiero del torchio Columbian, unico esemplare in Italia da lui fortunosamente recuperato nel giardino di un baronetto inglese,

Un ricordo di Andrea Schiavi con il 'suo' torchio preferito: il Columbian

Purtroppo Andrea è mancato nel 2009: il suo Museo della Stampa che oggi mantiene la sua attività grazie all’impegno di numerosi volontari sotto la direzione di Osvaldo Folli.
Finalmente anche la Città di Lodi gli ha riconosciuto il grande merito che Andrea Schiavi ha avuto nella promozione della cultura per la sua città e per il territorio.

La signora Giuliana Schiavi riceve l'attestato di benemerenza della Città di Lodi assegnato in memoriam a Andrea Schiavi

 

 

Con una cerimonia avvenuta al Teatro alle Vigne di Lodi, alla presenza della Giunta comunale al completo, che ha deciso le onorificenze assegnate a varie personalità cittadine, è stata consegnata la Medaglia d’Oro alla vedova, signora Giuliana con questa la motivazione:
Già insignito in passato della benemerenza civica, in virtù dei notevoli meriti acquisiti come ispiratore e animatore di molte associazioni di carattere sportivo, culturale e sociale, nonché per la sua attività di tenace e intraprendente imprenditore economico, viene nuovamente indicato al plauso e alla riconoscenza della sua città per celebrare, a poco più di due anni dalla scomparsa, la straordinaria impresa realizzata con l’ideazione e l’allestimento del Museo della Stampa e Stampa d’Arte, fondato nel 2005, e ora dedicato alla sua memoria, quale testimonianza di un ineguagliabile dinamismo culturale. Il museo è oggi una splendida realtà che conferisce pregio alla città e rappresenta una delle più importanti raccolte a livello europeo di macchine e attrezzature che hanno fatto la storia del settore dell’editoria.
Nella stessa occasione, il “Fanfullino 2012”, il premio più prestigioso per Lodi, assegnato dalla Familia Ludesana, è stato consegnato ad Alessandro Carrera, scrittore, poeta e intellettuale dalle molteplici sfaccettature che insegna attualmente negli Stati Uniti.

Lascia un commento