Parole e immagini per Ennio Flaiano

Scritto da il 13 settembre 2010 in Ex libris, GRAFICA&CULTURA - Nessun commento

Il Museo Ex Libris Mediterraneo di Ortona in occasione del centenario della nascita di Ennio Flaiano ha organizzato un evento che prevede una mostra di 34 ex libris dedicati alle sue opere letterarie e al cinema che lo vide lavorare con importanti registi come soggettista e sceneggiatore.

All’inaugurazione è stata tenuta una conferenza dedicata a Ennio Flaiano con una proiezione delle opere esposte.Alla manifestazione partecipano trentuno fra i migliori incisori italiani che si dedicano all’ex libris e non vi è dubbio che questi artisti abbiano tratto una positiva ispirazione dall’opera dello scrittore pescarese, creando ex libris originali sia nelle forme grafiche che nell’efficace interpretazione del suo pensiero. L’esposizione che vuole ricordare Ennio Flaiano a cento anni dalla sua nascita ne è la prova.

La mostra proseguirà itinerante in collaborazione con istituzioni nazionali e in sedi prestigiose.

Dal catalogo

Un’ex libris pensato come omaggio a Ennio Flaiano, nel centenario della sua nascita, ha in sé un valore aggiunto: oltre a essere “il ritratto intellettuale del lettore che palesa il suo pensiero, i suoi gusti, le sue passioni e anche le verità e i valori nei quali si riconosce”, è anche l’interpretazione dell’opera di Flaiano proposta dall’incisore. Come un lettore legge e comprende ciò che vuole – o può comprendere – dell’opera di uno scrittore, così è per l’artista che coglie i sogni di quel libro, di quell’autore e li trasforma in altri sogni, in momenti grafici e poetici: i suoi segni e i suoi sogni nero su bianco. Anche loro scrittura, con un proprio alfabeto, con una propria sintassi, diversi però, questi segni e questi sogni d’artista, l’uno dall’altro. Non vi è dubbio che il grande scenografo abbia positivamente ispirato gli artisti coinvolti a tradurre in immagini le sue originali idee e non vi è dubbio che i titolari degli ex libris poco abbiano influito sulla genesi e sulla realizzazione dell’opera compiuta, ma tant’è alla fine anche gli artisti lo sanno, hanno creato un ex libris non solo ispirandosi all’opera di Flaiano ma per Flaiano stesso, contravvenendo forse al pensare comune dell’establishment, ma regalando a Flaiano un’interpretazione delle sue opere completamente disinteressata, per il solo piacere di ricambiare l’emozione provata leggendo un aforisma o vedendo un film. In fin dei conti Flaiano non è poi così lontano, se guardiamo sulle nuvole – quando ci sono – lo vedremo con i piedi ben piantati e lo sguardo sornione. (c. b.)

Artisti partecipanti: Ettore Antonini – Liliana Bastia – Nino Baudino – Cristiano Beccaletto – Luigi Casalino – Luigi Crovetto – Luca Daum – Furio de Denaro – Danila Denti – Fernando Eandi – Federica Fiorenzani – Carla Fusi – Vincenzo Gatti – Remo Giatti – Paola Ginepri – Umberto Giovannini – Mariano Kravos – Lanfranco Lanari – Gloria Mariti – Valerio Mezzettti – Ivo Mosele – Nicola Ottria – Vincenzo Piazza – Giancarlo Pozzi – Lanfranco Quadrio – Luciano Ragozzino – Paolo Rovegno – Roberto Tonelli – Giovanni Turrìa – Elisabetta Viarengo Miniotti – Alberto Zannoni.

Il catalogo della mostra che ha per titolo “Parole e immagini per ricordare Ennio Flaiano” è il numero zero di “EXLIBRISMED – Periodico semestrale del Museo Ex libris Mediterraneo di Ortona” edito da Progetti Farnesiani.

Ai primi 100 esemplari, riservati agli amici e ai sostenitori del Museo, è allegato l’originale di Furio de Denaro: Ex libris Museo Ex Libris Mediterraneo, Ennio Flaiano 1910-2010, xilografia su legno di testa X2, mm 90×72. Il tema dell’opera è ispirato all’aforisma: In Italia la linea più breve tra due punti è l’arabesco.

La Mostra è promossa dal Museo Ex libris Mediterraneo e Progetti Farnesiani, da un’idea di Gian Carlo Torre e con la collaborazione di Adriano Benzi e Gian Carlo Torre. Catalogo e mostra a cura di Cristiano Beccaletto. Installazione mostra: Adriana Invernizzi, Marco Giangrande. Progetto grafico di Bauhaus; Impaginazione di Franco Sergente; Comunicazione: Carlo Sanvitale, Claudio Orlandi, Marco Giangrande.

Si ringraziano: la Biblioteca comunale di Ortona, la Biblioteca comunale di Luino, Danila Denti, Furio de Denaro, Federica Fiorenzani, Vincenzo Gatti, tutti gli artisti.

Con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti e con il Patrocinio del Comune di Ortona, della Provincia di Chieti, della Regione Abruzzo; Fondazione Edoardo Tiboni – Premi Internazionali Ennio Flaiano; Biblioteca Civica Tartarotti di Rovereto; Grafica inSieme e inPressioni, AIMSC (Associazione Italiana Musei della Stampa e della Carta).

Lascia un commento