I Tallone e l’editoria italiana

Scritto da il 14 ottobre 2010 in Amici di Piombo, GRAFICA&CULTURA - Nessun commento

L’originalità stilistica della Casa editrice Tallone attraverso formati, impaginazioni, caratteri da stampa, carte e legature, è stata in mostra a Milano al palazzo Isimbardi, sede della provincia, dal 15 ottobre al 30 novembre 2010

Enrico Tallone con i 'suoi' caratteri

Enrico Tallone con i 'suoi' caratteri

La mostra è stata voluta della Provincia di Milano per celebrare i cinquant’anni dal rientro in Italia della Casa editrice Tallone, fondata da Alberto Tallone a Parigi negli Anni Trenta, e dall’inaugurazione della sede di Alpignano (TO), il 15 ottobre 1960 alla presenza del Presidente della Repubblica, grande bibliofilo, Luigi Einaudi (e Donna Ida).

I Tallone, famiglia che ha dato all’Italia e all’Europa grandi artisti nei campi della letteratura, della pittura, dell’arte e della musica (celebre il ‘mezzacoda’ inventato da Cesare Augusto Tallone che suonava come un ‘gran coda’) ha l’imprinting milanese, come ha sottolineato nella conferenza stampa di presentazione l’assessore alla Cultura e vice presidente della Provincia, N. Maerna.

La mostra “Tallone Editore – La forma del pensiero documenta i contributi stilistici dell’editore e stampatore Tallone al design del libro, attraverso i suoi tipici formati, i frontespizi (già di per sé opere d’arte tipografica), le impaginazioni, i caratteri da stampa appositamente disegnati e punzonati per Tallone, fino allle carte e alle legature rigorosamente a mano: un insieme progettuale diventato presto un segno distintivo, inconfondibile delle Edizioni Tallone, esplorato dall’esposizione, assieme alla storia del fondatore Alberto, iniziata a Milano, poi a Parigi presso la Tipografia Darantière, che vantava 150 anni di storia, e di nuovo in Italia, continuata dagli eredi fino ai giorni nostri.

Promossa da Provincia di Milano/Assessorato alla Cultura in collaborazione con Alberto Tallone Editore e Fondazione Radici nel Futuro, e curata da Dario Vermi, la mostra si articola in due sezioni: la prima, “Il design del libro. Ottant’anni di ricerca tipografica” è ospitata nelle sale di Palazzo Isimbardi, la seconda, “Tipografia: design del design – Storia ed estetica dei caratteri dagli esordi al modernismo attraverso gli strumenti e i tipi originali“, nella attigua Biblioteca di Palazzo Isimbardi.
La mostra rientra nel progetto : “Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura” promosso da Ministero per i beni e le Attività Culturali, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, Unione delle Province d’Italia Associazione Nazionale Comuni Italiani e Centro per il Libro e la Lettura.

Lascia un commento