Aspettando Labelexpo

Scritto da il 31 agosto 2017 in AMBIENTE, EDITORIALI, MERCATI & AZIENDE, TECNICHE - Nessun commento

Manca una settimana al Labelexpo Europe 2017 la principale esposizione dedicata a etichette e packaging. In questa anteprima, costantemente aggiornata fino all’inizio della fiera il 25 settembre, alcune anticipazioni.

Labelexpo Europe 2017 a Bruxelles si svolge dal 25 al 28 settembre: 4 giorni | 9 padiglioni | 600 espositori. Automation arena, linerless trail, Label Academy Master Classes, workshop su inchiostri, vernici e finiture. Questi in sintesi i punti fermi. E tanti produttori italiani, pronti a esporre le novità tecnologiche per la di stampa di etichette e imballaggi.
Dopo avere disposto le aziende in ordine alfabetico, in questa ultima settimana disponiamo le anteprime in ordine di padiglione per una comoda guida per i visitatori.

HALL 3

Bobst

Bobst (stand 3-A60), all’ultim’ora annuncia la presentazione della M8, una macchina altamente automatizzata ad alta velocità per la stampa e la trasformazione di imballaggio flessibile. La nuova BOBST M8 è una macchina per la stampa e la trasformazione in linea multiprocesso e multibobina. Per la prima volta i vantaggi della tecnologia esclusiva BOBST Digital Flexo sono proposti agli utilizzatori su una macchina con larghezza di stampa fino a 1070 mm e velocità fino a 400 m/min. Le caratteristiche della tecnologia BOBST Digital Flexo comprendono l’automazione digitale delle operazioni di funzionamento della macchina, con controllo in closed loop mediante telecamera che consentono di effettuare automaticamente il pre-registro e la regolazione delle pressioni e del registro di stampa, con confronto qualità di stampa/PDF a tutte le velocità.  Bobsta presenta inoltre tre macchine da stampa a fascia stretta e media: la M5X, la M1 e la M6 che, nelle configurazioni più recenti ed equipaggiate con funzionalità potenziate, stamperanno e trasformeranno “live” produzioni di etichette e di imballaggio flessibile. Oltre alle tre flexo in linea, dotate di innovazioni incrementali mirate ad aumentare costantemente le prestazioni macchina, BOBST ha in serbo un’assoluta novità. “Riguarda l’imballaggio, ma per il momento non anticipiamo nulla” ha spiegato

Matteo Cardinotti, Amministratore delegato di Bobst Firenze, nonché responsabile della Linea di Prodotto Narrow & mid-web multi-process. Tutto sarà svelato durante un evento speciale che si svolgerà sullo stand BOBST la sera del 25 settembre, giorno di apertura della fiera.
I visitatori troveranno inoltre informazioni sulla vasta gamma di soluzioni che BOBST offre nei diversi settori dell’industria delle etichette, tra cui gli ultimi sviluppi in materia di stampa rotocalco, stampa flessografica a tamburo centrale e accoppiamento particolarmente indicati per soddisfare le esigenze di trasformatori che cercano l’efficienza nella stampa di corte tirature. A questi si aggiungono le macchine spalmatrici BOBST per siliconatura, spalmatura di adesivi, pre/post metallizzazione, e le soluzioni di metallizzazione in vuoto, come il nuovo metallizzatore K5 EXPERT e il processo AluBond che migliora l’adesività del metallo sul nastro.

Mouvent

Mouvent (stand 3-A60), la nuova compagnia fondata da Bobst e Radex focalizzata sulla stampa digitale, presenterà la sua prima macchina per etichette, una inkjet 7-colori UV inkjet in due versioni, LB701-UV e LB702-UV, a bobina in grado di stampare su qualsiasi supporto quali carta, etichette autoadesive, materiale flessibile nelle larghezze rispettivamente di 170 mm e 340 mm. La velocità di produzon può raggiungere i 100 m/min con una risoluzione nativa di 1200×1200 dpi e una risoluzione ottica di 2000 dpi. Sono in fase di sviluppo inchiostri e vernici a base acqua che saranno presentati a Labelexpo.

Mouvent è una joint venture tra Bobst e Radex, nata per sviluppare, ingegnerizzare, testare e industrializzare stampanti digitali usando una tecnologia sviluppata da Radex che usa un desing‘cluster’ quale base per tutti i ssitemi attuali e in via di sviluppo.  Martin van Waeyenberge, marketing manager Mouvent, ha spiegato che il sistema modulare e scalabile Mouvent Cluster rappresenta un approccio completamente nuovo che non richiede cambiamenti a differenti larghezze di stampa. La LB701-UV usa una configurazione a cluster singolo per ogni colore, mentre la LB702-UV usa due cluster integrati per ogni colore, portando la pruttività da 1.8 a 3.7 milion di metri quadri all’anno.

Pulse Roll

Pulse Roll Label Products (Stand 3-C60) presenta le più recenti innovazioni in fatto di inchiostri, vernici e rivestimenti per etichette.In particolare la nuova serie food packaging compliant (FPC) una gamma di prodotti per etichette e packaging alimentari non a contatto diretto per la stampa flexo UV. Il sistema di inchiostri PureTone FPC per film retraibili e alta adesione su una vasta gamma di supporti. Sarà anche presentato il sistema di marcatura per dati variabili con laser CO2 su etichette stampate con PureCode, sviluppato in collaborazione con DataLase azienda del gruppo SATO.

HALL 4

Kodak

Kodak (Stand 4-D65) presenta le proprie tecnologie di stampa per etichette e packaging supportate con il nuovo HUB Kodak Flexo e aprirà ufficialmente un nuovo centro tecnologico flexo, che dà molta importanza alle partnership con clienti, OEM, marchi e associazioni di categoria. Saranno quindi disponibili dimostrazioni del sistema Kodak Flexcel NX con la possibilità di frequentare corsi di formazione tecnica con prove di stampa con lastre Flexcel NX. Tra i punti di forza delle lastre digitali Flexcel NX è la tecnologia NX Advantage con ottimizzazione del trasferimento inchiostro.

Uteco

Uteco (Stand 4-A25 e 4-B37) dove propone le ultime innovazioni per il settore etichette (Onyx XS e NXS 300) e, assieme a Ebeam Technologies e INX Digital, presenta la nuova macchina da stampa digitale Gaia. Gaia è una stampante digitale a getto di inchiostro modulare, per la stampa su supporti flessibili. Può utilizzare inchiostri di diversi brand, incluse tecnologie di stampa EB. Grazie a INX Digital e ai suoi recenti sviluppi sugli inchiostri alimentari a bassa migrazione, Gaia affronta il mercato dell’imballaggio alimentare. Con la collaborazione con EB Technologies inoltre, Gaia integra l’innovativa lampada E-beam Compact nel suo processo digitale, permettendo la polimerizzazione completa degli inchiostri. A Labelexpo sarà presentato il modello entry level con velocità di stampa fino a 25 m/min, risoluzione fino a 720 x 360 dpi e la possibilità di personalizzare il processo di stampa, anche inserendo in linea elementi tradizionali flexo. Gaia sarà poi disponibile anche in una verisone deluxe con motore di stampa capace di 1200×1200 dpi, fino a 100 m/min. In entrambi i casi la macchina è modulare e disponibile in diverse larghezze di stampa.
In uno stand di rappresentanza con il Business Partner per il Benelux Advanced Machinery, Uteco è a disposizione per illustrare le due macchine di punta specifiche per il settore etichette e packaging: la flexo compatta Onyx XS, versione compatta della gamma Onyx, e la nuova rotocalco NXS 300 caratterizzata da un design modulare e ultra compatto per la categoria, adatta per le tirature molto corte, con velocità di stampa fino a 300 m/min.

HALL 5

Asahi Photoproducts

Asahi Photoproducts (stand 5-A34) esporrà le sue soluzioni di lastre fotopolimeriche con risciacquo ad acqua AWP dotate della Pinning Technology for Clean Transfer. Gli esperti Asahi saranno inoltre a disposizione per parlare con i visitatori della stampa con palette fissa di colori, che si avvale di un set di colori fisso con un massimo di sette inchiostri, in modo da eliminare praticamente la necessità degli inchiostri per tinte piatte. Una novità che porterà a Labelexpo è la soluzione AWP-DEW, che unisce la qualità delle lastre AWP DEF con una maggiore velocità di elaborazione. La Pinning Technology for Clean Transfer è una tecnologia che accomuna molte lastre di stampa flessografica Asahi, e consente un trasferimento pulito dell’inchiostro evitandone l’accumulo sulle superfici e sui bordi lastra. Questa tecnologia consente di applicare una pressione di stampa molto leggera. Utilizza una bassa tensione superficiale per la lastra, resa possibile da una chimica dei polimeri appositamente sviluppata da Asahi. L’inchiostro crea un globulo, con un ampio angolo di contatto e un elevato punto di contatto. Ne risulta un trasferimento dell’inchiostro più pulito e più omogeneo dalla lastra al supporto di stampa.

Avery Dennison

Avery Dennison (Stand 5-A31) lancia nuovi inchiostri e vernici a maggiore sostenibilità e che potranno per garantire un migliore impatto a scaffale, prestazioni più elevate, soluzioni intelligenti, nonché conformità e servizi caratterizzati da una trasparenza sempre crescente. Tali innovazioni prenderanno vita in una sezione interattiva al Labelexpo in uno stand dotato di cinque zone speciali interattive. Questi i nuovi prodotti esposti: frontale riciclato FSC è realizzato con una miscela unica di rifiuti di post consumo e moderni processi di produzione della carta. Sensorial Collection che offre ai designer un ampio set di strumenti per creare carte morbide, testurizzate o a motivi in grado di offrire una sensazione di prima qualità, vintage o artigianale. Adesivo hotmelt trasparente privo di effetto di ingiallimento, che offre una maggiore libertà di design nell’ambito dei generi alimentari refrigerati.

Cartes

Cartes srl (Stand 5-D29) presenta la serie Gemini 360: una soluzione rispondente alle nuove necessità degli etichettifici dotata di un’unità flexo disponibile in modalità rotativa e semi rotativa e del già celebre gruppo fustellatore semi rotativo.    La nuova versione dei Laser Cartes sarà ancora protagonista in questa esposizione (ricordiamo che Cartes è stata pioniera nella fustellatura di carte autoadesive) grazie alla quale si sono raggiunti obbiettivi ad oggi impensabili.    Un aspetto saliente di quest’ultima è il così detto ILC acronimo di Invisible Laser Cutting, che permette di fustellare etichette stampate su fondo scuro eliminando il temuto bordo bianco e che consente di poter fustellare sagome “impossibili”.    Oltre alla nuova serie macchine saranno esposti alcuni modelli dela Serie GT360: ideale per la stampa e l’embellishment di etichette adesive.

Flint Group

Il Gruppo Flint (stand 5-C25-28) presenta una gamma completa di innovazioni per etichette e imballaggi integrando i punti di forza di quattro delle sue divisioni: Flexographic Products, Narrow Web, Digital Solutions (Xeikon e ThermoFlexX).  L’offerta va quindi dalla prestampa e pre-produzione alla stampa digitale e decorazioni, alla trasformazione e consegna.

xpress Nyloflex

Della Flexographic Products una novità sarà il nyloflex Xpress Thermal Processing System, caratterizzato da una progettazione più intelligente di più facile utilizzo, soluzione che consente di ottenere una produzione di lastre di qualità. Alla base del sistema di sviluppo ci sono le lastre nyloflex Thermal Printing, che rispondono a una serie di esigenze applicative, inclusa la pellicola e l’innovativo nyloflex Developer Roll, progettato per essere altamente efficiente ed ecocompatibile. Integrando la migliore combinazione di progettazione dei dispositivi, sviluppo di lastre e tessuto tecnico, Flint Group offre un sistema che assicura costi ridotti, migliore qualità e sostenibilità migliorata. Sarà esposta anche l’innovativa soluzione rotec Eco Bridge, in attesa di brevetto, destinata all’uso con macchine flessografiche e dispositivi per il montaggio di lastre. Il rotec Eco Bridge è un adattatore con un anello in metallo traspirante in grado di creare un cuscinetto d’aria per consentire un montaggio rapido e semplice delle maniche. Questo ponte riduce fino del 90% il volume d’aria richiesto, con una riduzione fino del 30% del rumore e migliora sensibilmente la facilità e la rapidità di montaggio di tutte le maniche.
ThermoFlexX presenterà anche ThermoFlexX 48 con una dimensione delle lastre massima di 900 x 1200 mm, dotata di un FlexTray fisso che rende più semplici i processi automatici di carico e scarico delle lastre. La sua risoluzione standard di 2540 dpi la rende ideale per applicazioni di imballaggi flessibili e astucci pieghevoli.  La ThermoFlexX 30 verrà esposta con un tamburo ibrido che consente lo sviluppo sia di lastre flessografiche in poliestere sia di lastre tipografiche “con retro in acciaio”.
La divisione Flint Group Narrow Web presenterà la gamma completa di inchiostri di stampa a bassa migrazione per imballaggi alimentari adatti a tutte le principali tecnologie di stampa: flexo con lampade UV al mercurio o LED UV, flexo a base d’acqua e offset con UV e a fascio di elettroni. (EB). Verranno presentate le più recenti innovazioni aziendali in ambito di bassa migrazione, rivolgendo particolare attenzione alla premiata e innovativa tecnologia a bassa migrazione LED UV EkoCure.
Xeikon presenterà la sua tecnologia di recente introduzione Panther, una piattaforma inkjet UV che integra la tecnologia a toner secco di Xeikon, assieme alla Xeikon PX3000, la prima macchina da stampa inkjet UV dotata di tale tecnologia. Questa nuova macchina da stampa è stata sviluppata in risposta all’esigenza di nuove tecnologie nella stampa di etichette digitali. Il principale impiego applicativo per la Xeikon PX3000, che stampa con una risoluzione di 600 dpi, è rappresentato da etichette per prodotti di salute e bellezza e industriali, e il toner secco viene adottato come tecnologia di riferimento per le applicazioni in cui la sicurezza alimentare costituisce un requisito. I prodotti stampati sono resistenti a sfregamenti e graffi e sono in grado di sopportare i danni provocati dall’acqua o da agenti chimici senza richiedere plastificazione. Inoltre, il nuovo programma aXelerate aiuterà i trasformatori a comprendere come vendere il digitale per incrementare rapidamente i volumi, che si tratti di stampa con toner o inkjet.

Gallus

Gallus (Stand 5-B28 e 5-C31) espone Gallus Labelmaster la macchina a banda stretta più veloce mai costruita dall’azienda di San Gallo, che sarà dotata dei moduli Plus e Advanced per configurarla secondo il modello specifico di lavoro del cliente.
Espone inoltre Gallus Labelfiure 340 la macchina per la stampa digitale di etichette con processi di finitura in linea in grado quindi di produrre in un solo passaggio etichette finite. Nel campo della stampa serigrafica Gallus Screeny dimostrerà la stampa serigrafica rotativa ad alta velocità, in modo da parmettere di combinare la stampa flexo e serigrafica senza rallentamenti in produzione.

IST METZ

IST Metz (Stand 5-D21) è presente con la sua tecnologia LED UV accanto alle tradizionali lampade UV con l’ormai affermato sistema IST di passaggio da un sistema all’altro secondo le necessità dello stampatore: unità LAMPcure scambiata con LED cure in un sistema progettato in forma di cassetta.
Il passaggio da un sistema all’altro non richiede utensili ma avviene in automatico sulla macchina da stampa.
Presso lo stand Codimag (11-C10) sarà invece dimostrata la tecnologia MBS LEDcure di ultima generazione su una offset waterless VIVA 340 Aniflo.

Pantec

Pantec (Stand 5-A36) presenta Rhino II nuovo sistema di goffratura e a letto piano in linea o fuori linea particolarmente adatto alla stampa e valorizzazione di etichette per vino. Per la decorazione di etichette con foil presenta Swift che offre un nuovo livello di rendimento in linea con macchina ad alta velocità.

SAPPI

Sappi (Stand 5-E05) espone alcuni prodotti innovativi nel campo delle carte siliconate e per etichette.
In particolare la nuova carta CCK (Clay Coated Kraft) della serie Sappi Sol DNC con una superficie con finitura satin, e due nuove carte per etichette presentate come Sappi Parade Face Stock C1S e Sappi Parade Face Stock Vellum.

HALL 6

ABGraphic

ABGraphic (Stand 6-A37) lancia la più veloce unità di stampa serigrafica in piano e interessanti unità di finissaggio.  Il nuovo modulo funziona con tecnologia rotativa pur utilizzando un telaio serigrafico piano. Anche la qualità di asciugatura UV risulta migliore e uniforme grazie al movimento rotativo. Le dimensioni del modulo sono state ridotte del 20%,  ma l’area di stampa risulta ingrandita a 410 mm ed è complementare all’unità di stampa a caldo   Big Foot 50. In caso di materiali delicati è possibile aggiungere un rullo di raffreddamento. Il modulo è dotato di un sistema motorizzato per la regolazione laterale e l’inclinazione del telaio. Racla e spatola funzionano con movimento servomotorizzato, semplificando la regolazione dell’inchiostro. Presenti allo stand anche lla gamma di sistemi di ispezione fleye Vision che crea una mappatura dei difetti di stampa che sono poi corretti nel processo finale in modo da eliminare le etichette non conformi. Sarà anche esposta un’unità Dogocopn Serie 3 speciale con ispezione al 100% per i convertitori che utilizzano la finitura digitale GEM System.

OMET

XFlex di Omet con metallizzazione nanografica

OMET (stand 6-C49-C53), in linea con le innovazioni presentate in tutte le edizioni di Labelexpo, anche quest’anno presenterà alcune interessanti novità. A Labelexpo 2001 fu presentata la Varyflex la prima macchina con tecnologia flexo senza ingranaggi sul mercato della stampa a nastro stretto e medio. Questa tecnologia, divenuta negli anni successivi una sorta di standard per tutti i costruttori di macchine, permetteva di avere un registro di stampa perfetto, riduzione degli scarti e il primo controllo elettronico. Fu una sorta di rivoluzione abbinata alla tecnologia flexo a maniche vista in fiera per la prima volta proprio in quell’occasione sulla stessa Varyflex. Una nuova “rivoluzione” fu proposta nel 2007 con la XFlex, la prima macchina dotata di passaggio carta breve grazie all’integrazione del tamburo raffreddato con il contrasto di stampa e conseguente scarto minimo mai avuto su una macchina da stampa a nastro stretto.
Nel 2009 fu la volta del primo gruppo di fustellatura rotativa variabile (MonoTwin Cut), la prima macchina da stampa ibrida flexo-digitale inkjet (X-Jet). Nel 2013 la prima macchina da stampa combinata flexo-offset con cambio maniche automatico (XFlex X6 Offset) e nel 2015 la prima flexo con puntatore laser per il preregistro e sistema iVision per la correzione istantanea del registro (iFlex).
Per questa edizione OMET porterà il suo contributo innovativo con 3 macchine in dimostrazione: un assaggio della completezza della gamma offerta, che comprende macchine da stampa per ogni esigenza, dalla semplice stampa flexo di etichette a materiali più complessi, da stampe combinate a soluzioni speciali, totalmente customizzate, con progettazione ad hoc per qualsiasi tipo di supporto.

WINK

Wink (Stand 6-C32) presenta oltre al modello di base ottimizzato, iI prototipo del nuovo SmartGap Touch per una regolazione del gap più accurata per ottenere una fustellatura perfetta su ogni materiale, anche sui liner molto sottili, massimo controllo e variabilità, ma stabile quanto un contro cilindro standard. Saranno inoltre presentati i lamierini SuperCut Special e finissaggi per applicazioni sempre più performanti; la nuova PerfoPlus per ottenere perforazioni con minime tolleranze ed estremamente precise; lamierini SuperCut XXL per le etichette inmould e altre applicazioni di grandi dimensioni. Infine, la gamma completa di cilindri magnetici, stampa, contro cilindri e cilindri fustella; soluzioni speciali AirTec, FlexAir e PinEject con nuovo imbuto di aspirazione; manometri ForceControl in tre nuove versioni.

HALL 7

GSE

GSE Ink manager integra una app per dispositivi mobili

GSE (stand 7-D59) presenta software di gestione degli inchiostri, dispositivi di erogazione e soluzioni di proofing che permettono agli stampatori di etichette e packaging di ridurre i costi in ogni fase del flusso di lavoro e di ottenere colori ripetibili on-demand. Il punto forte sarà la presentazione di GSE Ink manager, una soluzione completa di gestione degli inchiostri che elimina tutti gli aspetti che ne comportano lo spreco. La nuova soluzione ottimizza il consumo mediante riciclaggio dell’inchiostro di recupero, nonché una connettività migliorata, mobilità e funzionalità di reporting. GSE Ink manager è supportato da app per dispositivi mobili che consentono l’immissione dati in remoto e l’accesso alle informazioni in tempo reale, grazie alla connessione wi-fi al dispenser inchiostri. GSE Ink manager agevola inoltre la raccolta, l’analisi e la presentazione delle informazioni commerciali correlate agli inchiostri. L’operatore è in grado di visualizzare i dati delle formulazioni e i costi degli inchiostri di ciascun lavoro e può memorizzare le specifiche di nuovi colori per riutilizzarle facilmente in caso di ripetizione dei lavori. Saranno anche illustrati i sistemi modulari di erogazione Colorsat di GSE, per processi di stampa flexo, rotocalco e serigrafica, che miscelano e distribuiscono con rapidità gli inchiostri in base ad accurate specifiche di qualità e quantità. Colorsat Switch, per inchiostri base acqua, UV e solvente, integra un’unità di distribuzione e un pannello di controllo collegati ai fusti intercambiabili.

IWASAKI (MGRAF)

Iwasaki (Stand 7-B43), rappresentata in Italia da MGRAF, presenta il modello definitivo della IF300, la nuova macchina che completa la gamma delle semirotative, dopo i test compiuti nel mercato interno. Iwasaki, sfruttando la sua lunga esperienza nella produzione delle semirotative letterpress e offset, propone una macchina per soddisfare le esigenze degli stampatori che vogliono affrontare con successo le brevi tirature anche nella stampa flexo. È un impegno importante che dimostra come Iwasaki sia attenta alle esigenze del mercato in Europa, dove anche nella stampa flexo si affrontano sempre più spesso brevi tirature. La IF300 grazie al formato variabile permette l’impiego di un solo cilindro per tutti i formati, offrendo massima rapidità nei tempi di avviamento, con costi di gestione competitivi riducendo l’impiego delle matrici polimeriche Questo nuovo traguardo permette ad Iwasaki di realizzare anche macchine combinate flexo ed offset, per andare incontro ad esigenze specifiche di stampa con inchiostri e supporti speciali. TR2 nel nuovo formato 330×320 mm è la semirotativa offset Iwasaki affermata da anni tra gli stampatori che richiedono affidabilità ed elevata qualità di stampa, verrà presentata per la prima volta nella versione con il nuovo formato 330×320 per una maggiore area di stampa. Oltre al livello massima di automazione, che rende la macchina competitiva anche su brevi tirature con pochissimi scarti di avviamento, la TR2 esposta sarà dotata di un controllo automatico dell’inchiostrazione AVT.    David Marinoni, MGRAF srl sarà sullo stand per assistere i clienti italiani.

Nilpeter

Nilpeter (stand 7 – B35-B39) presenta la nuova macchina flexo FA completamente rivoluzionata, e una delle macchine digitali tra le più innovative, la Panorama Ibrida. La nuova FA Nilpeter è la macchina flexo versatile, innovativa, intuitiva e con controlli di stampa da remoto. FA offre massima stabilità, bassa tolleranza di registro, eccellenti risultati di stampa su supporti diversi. Basata sulla tecnologia Nilpeter “Clean-Hand”, FA permette la massima pulizia durante l’utilizzo con il minimo intervento da parte dell’operatore; tutti i dati vengono memorizzati, i lavori sono facilmente richiamabili a video e la macchina ha il registro automatico. Inoltre, FA consente agli stampatori di migliorare le performance e potenzialità della loro macchina con unità come Pacchetti Applicativi e Pacchetti di Automazione per offrire un ulteriore valore aggiunto.
PANORAMA Ibrida è una ink-Jet recentemente potenziata rispetto al lancio a LabelExpo 2015, con un nuovo design delle unità converting e di stampa flexo, oltre a un completo aggiornamento del software di gestione. In configurazione standard o implementata, la PANORAMA Ibrida è stata studiata per soddisfare le aspettative delle grandi aziende.

Tresu

TRESU Group (stand 7-D53) metterà in evidenza la sua gamma completa di prodotti ausiliari per la gestione del flusso di inchiostro nella stampa flexo di etichette e packaging. Presenterà inoltre soluzioni per le linee di converting per lotterie e card in spessori compresi tra 114 µm (4,5 punti) and 609 µm (24 punti).
Il programma dei prodotti accessori di Tresu comprende sistemi di camere a racla  leggera in fibra di carbonio e ceramica resistente alla corrosione che copre tutte le macchine flexo in larghezza dal 185 mm fino altro i 6 metri, per applicazioni nella banda stretta, media e larga e sistemi per l’alimentazione dell’inchiostro, fornendo la soluzione completa per la gestione automatica dell’inchiostro F10 iCon sulla macchina da stampa. Il risultato del sistema è una significativa riduzione nel consumo di materiale e di inchiostro, ridotti tempi di avviamento de emissioni, minori interventi manuali e una qualità migliore e velocità che possono superare i 600 m/minuto.

HALL 8

Durst

Durst (stand 8-B26) espande la serie di stampanti per etichette e imballaggio flessibile Tau 330 con una nuova tecnologia di stampa single pass UV a getto d’inchiostro. La nuova Tau 330 RSC ad alta risoluzione digitale, alta velocità con 8 colori, sarà in linea con la soluzione ibrida Xflex X6 di OMET. Tau 330 RSC ha una larghezza di stampa di 330 mm e velocità fino a 78 m/min a 1200×1200 dpi. La stampa raggiunge una capacità produttiva di 1485 m²/ora e, grazie alle sue 8 stazioni a colori (CMYK + W + OVG) con nuovi inchiostri pigmentati, offre una qualità di stampa eccezionale e flessibile, con una copertura della gamma di colori a pantone prossima al 98%.  Insieme alla serie Tau 330, Durst presenterà anche la sua nuova soluzione Web2Print per la progettazione online, l’anteprima e l’ordinazione di tutti i tipi di prodotti per l’imballaggio come etichette, cartoncino pieghevole e altro. Durst mostrerà inoltre l’ammiraglia Tau 330 con inchiostro a bassa migrazione per imballaggi alimentari primari e farmaceutici e il modello “entry level” Tau 330E con inchiostri a getto UV pigmentati appositamente sviluppati. La stampante sarà dimostrata come una soluzione completa con l’EFS 330, un sistema di conversione e finitura altrettanto economico da SMAG.

Hybrid Software

HYBRID Software (Stand 8-A10) presenta i software workflow PACKZ e 300 CLOUDFLOW che furono lanciati con successo al Labelexpo 2013, data dalla quale ne sono stati installati più di 1400 nei reparti di prestampa delle aziende di converting. In questa edizione di Labelexpo sarà presentata una funzionalità ulteriore di preflight chiamata PROOFSCOPE, oltre alla integrazione con il software OpenColor di GMG.

Mimaki

Mimaki (stand 8-A08) si presenterà con una gamma di soluzioni innovative di stampa e taglio digitale. Stampa diretta su supporti rigidi UJF-7151plus, il sistema LED UV compatto per stampa su supporti rigidi per la produzione di targhe e placche per marcatura o etichettatura industriale. Il flusso produttivo sarà completato con un piccolo dispositivo di taglio laser per ottenere il prodotto finito. Una tecnologia all’avanguardia che offre una alternativa digitale alle tradizionali operazioni di stampa serigrafica. Con una risoluzione che raggiunge i 1.200 dpi e un’area di 710 x 510 mm, UJF-7151plus utilizza inchiostri in quadricromia, bianco e trasparente insieme a un primer. Per la stampa e taglio di etichette premium con lo speciale inchiostro argento, presenta la soluzione integrata di stampa e taglio CJV150 tramite l’utilizzo di inchiostri vividi, tra cui l’argento, l’arancio e il light black. Con una risoluzione che raggiunge i 1.440 dpi e velocità fino a 56,2 m2, questi sistemi con inchiostro a solvente offrono un’alternativa molto competitiva per la stampa di etichette. La stampa digitale diretta su materiali ondulati è un’altra novità Mimaki a Labelexpo con la soluzione combinata UJF-6042MkII e CFL-605RT che offre la possibilità di creare articoli in materiale ondulato, da scatole a espositori per negozio, con grafiche di forte impatto visivo. Con un’area di stampa di 610 x 420 mm e spessore fino a 153 mm, UJF-6042MkII assicura produttività e facilità d’uso ed è adatta per stampa diretta su materiali ondulati a elevata densità grafica. Può montare una vasta selezione di inchiostri, tra cui LH-100 un inchiostro UV con elevata resistenza ai graffi e alle sostanze chimiche o il LUS-120 per la decorazione di materiali flessibili, disponibili in nove colori, tra cui bianco, trasparente e primer. Infine, l’esclusiva opzione Kebab di Mimaki per la stampa diretta a 360º su oggetti cilindrici verrà utilizzata durante Labelexpo per personalizzare bottiglie in vetro e plastica con la flatbed LED UV UJF-3042MkII.

MGI / Konica Minolta

MGI / Konica Minolta (stand 8 – C51-C52) sarà presente con il sistema bizhub PRESS C71cf in abbinamento con il sistema di verniciatura MGI Jetvarnish 3D WEB. Bizhub PRESS C71cf è la soluzione studiata in risposta alle attuali esigenze dei Label Converter che necessitano di medio-basse tirature in tempi brevi con possibilità di personalizzazione. Il sistema JETvarnish 3D Web di MGI – di cui Konica Minolta è distributore unico in Italia dopo la partecipazione azionaria acquisita da Konica Minolta in MGI come partner strategico – è stato scelto come elemento in linea per fornire miglioramenti decisivi alla stampa di etichette con verniciatura spot piana (2D) o a rilievo (3D) con stampa digitale a getto d’inchiostro UV per bobine fino a 420 mm di larghezza, senza bisogno di aggiunta di gruppi stampa o utensili specifici. Per la finitura verrà utilizzata GM DC330MINI, una unità innovativa e versatile per etichette, che permette verniciatura, fustellatura semirotativa, raccolta dello sfrido e riavvolgimento. L’economicità del sistema ne permette l’uso anche per prototipazione.

HALL 9

BEL

BEL (Stand 9-C37) l’azienda greca specializzata nello sviluppo si software gestionali specifici per il mondo delle etichette, invita alle dimostrazioni personalizzate di Overprint© il MIS modulare end-to-end di stampa che combina in un solo modulo la stima dei costi, la gestione degli ordini e del magazzino, la pianificazione e tracciamento della produzione e la Business Intelligence.

Dalim

Dalim (Stand 9-A64) presenta l’aggiornamento del software DALIM ES 5.5 per semplificare la preparazione del flusso di lavoro nella produzione di etichette. Il software contiene il Digital asset management (DAM) per organizzare i contenuti, e supporta le esigenze per la stampa 3D e la realtà aumentata.

Epson

Epson (Stand 9-A50) presenterà una vasta gamma di stampanti nel suo stand. Saranno presenti i modelli digitali per la stampa di etichette in piccole e medie tirature della linea SurePress, accanto a prodotti delle serie ColorWorks, LabelWorks e SureColor SC-S. L’obiettivo è di presentare la più ampia offerta di soluzioni per la stampa di etichette del settore, coprendo varie tipologie di prodotti, dai modelli portatili per la produzione in-house di etichette on-demand a sistemi digitali flessibili di alta qualità per gli stampatori più esigenti. Sono previste dimostrazioni sia dei modelli con tecnologia UV dotati di inchiostri a

Screen

Truepress Jet L350UV+

Screen (stand 9-B30) presenta due nuove macchine per la stampa in digitale per la produzione di etichette per imballaggi nel settore alimentare. Sono Truepress Jet L350UV+ e Truepress Jet L350UV+LM due nuove macchine da stampa ink jet UV, il cui lancio commerciale avverrà a Labelexpo.  Oltre all’introduzione di nuovi inchiostri a bassa migrazione la macchina incorpora una unità di gestione dell’azoto che permette di accelerare l’asciugatura degli inchiostri UV oltre a prevenire la migrazione dell’inchiostro e il tipico odore dell’UV.  La nuova Screen Truepress L350UV+LM condivide con la Truepress L350UV+ una serie di nuove funzionalità per produzioni di fascia superiore e ad alte velocità di stampa specifiche per il settore delle etichette e compatibile con una svariata gamma di supporti.   Velocità di stampa, fino a 60 metri al minuto e riproducibilità di un gamut colore ampliato grazie alla possibilità di supportare, come opzione, il colore arancione in aggiunta ai convenzionali C, M,Y, K e al bianco. La macchina può inoltre venire equipaggiata con speciali rulli raffreddati per consentire la trasformazione di supporti particolarmente sottili che notoriamente risultano sensibili al calore generato dalle lampade UV. Etichette tipo sleeve potranno essere stampate sulla Truepress Jet L350UV+LM.

SEI Laser

SEI Laser (stand 9-C57) esporrà Labelmaster, il sistema laser modulare “roll to roll” di fustellatura digitale e finishing completo, una soluzione proposta per la produzione di etichette autoadesive in tutti i settori: enologico, food&beverage, prodotti per l’igiene personale e domestica, beauty, tessile, packaging flessibile, promozionale. I visitatori avranno la possibilità di assistere alla lavorazione di diverse tipologie di etichette caratterizzate da nobilitazioni speciali e stampate su differenti supporti in bobina, dalla carta in diverse finiture al PP passando per il tessuto. Un range differenziato di materiali per poter apprezzare al meglio la versatilità e l’eccellente qualità di questo sistema laser. Disponibile da 1 a 4 teste laser, Labelmaster raggiunge una velocità massima di 100 m/min mantenuta costante grazie al “traction control system” che lavora in sinergia con l’unità di controllo dello scostamento longitudinale del materiale.

XAAR

Xaar (Stand 9-C18) svelerà un segreto. Gerard Winn, Senior Product Manager di Xaar ha annunciato che a Bruxelles presenterà una nuova tecnologia per il settore delle etichette che al momento preferisce tenere nascosta. Non ci resta che attendere.

HALL 11

Albertin

Albertin (stand 11-A21)  produttore  cliché e lastre flexo presenterà il Gruppo Piano in Linea, un particolare cliché in ottone o in magnesio con cui è possibile ottenere fino a cinque lavorazioni in un unico passaggio di stampa (stampa a caldo, rilievo, bassorilievo, texture, e ologrammi anticontraffazione senza alcun cambio cliché). Il Gruppo Piano in Linea è compatibile con i moduli Rhino di PANTEC e Big Foot di ABG.  Inoltre, non mancheranno i prodotti più classici quali lamierini per stampa a caldo di etichette compatibili con macchine Gallus, Codimag e altri brand; cliché e rilievi in magnesio, per la stampa a caldo in ottone con incisione laser, in ottone per stampa a caldo e rilievo in contemporanea; rilievi in ottone, con incisione artistica e a più livelli; contromatrici e cilindri in ottone per la stampa a caldo; impianti e cliché per la microincisione; rilievi per la marcatura braille; cliché in gomma siliconica per la stampa a caldo piana e in sagoma; lastre in nyloprint e flessografiche per verniciatura; forme flessografiche per la stampa; caucciù e lastre spellicolabili.

Codimag – FDM

Codimag Aniflo press technology

La Casa francese (stand 11-C10) rappresentata in Italia da FDM svelerà importanti miglioramenti nel workflow  della Viva 340 basata sulla specifica tecnologia offset a secco Aniflo. Nell’occasione debutteranno le lastre offset waterless Zahara NWL, specifiche per il narrow web, di Presstek.  Come è noto agli esperti, il sistema di inchiostrazione Aniflo permette di ottenere una stampa ad alta definizione e uniforme durante l’intera tiratura, ma anche un gamut esteso. La macchina esposta, una Viva 340 Evolution è caratterizzata da HMI avanzato che minimizza la necessità di operazioni manuali aggiungendo la sincronizzazione del registro automatico e la connettività con elementi dei sistemi IT aziendali. La modularità delle Viva 340 permette di integrare gruppi stampa serigrafici rotativi, foil e goffratura, verniciatura flexo con essiccazione UV LED.  Per questa specifica combinazione, la  Viva 340 sarà equipaggiata con il sistema MBS LEDcure della IST-Metz, presentato in anteprima lo sorso maggio agli UV Days.
Gli etichettifici interessati possono prenotare prove dimostrative private fissando un appuntamento.

Grafikontrol

Grafikontrol (stand 11-D09) presenta tutte le potenzialità del sistema LYNEX nel controllo delle etichette. LYNEX è un prodotto della linea TQC-360°, la piattaforma modulare Grafikontrol. LYNEX è un sistema di ispezione al 100% della stampa che consente di rilevare e catalogare in automatico tutti i difetti. La sua capacità di ispezione continua dell’intero formato insieme alla sua facilità d’uso l’hanno reso in breve tempo un sistema apprezzato e ricercato dai produttori di etichette. Grazie alla moderna interfaccia multitasking implementata su un monitor multi-touch da 23” ad alta risoluzione, l’operatore può analizzare in tempo reale l’intero formato e beneficiare dell’individuazione automatica dei difetti sia di stampa sia del supporto. L’allarme immediato, quando viene individuata l’imperfezione garantisce l’eliminazione del materiale difettoso. LYNEX inoltre fornisce l’analisi della produzione e la raccolta dati. LYNEX è un sistema flessibile che può essere composto da una o più telecamere lineari a colori, configurabili in base alle esigenze, che possono lavorare con velocità di produzione fino a 900 m/min senza modificare la risoluzione dell’immagine ed è adatto per il controllo delle difettosità su qualsiasi tipologia di stampa e substrato. L’illuminazione a LED bianco assicura una qualità e distribuzione di luce senza alcun degrado dell’immagine, anche su materiali ed inchiostri riflettenti.

Lombardi Converting Machinery

Il modulo di serigrafia in piano Bravo

Lombardi Converting Machinery (stand 11-C53) proporrà le ultime novità dell’azienda bresciana nella stampa flexo a bobina stretta e nel finishing per etichette e packaging. Dimostrazione di stampa evidenzieranno i principale aspetti che caratterizzano le macchine Lombardi, quali l’accuratezza del registro e la rapidità del cambio lavoro, quali punti fermi degli elevati standard tecnologici e qualitativi dei prodotti Lombardi, il cui fondatore, Claudio Lombardi, è stato recentemente insignito del prestigioso Pollicione d’Oro per l’imprenditorialità.
Lombardi Converting Machinery si distingue per la progettazione di macchine da stampa flessografiche, dotate dei più avanzati sistemi standardizzati di automazione configurabili secondo le specifiche necessità del cliente in una costante ricerca si soluzioni ottimali nella banda stretta a media.
Ogni macchina consiste infatti in moduli separabili e intercambiabili: a Labelexpo si potranno vedere gruppi si stampa ABS servo e ABS sleeve e novità importanti quali le unità di stampa foil in linea a caldo TORO a BRAVO, l’unità serigrafica piana in linea, oltre a moduli che permettono la realizzazione di etichette complesse per settori quali il vino e la cosmetica in un unico processo di stampa e converting con la conseguente eliminazione delle operazioni fuori linea.
Lombardi porterà a Bruxelles un contributo innovativo al mondo delle etichette con tre differenti configurazioni : la SYNCHROLINE 430 otto colori con unità TORO e BRAVO in linea, registro e pre-registro automatici completamente servo assistiti. Questa soluzione rappresenta quanto di più avanzato è oggi disponibile sul mercato della stampa flexo a banda stretta, tanto da essere definita dai clienti una macchina universale senza limiti per i supporti stampabili: BOPP, PVC, PE, PET, carta, carta adesiva, carta termica, cartoncini e accoppiati.
Una INVICTA 630 sei colori flexo, totalmente servo assistita e gearless con 10 motori per ciascuna unità di stampa e tecnologia sleeve con controllo di pre-registro e auto-registro, rappresenta la macchina ideale per il mondo del packaging su differenti tipi di film.
DIGISTAR con unità inkjet Domino 5 colori, unità flexo semirotative, foil a freddo e fustella semirotativa. Questa macchina può combinare la stampa digitale con la finitura in una sola operazione ed è ideale per le corte tirature.

Fornietic

L’azienda italiana di rappresentanze nel mondo del le etichette e packaging, segnala che il suo team tecnico saranno disponibile per i clienti italiani presso gli stand dei loro partner commerciali: Kocker+Beck (11-C30); Herma (5-C14); tesa (11-A26); Railex (6-C17). hönle (8-A54); Cheshire (6-C37); Efi (9-C40).

Lascia un commento