Politiche virtuose in azienda

Scritto da il 3 agosto 2017 in EDITORIALI, FORMAZIONE, Gestione - Nessun commento

B+B International, per chi non la conosce, è una azienda trevigiana con l’obiettivo di diventare leader nella fornitura di soluzioni informatiche, specifiche e integrate, proprie o attraverso partnership, rivolte alle aziende di packaging cartotecnico e di stampa digitale.

Dopo 25 anni di attività, l’azienda può contare su una platea di utilizzatori delle sue soluzioni di circa 600 tra aziende industriali e laboratori artigiani: tra queste troviamo produttori di imballaggi in carta e cartone, astucci ed espositori da banco, prodotti per il punto vendita, pannelli vetrina e promozionali, ma anche brand owners.
B+B è quindi un’azienda di servizi, che offre conoscenze derivanti dall’esperienza maturata nel settore e che si alimenta di relazioni e idee. Azienda fatta di persone che si confrontano, condividono opinioni e soluzioni e vivono assieme per offrire al meglio un servizio puntuale al cliente finale.

Patrimonio umano

B+B International da sempre ha creduto che il suo patrimonio più grande fossero i propri collaboratori e su questi ha sempre investito, attraverso una formazione continua e programmata, creando un team di professionisti coeso e orientato a obiettivi specifici e precisi. Le sue attività sono volte a incrementare la professionalità delle persone, portare valore aggiunto ai clienti, perché lavorare all’interno e creare competenze spendibili significa avere una visione cliente-centrica.
Questi risultati si ottengono investendo risorse non solo economiche, ma soprattutto personali: investire sull’intelligenza emotiva dei propri collaboratori, oltre che sulle loro competenze tecniche, affinché possano esprimersi al meglio, essere motivati e fortemente comunicativi sia all’interno della struttura, sia presso le aziende clienti.

Con queste premesse, B+B è una realtà passata in pochissimo tempo da una gestione “artigianale” a una vera e propria azienda industriale, sottoposta a ritmi frenetici e a una gran mole di lavoro e di dati da monitorare e da condividere tra le divisioni, con il massimo controllo operativo.

Bacheca virtuale

Una delle soluzioni adottate è stata la creazione di un blog interno: una piattaforma web a uso privato, con accesso ai contenuti destinato solo ai dipendenti B+B, dove pubblicare notizie aziendali, eventi a cui partecipare, iniziative, citazioni, novità riguardanti il welfare aziendale e la scaletta delle riunioni interne. I collaboratori in questo modo sono liberi di commentare e/o apprezzare con un ‘like’ gli articoli pubblicati. Una sorta di mailing collettiva più strutturata e graficamente coinvolgente e accattivante utilizzata come base di riferimento per la diffusione di comunicazioni utili a tutto il team.
Le riunioni interne sono anch’esse nate per la diffusione e la condivisione di conoscenze relative ai prodotti (nuovi sviluppi, applicazioni, ecc.), esperienze di installazione e formazione presso i clienti, di nuove rotte e strategie aziendali, ma soprattutto di crescita per il singolo che si sente parte integrante della grande famiglia in cui vive, approfondendone sviluppi e peculiarità. Il calendario viene fissato anticipatamente con indicazione dell’argomento e del relativo relatore ogni venerdì per un’ora al massimo prima di pranzo.

Welfare aziendale

A cadenza annuale ormai è diventata quella che in azienda viene chiamata “BBI Open Day” una giornata aperta ai soli dipendenti (nata principalmente per loro) dedicata alla formazione, alla condivisione strategica di azioni e obiettivi e alla discussione di problematiche comuni. B+B inoltre fa parte di quelle aziende che nel 2017 ha introdotto un sistema di servizi e iniziative offerte al dipendente per un miglioramento del suo benessere personale: il welfare aziendale. B+B è convinta che un dipendente sereno offra un servizio migliore di un dipendente angosciato. Non solo di moneta è formato il patrimonio aziendale, ma di persone.

Il Management dell’azienda ha voluto dare una propria identità a molti servizi, inserendo nuovi benefit per conciliare vita e lavoro dei propri dipendenti, per permettere loro maggior sollievo nelle problematiche di vita reale come la famiglia, i figli, la sanità e la pensione, per renderli più propensi a lavorare in modo sereno e sentirsi parte di una squadra, leva strategica per la mission aziendale. Iniziando con un’analisi personale delle esigenze dei collaboratori, si è arrivati a stilare un regolamento welfare e a strutturare tutto il progetto. È stata adottata una piattaforma con un focus indirizzato più a un welfare territoriale che nazionale e dal gennaio 2017 è entrato in funzione in modo completo e operativo il welfare targato B+B.

Lascia un commento