Ecco la nuova MetaPrintArt

Scritto da il 15 novembre 2011 in EDITORIALI - Nessun commento
Marco F. Picasso, autore e fondatore di MetaPrintArt

Come annunciato, la nuova rivista online è pronta al decollo.
Ma prima di iniziare è doveroso mandare un vivo ringraziamento a quanti, e sono tanti, mi hanno incoraggiato, spronato, sostenuto in questa nuova avventura.
Che poi un’avventura non è, vista l’esperienza che, ahimé, ho alle spalle.

Una nuova sfida, dettata dalla voglia di non abbandonare un mondo in continua la sua rapida trasformazione.

La stampa, quella cui mi avvicinai alcuni decenni addietro come cliente di tipografi, che oggi si chiama ‘print buyer’, non esiste più. Dei miei fornitori di allora , soprattutto i più grandi, non è rimasto nessuno. Qualche piccola tipografia di quartiere è sopravvissuta.
La stampa non è più la stessa. Dal 1990, quando la Drupa metteva a confrondo l’industria tedesca con la giapponese, dalla nascita della stampa digitale a colori all’IPEX del 1993, e poi ancora con le Drupa del CtP e la scomparsa delle pellicole, e poi del PDF  e del JDF (che tuttavia ancora pochi conoscono e utilizzano), il mondo della stampa non è più lo stesso.
In sostanza è la comunicazione che è cambiata ma non, come si supponeva, a causa della televisione, ma di internet e, soprattutto, della banda larga. Oggi la comunicazione è globale e lo stampatore – ma anche qui ben pochi se ne sono accorti – dovrebbe prendere le misure (come giustamente qualcuno ha recentemente fatto osservare “bisognerebbe unificare ‘le prestampe’“) e convincersi che il suo mestiere, o ‘mission‘ come si dice oggi, non è ‘sporcare la carta‘, ma offrire un servizio moderno per trasmettere informazioni (ed emozioni).

Se il mondo della stampa tradizionale ha, apparentemente, poco di nuovo da dire, etichette, astucci, e anche la pubblicità esterna (e sul punto vendita) hanno ancora molta vita davanti. Per questo la rivista online MetaPrintArt dedica molto spazio proprio a questo settore, che qui abbiamo chiamato Label&Pack.

Stiamo quindi vivendo una nuova rivoluzione gutenberghiana, come si legge nel primo articolo che porta una firma prestigiosa e che ringrazio per la fiducia accordatami.

Marco F. Picasso

Lascia un commento