/, In evidenza/In Italia possiamo avere sorprese positive

In Italia possiamo avere sorprese positive

INTERVISTA – Peter Andrich, nuovo AD di Koenig & Bauer IT S.r.l. valuta il mercato e la situazione dell’Italia in prospettiva, di cui ha anche un’impressione positiva.

Dal maggio scorso, a seguito della promozione di Falk Sparbert a responsabile di una delle quattro grandi aree in cui è diviso il mercato Koenig & Bauer, Peter Andrich è il nuovo AD di Koenig & Bauer IT S.r.l..
L’ingegnere Falk Sparbert in un solo anno di direzione in Italia aveva già dato una importante scossa in senso positivo all’azienda, iniziando una ristrutturazione efficace e flessibile. A Peter Andrich il compito di rafforzare il trend.

Peter Aldrich CEO KBA Italia

Peter Aldrich CEO KBA Italia

Peter Andrich, 53 anni, nato ad Aachen, laureato in fisica, approda in Koenig & Bauer dopo numerose esperienze maturate in Germania, in Asia e in America. Dopo l’iniziale attività in una azienda di ingegneria meccanica, matura un’esperienza ventennale nelle vendite e nel management dell’industria degli imballaggi. Gli ultimi sei anni in quella grafica come presidente e CEO alla Polytype America Corp. e presidente dello Spin-off della Divisione Digital Inkjet di Polytype.
Oggi, porta l’esperienza di questi anni trascorsi su un mercato complesso qual è quello degli USA, in Koenig & Bauer IT S.r.l., mercato ritenuto fondamentale dalla Casa Madre.
Lo andiamo a trovare a Lainate per parlare della nuova fustella rotativa Rapida RDC 106, cui rimandiamo per la descrizione.

L’intervista

Chiediamo quindi a Peter Andrich, che parla perfettamente italiano, sua seconda lingua madre, come vede la situazione italiana non solo dal punto di vista del mercato della stampa.

«Rispetto agli Stati Uniti – ci dice Andrich – il mercato italiano soffre di due problemi. Il primo è il calo della popolazione, che ovviamente ha ripercussioni sui consumi e quindi sul mercato della stampa e dell’imballaggio.  Il secondo è una tassazione troppo onerosa e complicata, che non crea un ambiente ideale economico, sia per investimenti dall’industria italiana, sia investimenti che provengono dall’estero

Ci azzardiamo a considerare che gli italiani, in questo, hanno qualche responsabilità…
«Il problema non sono (solo) i cittadini, ma lo Stato che li obbliga a, diciamo pure, ‘arrangiarsi’
Restando ancora sul tema, Peter Andrich ha fiducia nel nuovo corso della politica italiana.
«Se non altro – dice – ci sono dei giovani al governo, e si potrebbe formare una nuova classe dirigente. L’Italia ha bisogno davvero di cambiare. Non più convenzionale e orientarsi verso la semplificazione e l’incentivare del consumo come motore economico.»
Non replichiamo che il nostro timore è che i cambiamenti siano ‘gattopardiani’, come sempre è avvenuto nel Bel Paese ‘dove il sì suona’. E quindi speriamo che questa volta abbia ragione Peter Andrich.

Koenig & Bauer IT

In tema di cambiamenti, veniamo a Koenig & Bauer IT S.r.l.. Nella sua nuova posizione, a Lainate Peter Andrich è responsabile dei settori vendite, marketing e assistenza per la gamma di macchinari da stampa offset e digitale, sia a bobina che a foglio, e fustelle piane e rotative di Koenig & Bauer sul mercato italiano.
Questo significa puntare soprattutto sul coordinamento razionale tra le diverse divisioni in modo che ciascuno sia al corrente di cosa fa l’altro. Questo con l’obiettivo di snellire e semplificare i rapporti con i clienti, fare in modo che l’assistenza sia pronta ed efficace.
In questo ruolo il nuovo AD potrà mettere a frutto tutte le sue precedenti esperienze di dirigente tecnico e commerciale, grazie al suo vasto know-how tecnico e di economia aziendale.

2018-11-13T19:10:35+00:00novembre 13th, 2018|EDITORIALI, In evidenza|0 Comments

Leave A Comment