La scomparsa dei Dinosauri

Scritto da il 11 dicembre 2009 in EDITORIALI - Nessun commento
La scomparsa dei dinosauri

Oggi tutti i bambini sanno che un asteroide, caduto sulla Terra 65 milioni di anni fa, fu la causa prima dell’estinzione dei dinosauri, con il famoso Tyrannosaurus Rex, che popolavano i mari e le terre emerse del Cretacico. Ci sono oggi le prove scientifiche, anche se la scomparsa è da imputare non tanto all’impatto, quanto al drammatico cambiamento del clima che ne seguì: un lungo inverno buio che durò anni segnando quello che i geologi chiamano il limite KT, il passaggio tra il Mesozoico e il Cenozoico, le Ere Secondaria e Terziaria.

Nel 2008 un asteroide finanziario si è abbattuto sulla Terra. Il 2009 è stato l’anno del buio inverno dal quale, forse, usciremo, forse, tra il 2010 e il 2011. L’estinzione di alcune grandi società (dinosauri) non è terminata. Come scomparvero 65 milioni di anni fa anche i piccoli e innocui foraminiferi che popolavano felici le acque dei mari, oggi scompaiono anche piccole aziende di famiglia, non solo i Tyrannosaurus Rex.

Chi si salvò alla fine del Cretacico e vinse la lotta all’inizio del Terziario?   Piante e animali abbastanza rapidi, furbi e (inconsapevolmente) previdenti, che forse nelle loro tane sotterranee riuscirono a superare indenni la catastrofe. Ma soprattutto quanti seppero adattarsi a un ambiente completamente nuovo. Il loro vantaggio fu la mancanza di memoria storica che li avrebbe costretti a pensare a “come era bello prima”.

Chi si salverà negli anni ’10 del 2000? Aziende, non importa se grandi o piccole, che sappiano guardare avanti e non indietro; che sappiano cogliere le nuove opportunità che un mercato, ormai completamente diverso da quello degli anni scorsi, non potrà non presentare.

Da alcuni di quei piccoli animali superstiti, antenati di talpe e scoiattoli, l’evoluzione ha dato origine all’uomo intelligente.

Da quelle aziende che sapranno cogliere le opportunità di nuove esigenze in un nuovo mercato, evolveranno le aziende guida del domani.

E questo vale anche, se non soprattutto, per le aziende grafiche, che producono servizi. L’azienda grafica che continuerà a credere che il suo compito si limiti a fornire soltanto carta stampata farà (se già non l’ha fatta) la fine del Tyrannosaurus Rex.

Marco Picasso

Lascia un commento