Succisa Virescit

Scritto da il 13 luglio 2017 in AMBIENTE, FORMAZIONE - Nessun commento

Da ‘terremoto a Terre in moto’, così il progetto Succisa Virescit lanciato da BoxMarche, ha permesso la ricostruzione della scuola di Pieve Torina (MC) con annesso Centro Civico.

Entriano a Pieve Torina, nella valle del Chienti, alle pendici dei Monti Sibillini: è il primo centro in cui i segni del terremoto del 2016 sono più che tangibili. Più che le macerie che costeggiano la provinciale, colpiscono le case che restano in piedi, sigillate e messe in sicurezza, i balconi con vasi di fiori ormai appassiti, qualche panno disteso e logorato dal lungo inverno seguito al sisma. Un paese quasi fantasma. È sabato ma le strade sono deserte, nonostante oggi qui, nel campo sportivo, centinaia di persone si sono date appuntamento giungendo non solo dalle Marche, per vivere in diretta il progetto che a settembre vedrà completata la nuova scuola. Al termine del convegno “Connettere, Interagire, Costruire” organizzato da Box Marche e Paradisi, le due aziende che hanno lanciato l’iniziativa, ci si ritrova nel parco che affianca le fondamenta ormai terminate della scuola, ospiti di un picnic tutto realizzato con i prodotti locali.

Questa iniziativa era nata per dar corpo a un progetto reale per il quale i promotori Tonino Dominici (Box Marche spa) e Sandro Paradisi (Paradisi srl) hanno saputo

Tonino Dominici e Sandro Paradisi ringraziano i partecipanti

coinvolgere amici e aziende. A noi basta citarne alcune del settore che ci riguarda: aziende di stampa, di cartotecnica, singolarmente e attraverso la loro associazione Gifasp, del settore cartario, delle fustelle, del taglio e della prestampa, oltre ai collaboratori delle due aziende. Tutte le donazioni sono state raccolte e gestite dalla Associazione Centro di Solidarietà Marche Sud Onlus con la causale “Una scuola per Pieve Torina”, a cui è ancora possibile dare il proprio sostegno. *

Più di una scuola

L’assegno consegnato dal Rotary di La Spezia

Connettere, Interagire, Costruire è stato un tema particolarmente appropriato in cui si è dimostrato, in parole povere, come la connessione tra le persone e le idee, l’interazione nel seguire un progetto porti ai risultati voluti nel modo migliore e in tempi che non devono allungarsi andando oltre i termini prefissati. Il progetto Succisa Virescit – il bellissimo motto dell’Abbazia di Montecassino, più volte distrutta e riedificata – è stato infatti il primo a essere pronto sulla carta e nella concretezza, tanto da essere stato scelto, tra gli altri sponsor, da ILF Dubai, tramite il Rotary di La Spezia, in quanto unico progetto in grado di dare certezza nella sua realizzazione.
E infatti siamo qui a testimoniare le fondamenta già terminate e l’edificio che in due mesi sarà realizzato, con strutture antisismiche.
Da sottolineare che il progetto ha voluto che questa non fosse solo una scuola, ma anche un centro culturale di ritrovo per gli abitanti di Pieve Torina e per i loro ospiti, ridando vita tramite un turismo intelligente, a una comunità che può offrire, natura, cultura e i genuini prodotti dell’agricoltura e dell’allevamento locali.

Sul convegno torneremo con un apposito editoriale per i temi e le interessanti idee fornite dai relatori, che si sono concentrati sulla positività di una “economia intesa come un’ecologia, con lo scopo di incivilimento della nazione e della pubblica felicità” (G. Lanzone) e, come ha affermato Tonino Dominici “di far nascere un imprenditore nuovo, impegnato nel creare ricchezza nel rispetto delle persone, ma soprattutto attentoa come questa (ricchezza) vienbe distribuita nel territorio e nella comunità”.

* C.F. 9002910445 IBAN IT36L0335901600100000076164

Lascia un commento