XIX Pellitteri’s Day 2011

Scritto da il 20 aprile 2011 in FORMAZIONE - Nessun commento

L’evento ´Pellitteri’s Day’ – ideale collegamento con lo straordinario retaggio educativo-formativo del prof. Giuseppe Pellitteri, Salesiano -, è giunto alla XIX Edizione, rimanendo unica occasione premiale per i giovani in eccellenza formativa nelle Scuole di Stampa Grafica Comunicazione Multimedialità di ogni livello – i “già” ma “non ancora”.

L’evento, come di consueto ospitato da Macchingraf, oltre a premiare le ´Eccellenze’ dei giovani in formazione, candida ogni anno al Pollicione d’Oro “Personalità” affermatesi nel poliedrico mondo grafico, “esempi” di lavoro e di vita per i giovani studenti, il cui futuro sarà tanto più certo quanto più severa sarà stata la preparazione. Nell’occasione è stata presentata una mostra dei lavori sul disegno del carattere di Umberto Fenocchio, mentre Luca Pianigiani, esperto di editoria digitale del futuro, ha vivacemente intrattenuto i giovani sull’evoluzione del libro e soprattutto delle riviste, sempre meno cartacee e sempre più presenti sui nuovi mezzi di comunicazione quali iPad, iPhone e così via. Una relazione molto utile proprio per questi studenti che devono affrontare con realismo lo sviluppo della comunicazione e delle tecnologie multimediali.

Questi i premiati di quest’anno:

Per ´Informazione grafica’: ´IL POLIGRAFICO ITALIANO’, Milano
Nella successione dal nonno Ruggero, ai figli Almo e Carlo e ai nipoti Ruggero e Brando, alla passione per la stampa la Famiglia Zuliani collega l’edizione di riviste di settore: a Serigrafia del 1956, affianca nel 1960 Il Poligrafico Italiano, seguite da una prolifica serie di altri prodotti e iniziative editoriali sino ad approdare a ëinternet’ con stampamedia.net. Il Poligrafico Italiano, rimane colonna portante di Zeta’s e della informazione grafica italiana nei 50 anni di pubblicazione.

Per ´Disegno dei caratteri’: UMBERTO FENOCCHIO, Milano
Erede della grande tradizione del disegno dei caratteri tipografici che in Italia, nel corso dei diversi decenni, ha visto protagonisti Raffaello Bertieri, Giulio da Milano, Guido Modiano, Alessandro Butti, Aldo Novarese, è oggi, in questo difficile campo, riconosciuto maestro e alfiere del gusto e dello stile italiano che, nel Novecento, ha rinnovato i fasti di un glorioso passato.

Per ´Impresa e Cultura’: SILVIO ANTIGA, Crocetta del Montello (TV)
Le vicende parallele dell’azienda Grafiche Antiga e della Fondazione Tipoteca Italiana, lette nel loro dipanarsi cronologico, attingono forza e significato dalla straordinaria coesione del percorso umano e professionale di Silvio Antiga: passione e sensibilità costituiscono da sempre la sostanza del suo lavoro e della sua creatività di uomo e d’imprenditore o, più semplicemente – come lui stesso ama definirsi – di “tipografo”.

Per ´Professionalità’: GIOVANNI BATTISTA COLOMBO, Roma
Continuatore della passione familiare per il prodotto grafico in azienda fondata dal bisnonno in Roma, che ha transitato dalla tecnologia offset in sistema di stampa digitale facendone Impresa modello di modernità, flessibilità e organizzazione, attento alla sicurezza dei lavoratori, dell’ambiente e del fattore umano tramite la formazione continua, il grande continuo rapporto con le Scuole grafiche e la formazione professionale dei giovani.

Per ´Carriera’:ENRICO BERETTA, Milano
Per l’alta capacità professionale e la serietà del lavoro, arricchite da fine sensibilità per la qualità nell’allestimento del libro, caratteristica divenuta intrinseca nella sua vita professionale sin dalla prima formazione vissuta al fianco di un grande Maestro qual è stato Pio Colombo, prestigioso esponente della legatoria artistica lombarda.

ADALBERTO MONTI, Bologna
Collaudata esperienza tecnologica, alta competenza professionale e grande capacità didattica maturate in anni di docenza e di sperimentazione, sono le preziosità professionali proprie maturate da Adalberto Monti, e che continua a mettere a disposizione di aziende e Istituti per lo sviluppo della tecnologia e la diffusione della cultura grafica.

FRANCESCO RAPISARDI, Milano
Per oltre trent’anni Direttore in Macchingraf e “simbolo” di Heidelberg in Italia, ha fatto dell’etica, competenza professionale, impegno, disponibilità, attenzione ai particolari e capacità di relazione, uno stile di vita e di lavoro al servizio del mondo grafico, costruendo e difendendo rapporti di stima e di fiducia reciproca con Clienti e Marchi rappresentati.

A seguire hanno ricevuto il Pollicione d’Oro per l’eccellenza formativa i 46 studenti che si sono distinti per volontà, impegno e risultati nel loro percorso scolastico durante il 2010, uno per ciascun istituto di grafica e arti grafiche, presenti in Italia, oltre all’Istituto dei Salesianos Atocha di Madrid.

 



Lascia un commento