/, MERCATI & AZIENDE/Intervista sulla stampa industriale

Intervista sulla stampa industriale

Il prossimo novembre Milano ospiterà InPrint Italy. È la prima edizione di un evento specializzato sulla stampa industriale.

Dal 15 al 17 novembre InPrint Italy porterà al centro espositivo MiCo Milano Congressi circa 120 espositori, di cui più di 80 stranieri, provenienti da 12 Paesi. 1508576_1697999920416261_7026279474738215385_nL’organizzatore, FM Brooks – che fa parte del gruppo Mack Brooks Exhibitions –, ha costruito questa rassegna pensando a chi è alla ricerca di soluzioni personalizzate, sistemi sviluppati in cooperazione e progettati per generare nuove possibilità di business nella produzione di stampa industriale nei macrosettori che lo compongono: funzionalità, decorazione, imballaggio.
Ma come possiamo definire la stampa industriale? Per fare maggiore chiarezza lo chiediamo con questa intervista esclusiva a Marcus Timson co-fondatore dell’evento fieristico.

Marcus Timson –  Si parla di stampa industriale quando la stampa viene inserita in un processo di produzione industriale. È utilizzata in quasi tutti i settori, dalla produzione, ad esempio l’automotive, alle decorazioni. Viene inoltre usata nella creazione di tecnologia intelligente, in termini sia dell’estetica del prodotto finito, si delle sue funzionalità.

inPrint_1MPA – Avete individuato tre macrosettori: funzionalità, decorazione, imballaggio. Nel particolare?

Marcus Timson – Sì, infatti possiamo categorizzare la stampa industriale in tre segmenti principali: funzionale, quando la stampa aiuta un prodotto a operare, a funzionare; decorativa, come un prodotto appare ed è finito tramite un intervento di stampa; imballaggio, come un prodotto viene confezionato e identificato attraverso l’uso della stampa.

MPA – Quindi l’evento riguarda principalmente la stampa inkjet, come per esempio la stampa decorativa. Come si differenzia allora InPrint da altre esposizioni, quali Fespa, Viscom o Drupa?

Marcus Timson – Un’ampia porzione di InPrint è senz’altro dedicato alla stampa inkjet. Ma un’altra parte importante riguarda la stampa serigrafica industriale. InPrint Italy si differenzia dagli eventi citati in quanto questi ultimi si concentrano principalmente su mercati già consolidati che hanno a che fare con la stampa tradizionale su carta o hanno a che fare con la pubblicità. InPrint Italy si focalizza unicamente sulle tecnologie di stampa industriale e si rivolge a visitatori provenienti dai settori manifatturieri e interessati alle tecnologie di stampa create su misura per il settore produttivo. 

MPA – In pratica gli operatori della stampa e loro fornitori potranno entrare in contatto anche con settori nuovi. Escludendo applicazioni in campo medico e automotive, quali settori sono interessati dalla stampa tradizionale e dall’imballaggio?

Marcus Timson – Alcuni stampatori tradizionali riconosceranno alcuni dei nostri espositori. Per esempio Heidelberg è un espositore chiave e presenterà una tecnologia chiamata ‘Omnifire’ che consente di stampare a getto d’inchiostro su oggetti e forme tridimensionali. Questo è interessante anche per stampatori tradizionali, in quanto potrebbe dare loro la possibilità di vendere prodotti, differenziandosi dal loro target, potrebbero aprire nuove fonti di guadagno, nonché accrescere il portfolio clienti. Possiamo citare ad esempio la stampa su palloni da calcio o la stampa su oggetti. La stampa tradizionale rappresenta una grande sfida al giorno d’oggi, che soffre di margini di profitto stretti, mentre l’uso di nuove tecnologie offrono nuove applicazioni e aprono molte più opportunità per margini di profitto più ampi.

MPA – Ci saranno altre soluzioni innovative specifiche o tecnologie che pensate potranno essere scoperte a InPrint Italy?

inprint2015_ml2005Marcus Timson – Sì, questa fiera è uno spazio per le tecnologie in rapido sviluppo e all’apice dell’innovazione. Ci saranno costantemente nuovi sviluppi attraverso nuove applicazioni, sviluppi di inchiostri, progressi in ingegneria e macchinari, miglioramenti delle testine a getto di inchiostro.

MPA – Ad esempio?

Marcus Timson – Fino a tempi relativamente recenti, gli sviluppi nelle testine per la stampa a getto di inchiostro si sono concentrate principalmente sull’ottenimento di elevati DPI. Ora sono disponibili nuove testine introdotte per l’utilizzo specifico in applicazioni industriali: un fattore importante, questo, che sta aiutando ad aprire nuove opportunità per i fluidi funzionali che vedranno la stampa inkjet entrare in altri mercati industriali.

Riassumendo possiamo ritenere che l’evento InPrint Italy a Milano sarà una vetrina che per la prima volta presente le potenzialità nella produzione della stampa decorativa legata al design e all’imballaggio, ma non mancheranno anche alcuni progressi innovativi e interessanti nella stampa funzionale per le tecnologie intelligenti.

InPrint Italy avrà luogo dal 15 al 17 novembre al MiCo-Milano Congressi Fiera Milano City.
Potete registrarvi gratuitamente sul sito  
www.inprintitaly.com.

2016-10-17T17:35:13+00:00ottobre 4th, 2016|INDUSTRIAL PRINTING, MERCATI & AZIENDE|0 Comments

Leave A Comment