//ETICHETTE il digitale supera il convenzionale

ETICHETTE il digitale supera il convenzionale

Da un’indagine Finat per la prima volta le installazioni di macchine da stampa digitali per etichette superano le vendite delle macchine da stampa convenzionali.

Nel 2017, per la prima volta le installazioni in Europa di macchine da stampa digitali per etichette digitali hanno superato le vendite delle macchine da stampa convenzionali. Lo rivela l’ultimo Finat Radar in base a sondaggi condotti da LPC Inc. FINAT RADAR ha inoltre evidenziato che il 2017 è stato un anno di crescita per i settori non primari delle etichette.

Tendenze del settore

Questa edizione di RADAR offre una prospettiva unica sulle tendenze e sugli sviluppi nel settore delle etichette e della stampa a banda stretta in Europa, e dei relativi mercati e prospettive. Oltre ai dati e alle analisi ottenuti dal sondaggio RADAR rivolto ai trasformatori (Converter Survey), contiene una speciale sezione dedicata all’evoluzione della stampa digitale, nonché la prima edizione del FINAT Digital Press Index, relativo ai volumi delle installazioni di ogni produttore europeo di macchine da stampa digitali per etichette per il 2017.
L’indice fa rilevare che il 2017 è stato l’anno in cui per la prima volta, con quasi 300 installazioni di macchine da stampa digitali, il volume delle nuove macchine da stampa digitali per etichette ha superato quello delle macchine da stampa convenzionali installate.

Inkjet in crescita
etichette digitale

Sempre più digitale inkjet per la stampa di etichette

Si tratta di un trend destinato a confermarsi. Il 45% dei trasformatori FINAT ha dichiarato che acquisterà una macchina da stampa digitale nei prossimi 18 mesi, con una proiezione dei volumi per il getto d’inchiostro in sorpasso rispetto a quelli delle soluzioni a toner e ibride.

La relazione include anche dettagli relativi ai livelli di investimento per le macchine da stampa digitali. Quasi il 60% delle macchine da stampa digitali vendute sul mercato europeo nel 2017 appartiene alla fascia di prezzo da 250.000 a 750.000 euro. Il 10% delle installazioni di macchine da stampa digitali ha avuto un prezzo inferiore a 250.000 euro e l’8% oltre un milione.

Segmenti in crescita

Le passate analisi RADAR hanno spesso indicato come settori in più forte crescita i mercati primari delle etichette, ovvero alimentari, bevande, salute e bellezza. Ma nell’ultima RADAR Converter Survey gli interpellati hanno indicato che il 2017 è stato un anno di solida crescita in settori quali quello automobilistico, dei beni di consumo durevoli e dei prodotti chimici industriali. L’unico mercato delle etichette primarie tra i quattro settori in maggiore crescita per il 2017 è stato quello delle bevande.

Il sondaggio ha inoltre chiesto ai trasformatori di giudicare le specifiche aree di applicazione tecnica e indicarne l’importanza in termini di clienti e prospettive. Più del 25% ha risposto che la possibilità di offrire funzionalità di stampa digitale è stata cruciale, mentre solo il 4% l’ha indicata come “non importante”.
Dopo il digitale, gli altri fattori indicati come più importanti includono gli adesivi rimovibili, gli inchiostri a bassa migrazione e le etichette con testo/contenuti estesi.

FINAT RADAR è un valido strumento di benchmarking, che traccia un quadro approfondito e affidabile dello stato dell’arte del settore. I soci lo apprezzano perché consente loro di prendere delle decisioni strategiche consapevoli. Ma anche come prezioso complemento all’ampio portfolio di pubblicazioni tecniche sugli standard di settore fornite dall’associazione e al suo programma di eventi annuali.

2018-10-30T14:32:05+00:00ottobre 13th, 2018|MERCATI & AZIENDE|0 Comments

Leave A Comment