Nuovo CdA per KBA Italia

Scritto da il 23 dicembre 2011 in MERCATI & AZIENDE - Nessun commento

Christoph Müller torna al vertice della presidenza di KBA Italia mentre sono riconfermati Joachim Nitschke, AD e Gian Carlo Banfi DG. Soddisfacente l’andamento 2011 soprattutto per il grande formato e moderato ottimismo per il 2012.

CdA KBA Italia

Il CdA di KBA Italia: da sinistra Joachim Nitschke, Christoph Müller, Axel Kaufmann

Dopo le dimissioni rassegnate da Helge Hansen da Presidente del gruppo Koenig & Bauer per raggiunti limiti di età e le conseguenti dimissioni da presidente di KBA Italia, è stato nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione di KBA Italia, che ha riportato al vertice della presidenza Christoph Müller, Membro del Consiglio di Amministrazione del Gruppo Koenig & Bauer AG.
Il Dott. Axel Kaufmann, Direttore Finanziario e Vicepresidente del Gruppo Koenig & Bauer AG, e Joachim Nitschke, riconfermato anche nella carica di Amministratore Delegato, sono gli altri due membri del Consiglio di KBA Italia. 
Gian Carlo Banfi
viene confermato Direttore Generale.

Moderato ottimismo

L’occasione è stata propizia per una valutazione delle previsioni di bilancio di KBA Italia per il 2011, previsioni che, nonostante il perdurare del clima recessivo del nostro settore, ha soddisfatto il Nuovo CDA e anche le previsioni per il 2012 sono motivo di un moderato ottimismo.
Nel 2011 KBA Italia ha installato 165 gruppi stampa (tra macchine nuove e d’occasione) di cui almeno il 40% nel formato 100×140 o 120 x 160; di rilievo sono stati i contratti fatti con LIC Packaging (12 gruppi stampa più 2 torri di verniciatura nel massimo formato 120×160)  con il Gruppo Pigini di Ancona (10 gruppi stampa nel formato 120×160 al) e i 21 gruppi stampa – 14 nel formato 100x 140 e 7 nel formato 70×100 che saranno forniti nel nuovo anno a De Robertis di Putignano).
Nonostante le difficoltà nell’accesso al credito per le aziende italiane, KBA Italia vede nella vitalità delle stesse un segnale positivo per l’anno a venire, anche grazie  alle novità tecnologiche che presenterà alla prossima DRUPA, che potranno essere di ulteriore stimolo per nuovi investimenti in impianti da stampa, come ha dichiarato Gian Carlo Banfi in un recente incontro con stampatori e cartotecnici della provincia di Milano, sottolineando come, a volte, l’innovazione tecnologica possa contribuire a nuovi incserimenti su un mercato difficile.

Lascia un commento