Etichette da Pixartprinting

Scritto da il 16 maggio 2012 in Label&Pack, MERCATI & AZIENDE - Nessun commento

Pixartprinting, società web to print fondata nel 1994 da Matteo Rigamonti, per la fornitura online di servizi di stampa che conta oggi circa 80.000 clienti in tutta Europa e una media di 3000 ordini al giorno, con un parco macchine sia di stampa digitale sia offset, apre un reparto etichette.

Epson SurePress L-4033A presso Pixartprinting

Il nuovo reparto di Pixartprinting è affidato al sistema di stampa in bobina Epson SurePress L-4033A e a un sistema Sei Laser per il taglio.
Il servizio etichette  già presente nella vetrina virtuale di Pixartprinting con il nuovo reparto dedicato si arricchisce di nuove proposte per rispondere alle esigenze manifestate dai clienti. Comune denominatore sarà la qualità, la stampa in esacromia (CMYK + arancio e verde), possibilità di scelta tra materiali diversi (attualmente proposti carta patinata lucida, carta naturale, polipropilene), tempi di consegna ridotti.

Il servizio Pixartprinting consente di realizzare su richiesta etichette uniche e innovative anche per articoli prodotti in piccoli lotti o edizioni limitate e personalizzate.
Alessandro Tenderini, Direttore Generale Pixartprinting – commenta: «Con questa nuova gamma ci rivolgiamo principalmente alle piccole/medie aziende che operano nel settore food & beverage. In Italia esistono migliaia di realtà che incarnano la tradizione del nostro Bel Paese e che rappresentano il Made in Italy nel mondo. Spesso si tratta di aziende anche a gestione familiare, all’interno delle quali la realizzazione di un packaging particolare ed annessa etichetta può risultare un ostacolo. Rivolgersi a noi come partner per la stampa consente di ottenere una risposta veloce e pratica, costi competitivi e consegne anche in 24h. Ciò che richiedeva un lungo e spesso noioso percorso di contrattazione col tipografo, ora può essere eseguito in pochi semplici passaggi via web.»

Soprattutto vino e bevande

Core business per il reparto etichette, quindi, l’industria alimentare, il cui comparto è caratterizzato da circa 30.000 aziende individuali e circa 30.000 micro-imprese di trasformazione, 6.500 piccole imprese, 200 medie imprese e solo 10 grandi imprese *.
Il servizio etichette on demand offerto da Pixartprinting si rivolge quindi a un target potenzialmente molto ampio. Le aziende possono personalizzare i propri prodotti senza un eccessivo dispendio di tempo, energie e denaro.
Se a oggi quello delle etichette rappresenta una percentuale che intorno al 5% dei ricavi complessivi, Pixartprinting ritiene che sia verosimile ipotizzare un margine di crescita decisamente superiore rispetto ad altri prodotti. Miglioramento qualitativo con la stampa in esacromia  con possibilità di riprodurre ben oltre il 90% dei colori Pantone, fornitura in bobina, performance antigraffio, ampia gamma di supporti, maggiore capacità produttiva, sensibile riduzione dei prezzi. Queste le leve su cui Pixartprinting punterà con l’obiettivo di sviluppare il proprio business nella stampa di etichette.

In linea con il modus operandi dell’azienda veneziana, a monte del lancio di nuovi prodotti, l’implementazione di sistemi produttivi dedicati di ultima generazione.
Abbiamo scelto il sistema Epson SurePress L-4033 − aggiunge Tenderini − in quanto corrisponde perfettamente alle nostre esigenze. È una soluzione di stampa inkjet capace di raggiungere una produttività di 5 m/min e pensata per agevolare sia la prototipazione sia la produzione di piccoli lotti di etichette altamente personalizzate, riducendo significativamente costi e i tempi di integrazione nel flusso di produzione. La versatilità di SurePress L-4033, consente anche di scegliere una moltitudine di materiali di stampa.»
Per quanto riguarda il taglio, il sistema da converting Sei Laser permette agli utenti di dare libero sfogo alla creatività scegliendo qualsiasi forma di etichetta, garantendo inoltre resistenza al graffio e agli agenti esterni.

* cit. INDUSTRIA ALIMENTARE ITALIANA: QUALI PROSPETTIVE DI RICERCA E SVILUPPO? – Società Italiana di Scienze e Tecnologie Alimentari

Lascia un commento