Viscom : prove tecniche di ripresa

Scritto da il 10 ottobre 2013 in Comunicazione Visiva, TECNICHE - 4 Commenti

Questa volta i pessimisti, e noi in primis, sono stati presi in contropiede: i visitatori del Viscom di Milano hanno dimostrato la voglia di fare, senza rassegnarsi al declino che la classe politica ci mostra ogni giorno.

E sono soddisfatti anche gli espositori, in genere piuttosto inclini a criticare le fiere nostrane per lo scarso rapporto qualità/prezzo. Certo, Fiera Milano/Rho ha infrastrutture ancora carenti, ma il Viscom in un unico padiglione (come del resto era stato per Grafitalia/Converflex) ha dato la possibilità di vedere e visitare tutto in poco tempo.
Ciò nonostante abbiamo constatato come molti visitatori si siano soffermati a lungo e con attenzione negli stand a volte tornando sui propri passi per approfondire: buon segno.

Mercato globale

Luciano Bortolini illustra a Tonino Dominici, della cartotecnica Box Marche, il contributo di 4Makers allo spazio VIscomLive

Luciano Bortolini illustra a Tonino Dominici, della cartotecnica Box Marche, il contributo di 4Makers allo spazio VIscomLive

Ma chi erano i visitatori? In questa edizione 2013 ai decoratori e insegnisti per i quali è nata la fiera, si sono aggiunti stampatori offset, flessografi e cartotecnici. Per non parlare degli studi grafici e pubblicitari in cerca di soluzioni per offrire non solo il progetto ma anche il prodotto stampato.
Segno inequivocabile che il mondo della comunicazione stampata è globale ed è cambiato. Il titolare di una importante azienda cartotecnica ci ha detto «Gli stampatori commerciali ora stampano cartone e noi dobbiamo venire a vedere qualcosa di nuovo per noi
Ma cosa c’è di nuovo al Viscom? Innanzi tutto è ormai una rarità vedere le macchine serigrafiche, che dominavano la scena delle precedenti edizioni. E naturalmente domina il digitale dal roll-to-roll al letto piano, dalle piccole stampanti al formato extra large. Ma questa non è una novità.

Cambiano ed evolvono inchiostri e materiali, da un lato cercando la sostenibilità (poca) dall’altro l’efficienza. E anche su questo il discorso andrebbe approfondito: cos’è sostenibile? Il materiale facilmente riciclabile o il materiale prodotto con poco dispendio di energia? Facciamo un esempio: il PVC. In alcuni stand ce lo presentavano come il diavolo da evitare assolutamente. In altri era il piatto forte. Dove sta la ragione? Il PVC (polivinilcloruro) è un polimero a base di cloro, uno degli elementi più abbondanti ed economici in natura (è un sottoprodotto della soda ceduto a prezzo negativo). Ne consegue che la produzione di PVC è conveniente. Inoltre, è autoestinguente (anche se produce vapori poco raccomandabili).

La nuova JV400 di Mimaki con inchiostro latex bianco coprente su supporto adesivo multipolimero esente da PVC

La nuova JV400 di Mimaki con inchiostro latex bianco coprente su supporto adesivo multipolimero esente da PVC

Chiusa la parentesi pseudo-ecologica, dobbiamo dire che in fatto di inchiostri: latex, come dice il nome a base di lattice, e inchiostri a polimerizzazione UV, che costituiscono oggi il cavallo di battaglia di molte stampanti. Naturalmente ancora affiancati agli inchiostri all’acqua e al solvente, tuttora necessari per diverse applicazioni. Altra parentesi: li chiamano eco-solvent, ma di ecologico non c’è nulla, sono inchiostri a solvente e quindi non smaltibili come fossero rifiuti domestici.

Meno appariscenti, ma altrettanto importanti, sono i prodotti gestionali. Oggi non c’è azienda, per quanto piccola, che intenda stampare, sia pure solo in digitale, la quale possa fare a meno di organizzarsi sotto questo aspetto. E per gestionale intendiamo due categorie: la gestione della commessa dal preventivo al consuntivo che permette di conoscere prima che sia troppo tardi se su un lavoro si guadagna o si perde, permettendo quindi di apportare le dovute modifiche, se necessario. Non sono ancora molti a considerare seriamente questo aspetto, i maligni dicono (ma forse hanno ragione) che certi imprenditori preferiscono non sapere se guadagnano o perdono da una commessa. Contenti loro.

Ha destato molta attenzione il gestionale Sprint proposto da B+B

Ha destato molta attenzione il gestionale Sprint proposto da B+B

La seconda categoria consiste nella gestione operativa della produzione.
Alcuni fornitori integrano le due in un unico pacchetto, ma secondo quanto ci ha spiegato Luciano Bortolini di B+B, che allo stand Esko presentava sotto lo slogan “Più motore alla tua produzione digitale” il sistema Sprint, un gestionale studiato per la produzione di oggetti da vetrina e per la comunicazione visiva, ma concepito anche per la cartotecnica e la stampa di etichette, ci ha detto «potevamo integrare Sprint con i prodotti per la preventivazione, ma noi preferiamo focalizzarci sulla nostra specializzazione, cercando sinergie con aziende specializzate nei gestionali per la preventivazione e consuntivazione» come ad esempio Edigit, l’azienda bolognese anch’essa presente a Viscom.

Dal piccolo al grande

Quasi una eccezione, di fronte ai numerosi sistemi di stampa per il grande formato, fulcro dello stand OKI era la nuova stampante LED digitale formato A3 ES9541 con quinto colore, a scelta toner bianco o trasparente. Presente già a Grafitalia, ma mostrata allora solo ai rivenditori, ora ha attirato l’attenzione e l’interesse, dei visitatori. Questa innovazione fornirà infatti una conveniente stampa digitale on demand in bianco e trasparente lucido, consentendo di produrre una grande varietà di applicazioni di stampa a valore aggiunto a prezzi contenuti.
Senza entrare nel particolare dei numerosi sistemi di stampa roll-to-roll e a letto piano ormai ben noti, possiamo notare come la tendenza si orienti verso il latex, che permette di stampare su una gran varietà di materiali, inchiostri privi di odore e caratterizzati da elevata resistenza all’aperto.

L'interessante plotter a letto piano per supporti flessibili o rigidi della swissQprint presso lo stand Fenix

L’interessante plotter a letto piano per supporti flessibili o rigidi della swissQprint presso lo stand Fenix

Interessante a questo proposito l’innovativo inchiostro bianco coprente presentato sulle macchine Mimaki, sia allo stand Bompan che ne è il rappresentante italiano, sia negli stand di rivenditori, come Euroscreen di Sassuolo e Fenix Digital Group di Borgomanero. Quest’ultima rappresenta anche, in esclusiva, i plotter piani swissQprint, sistemi a getto d’inchiostro di fascia alta da quattro a otto (doppio CMYK) e anche nove colori con l’aggiunta del bianco.
Sempre da Mimaki l’interessante dispositivo Kebab, presentato in anteprima alla Fespa di Londra, che permette di stampare su oggetti.

Il termosifone 'stampato' da SmartColor. L'azienda trasforma plotter roll-to-roll in letto piano per oggetti voluminosi

Il termosifone ‘stampato’ da SmartColor. L’azienda trasforma plotter roll-to-roll in letto piano per oggetti voluminosi

Da segnalare in questo settore anche  SmartColor azienda di Montesilvano che trasforma stampanti roll-to-roll in stampanti a letto piano, in grado di stampare anche spessori elevati. Un termosifone, tra gli altri prodotti mostrati, ne è un esempio significativo.
Altri presentavano macchine entry level o di piccolo formato sempre per la stampa su oggetti:tra queste EcoGenio e The UV Eagle60.

Per i tavoli da taglio, Kongsberg, Zünd e Elitron erano presenti con i loro modelli tradizionali sia pure con qualche innovazione negli utensili da taglio.
In particolare Elitron, azienda marchigiana di Monte Urano, presentava come novità assoluta Heleva, il sistema di alimentazione di cartone o materiali rigidi per plotter di grande formato.

Materiali

Sostanziale anche l’evoluzione dei cartoni per realizzazione degli oggetti più svariati, come esemplificato nello spazio Viscom Live cui hanno collaborato diverse aziende espositrici.

I prodotti in cartone a nido d'ape nobilitato hanno suscitato molto interesse

I prodotti in cartone a nido d’ape nobilitato hanno suscitato molto interesse

Dopo l’applicazione con cartone ondulato, grande presenza del cartone con anima a nido d’ape: tra questi da segnalare NidoBoard della Ti-VuPlast di Treviso, nobilitato nella superficie bianca o nera, lucido e opaca. Sono pannelli di cartone alveolare eco-compatibili utilizzati nella realizzazione di display, espositori ma anche allestimenti fieristici e complementi d’arredamento.

Allo stand Epson, stampa inkjet o sfilata di moda?

Allo stand Epson, stampa inkjet o sfilata di moda?

Tra i materiali per la stampa da segnalare la grande varietà di tessuti in poliestere (PET) 100%, misti PET-poliammide e PET-pvc della serie Print Line per stampa digitale dei F.lli Giovanardi di Mantova. Vasta la gamma dei prodotti targati Guandong, che agli ormai affermati prodotti speciali quali Window Graphics Collection, si va dal vedo/non vedo di Double Way Vision Image ai giochi di luce dei retroilluminati  One Way Vision Night&Day. A questi e altri Guandong ha affiancato una serie di prodotti della Textile Collection, tra cui spiccano Canvas Cotone e Canvas Poliestere, e ART Canvas per il mercato fine art e pittorico.

Dorso di una fotocamera a 4 scatti per riproduzione di opere d'arte: un nuovo business

Dorso di una fotocamera a 4 scatti per riproduzione di opere d’arte: un nuovo business

Quest’ultimo ci riconduce allo stand Photo Know-How dove Pietro Del Maschio, noto specialista di prodotti e soluzioni per la fotografia professionale di altissima fascia, ci segnala la tendenza ormai consolidata di riprodurre in stampa digitale le grandi opere d’arte. Ne sono un esempio i quadri di Van Gogh che l’omonimo Museo di Amsterdam espone in sostituzione degli originali conservati in caveau. La riproduzione – professionale – fotografica a quattro scatti viene stampata a getto d’inchiostro su tessuto: un mercato e un business da non trascurare. Si pensi sia alla vendita (un Van Gogh riprodotto è valutato sui 25mila Euro) sia alla salvaguardia di affreschi, dipinti antichi e moderni.

I film adesivi ed estensibili per decorazione di veicoli non hanno limiti: qui un prodotto a superficie vellutata presentato da XMedia

I film adesivi ed estensibili per decorazione di veicoli non hanno limiti: qui un prodotto a superficie vellutata presentato da XMedia

 

Questa Peugeot Stellar è un altro esempio di rivestimento auto con materiale adesivo. La proposta è di MACtac

Questa Peugeot Stellar è un altro esempio di rivestimento auto con materiale adesivo. La proposta è di MACtac

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’immagine di copertina rappresenta un sistema di proiezione multipla  (Watchout) per organizzatori di eventi su grandi schermi. Software e hardware sono di produzione svedese e importati da MeCtech di Faenza, che lo proiettava in Viscom.

4 Commenti on "Viscom : prove tecniche di ripresa"

  1. Carlomaria 10 ottobre 2013 alle 15:23 · Rispondi

    Salve a tutti! Secondo me vi siete dimenticati di http://www.stampalia.it presente al Viscom2013 con veramente un idea innovativa che da la possibilità a tutti gli stampatori di vendere online e a noi clienti di trovare il miglior prezzo della stampa e i migliori tempi di consegna in tutta Italia.

    Secondo me questa è una vera rivoluzione sia per gli stampatori che per le agenzie di comunicazione senza nulla togliere agli altri stand. Il viscom è stato veramente interessante ma per me Stampalia è stata la vera rivoluzione.

    • Marco F. Picasso 11 ottobre 2013 alle 10:33 · Rispondi

      Rispondiamo ai due commenti: è vero, Roland Europe costituiva una delle presenze più significative al Viscom e se abbiamo tralasciato di accennarne è perché già su queste pagine si era parlato, nelle notizie in breve delle soluzioni proposte, anche a Fespa, dalla Casa ormai più che nota in Italia. Si è preferito dare risalto ad aziende meno presenti con azioni di PR e comunicati alla stampa. Ad esempio si è appena fatto il nome, senza descrizioni, dei tavoli da taglio Zund, Kongsberg e Elitron, ben noti sul mercato. Così come non abbiamo parlato delle fustellatrici di Sei Laser o dei sistemi di incisione e taglio Cielle. Del resto questo articolo intende essere un commento generale e non un catalogo.
      Quanto al lettore che ci segnala “l’idea innovativa” di vendere online, ci si consenta di osservare che ormai non è più assolutamente innovativa e le tipografie di questo tipo nascono come funghi. Oltre a quella citata c’era ad esempio PressUp, ma c’era anche Exaprint di Torino, che anziché vendere stampati ai clienti dei tipografi, offre soluzioni innovative senza fare concorrenza. Ma anche di questa avevamo già parlato in altre occasioni e in particolare nel resoconto di Grafitalia, cui rimandiamo.

  2. Vittorio Neri 10 ottobre 2013 alle 21:53 · Rispondi

    Caro Marco,

    Guarda che al Viscom c’era anche il nostro stand e ci siamo divertiti un casino! Scherzi a parte, Ti confermo il clima positivo e il fatto che le persone hanno dedicato più tempo ad approfondire i prodotti. Visto che hai parlato anche di inchiostri, aggiungo che gli eco solventi hanno fatto passi da gigante e sono lontani anni luce dai solventi classici a cui probabilmente ti riferisci.
    Uno degli elementi più apprezzati dai visitatori è stata sicuramente la stampa UV, sia flatbed che desktop. La nuova VersaUV ha avuto sempre ressa attorno, indice della ricerca di nuove opportunità e mercati da parte degli operatori.
    Un abbraccio a te e al tuo staff e un grazie particolare ai visitatori e ai colleghi espositori che, come noi, hanno investito tempo e denaro (nonostante i tempi) per fornire un appuntamento all’altezza della professionalità degli operatori del settore grafico.

  3. Marco Zambon 11 ottobre 2013 alle 11:05 · Rispondi

    Salve, sono Marco Zambon project manager di Stampalia.
    Volevo fare un po’ di chiarezza sul nostro portale e il perché, come è stato scritto da un vostro lettore, è un idea innovativa. Stampalia è un portale dedicato alla stampa, unico nel suo genere. Non vende né produce ma da la possibilità a tutti gli stampatori di vendere online. I clienti che arrivano su Stampalia trovano quindi le migliori offerte di tutte le tipografie italiane. Amiamo il paragone con l’Expedia della stampa.
    Ci differenziamo dagli altri siti perché proponiamo le migliori soluzioni di tutte le tipografie, serigrafie e stampatori d’Italia. I clienti, andando su Stampalia trovano il miglior prezzo, vedono lo stampatore più vicino a loro e possono scegliere dal catalogo di stampa più vasto del web. E’ un grave errore pensare che siamo un sito di vendita online: noi aiutiamo gli stampatori a vendere e i clienti a trovare le migliori offerte.
    Io credo che questa sia la vera innovazione della vendita di stampa online un portale dove offerta e domanda si incontrano.
    Grazie Marco

Lascia un commento