Crea condividi e distribuisci

Scritto da il 16 febbraio 2016 in FORMAZIONE, Gestione, TECNICHE - Nessun commento

Crea sul tuo smartphone o tablet, continua sul tuo desktop, condividi e distribuisci su tutti i supporti, dalla carta ai gadgets, all’editoria digitale, esplora i segreti della nuova creatività. La nuova editoria.

DPE – Digital Publishing Explorers – Creative Evolution, organizzato da Studio 361° , dopo il successo al San Zeno di Verona, si sposta a Milano. Torna infatti a Cinisello Balsamo il 19 marzo 2016 dalle ore 9.00 al Cosmo Hotel Palace con DPE – digital publishing explorers 2.0.

L'aula magna del San Zena gremita per il primo DPE nel marzo 2015

L’aula magna del San Zena gremita per il primo DPE nel marzo 2015

Per questa seconda edizione, sono molte le novità attese, con un generale innalzamento de livello dei contenuti, poiché “l’intenzione – dicono gli organizzatori – è quella di trasferire un vero aggiornamento, che i partecipanti possano poi spendere sul campo”. Nel corso della giornata saranno affrontati anche i temi della creatività e della stampa su supporti “tradizionali” per vederli integrare con il nuovo mercato dell’editoria digitale.

La prima edizione del 2015 aveva offerto una “bussola per orientarsi”nel complesso mondo dell’editoria digitale e fornito gli strumenti per districarsi nella “giungla” delle soluzioni. Questa seconda edizione intende mostrare come sta evolvendo il mondo della creatività per vederla distribuire su ogni tipo di supporto. È nata così l’occasione giusta per capire e sfruttare le potenzialità del nuovo business, per conoscere affermati professionisti del settore a cui rivolgersi per formazione, consulenza e realizzazione di progetti editoriali digitali.
DPE_guruAbbiamo sentito in proposito Michela Di Stefano, Adobe Guru, titolare di Studio 361°.

La prima edizione del DPE, lo scorso a Verona; è stato un esperimento, ma le sue ricadute sono state così interessanti da convincervi a insistere.
Non eravamo del tutto nuovi a questo genere di iniziative, perché già nel 2011 Studio 361° aveva organizzato un incontro per le stesse finalità a Brescia. Forse i tempi non erano ancora maturi e la maggior parte dei partecipanti non aveva ancora ben inteso potenzialità insite nei cambiamenti cui stiamo assistendo da qualche anno.

Cos’avevate proposto in quella occasione? 

Luca Pianigiani di Jumper spazia sul futuro dell'editoria digitale

Luca Pianigiani di Jumper spazia sul futuro dell’editoria digitale

Insieme a Luca Pianigiani, di Jumper, avevamo mostrato un’ampia panoramica illustrativa del cambiamento che avrebbe avuto luogo nei successivi 5 anni, sull’arrivo dei nuovi supporti (i tablet e gli eReader) per distribuire i contenuti digitali.

Sono trascorsi 4 anni prima che apparisse opportuno riproporre l’iniziativa…
Davvero un lunghissimo periodo di gestazione per un evento che, svoltosi nel marzo 2015, ha poi fatto registrare un elevato consenso e molto interesse da parte degli operatori.

Come dire che il segreto del successo è nei tempi, oltre che nei contenuti.
È vero che il tempo ci sta dando ragione, ed è per questo che in vista della seconda edizione – immaginando che confermerà la buona accoglienza della prima – stiamo muovendoci in fretta per non perdere occasioni in un mercato che inizia a dare segni di vivacità e per offrire il meglio a chi si affida a noi per le più attuali esigenze di consulenza e formazione.

Avete sufficiente esperienza per valutare, scegliere e consigliare gli strumenti giusti. Eppure c’è la sensazione è che siate ‘pionieri’. Sono pochissime, sulla scena nazionale, le realtà capaci di scelte così avanzate.
Non siamo in molti, soprattutto se si escludono i molti che nel nostro settore improvvisano competenze e soluzioni. Siamo però in buona compagnia: fra i veri professionisti includerei i colleghi di Jumper, Simplicissimus che ha iniziato con l’attività di distribuzione per i grandi editori ed alcuni grandi editori impegnati nella realizzazione di progetti di editoria digitale che erano in grado di finanziare le proprie piattaforme editoriali digitali (CondeNast con Wired italia è un esempio, anche se ora hanno cambiato strategia di comunicazione).

Editoria distribuita

Editoria distribuita

Nella storia di Studio 361, network di professionisti, c’è un prodotto interessante come la rivista digitale Flow, certamente una sfida. Che segno ha impresso nel vostro modus operandi?
Dobbiamo a Flow Magazine la scoperta di moltissimi aspetti del mondo degli Stores, di realtà attive al di fuori dell’editoria tradizionale. Ad esempio ci ha permesso di partecipare al Positive Business Forum di Milano il 28 marzo 2013… ed è quasi incredibile – solo ora me ne rendo conto – il 28 marzo 2015 abbiamo organizzato il DPE, che coincidenza!

In senso più ampio, avete già qualche idea per le future edizioni di DPE?
Operiamo in un mercato che è in veloce evoluzione, ed è difficile anche per chi, come noi, se ne interessa da sempre, fare delle previsioni. Pensiamo che crescerà molto l’utilizzo dei tablet o dei computer touch per i creativi in sostituzione dell’attuale computer portatile. Il proliferare di applicazioni sempre più vicine agli attuali software professionali e la comunicazione visiva sempre più “immersiva” con la realtà aumentata (A.R.) ci stimolano a studiare, testare e rendere per offrire soluzioni di qualità. Così come non è la macchina fotografica a fare il bravo fotografo, avere un buon computer per essere dei creativi o degli autori talentuosi perché si può realizzare semplicemente un eBook… serve molto di più!

In vista dell’incontro di marzo a Milano, c’è qualche anticipazione sui relatori e sul programma?
Senza svelare le molte novità che attendono i partecipanti, possiamo anticipare che c’è stato da parte nostra un grande impegno per innalzare il più possibile il livello dei contenuti con l’intenzione di trasferire un vero aggiornamento, spendibile poi operativamente.
Nel corso della giornata saranno affrontati anche i temi della creatività e della stampa su supporti “tradizionali” per vederli integrare con il nuovo mercato dell’editoria digitale per mostrare come sta evolvendo il mondo della creatività e vederla distribuita su ogni tipo di supporto.
_____________________________________________

Per tutti i dettagli sulla scorsa edizione, potete visionare i seguenti link:
Sito evento: http://www.digitalpublishingexplorers.it
Podcast della prima edizione: https://soundcloud.com/studio361

VIDEO DELLA GIORNATA
Sintesi 20’: http://youtu.be/-7SfvqZOfk8
Trailer 1.50’: http://youtu.be/PO8O07_G_sA

Lascia un commento