//Innovazioni nella stampa inkjet

Innovazioni nella stampa inkjet

A drupa 2016 sono state presentate diverse soluzioni innovative in ambito stampa digitale. Tra queste segnaliamo la nuova Océ ColorStream 6000 Chroma per stampa inkjet a bobina.

Visitando lo stand Canon, ci ha colpito il prototipo della rivoluzionaria macchina a foglio Voyager di Canon, per una stampa di elevatissima qualità, che sembra essere una risposta concreta alla ‘nanostampa’ che ha suscitato tanto interesse, quanta perplessità per tutto il periodo della fiera di Düsseldorf.
Ma restando nel concreto ci soffermiamo sulla nuova Océ ColorStream 6000 Chroma con tecnologia DigiDot, che Canon ha presentato come evoluzione della serie ColorStream di cui sono installate oltre 450 unità in Europa.

Inchiostri innovativi

Lanciata proprio in occasione di drupa, questa soluzione presenta i nuovi inchiostri Chromera, che con il loro alto carico di pigmenti sono in grado di offrire una gamma cromatica più ampia con un’accurata riproduzione dei colori e una buona densità ottica. Gli innovativi inchiostri Chromera permettono anche di utilizzare supporti più leggeri con trasparenza ridotta ottenendo documenti di buona qualità su carta non patinata o trattata per stampa inkjet.

Estensione di applicazioni

Riccardo Porro, che ci accompagna nella visita dello stand Canon, ci spiega: «La nuova ColorStream 6000 Chroma amplia il mercato della nostra principale piattaforma inkjet ad alimentazione continua per i clienti che richiedono una qualità del colore più elevata. Per questa ragione il nuovo modello è una proposta allettante per quegli stampatori che necessitano una maggiore versatilità dei sistemi per ampliare lo spettro di applicazioni con la stampa digitale
Oltre alla velocità in esecuzione che raggiunge i 127 m/min in modalità a colori, la tecnologia Océ HeadSafe consente il passaggio tra la stampa a colori e monocromatica con velocità di stampa monocromatica massima di 150 m/min, mantenendo la qualità uniforme per tutte le copie. La larghezza di stampa è 540 mm e la larghezza carta 560 mm.

Meno sprechi

Come nelle piattaforme ColorStream 3000 e ColorStream 3000 Z, il sistema di stampa presenta anche una funzionalità per evitare sprechi di carta all’avvio e in pausa e un’interfaccia di post-elaborazione intelligente che consente la stampa efficiente di libri a tiratura bassa con lunghezze delle pagine variabili senza riavviare la macchina.
La produttività di ColorStream 6000 Chroma è ottimizzata grazie alla nuova funzione di elaborazione dell’immagine ‘pre-fire’ che assicura uniformi dimensioni e posizionamento delle gocce, da cui una copertura liscia dell’inchiostro per grandi aree di colore denso adatto per le applicazioni di stampa commerciale più impegnative.
Le stampanti Océ ColorStream serie 6000 sono configurabili con 6 colori per stampa monocromatica, a colori e con inchiostri speciali come quelli di tipo MICR e di sicurezza, che danno valore aggiunto alle stampe.

Océ ColorStream 600

Océ ColorStream 6000 Chroma

Interessanti anche le ridotte dimensioni con un buon rapporto ingombro-produttività.

Integrazioni

Océ ColorStream 6000 è in grado di integrarsi con soluzioni di finitura di terze parti per taglio, piegatura, pinzatura, perforazione e imbustamento. Un’interfaccia di post-elaborazione intelligente di Tipo 1 assicura le massime prestazioni.
Le innovazioni più recenti del nuovo workflow PRISMA e del controller SRA MP garantiscono maggiore qualità e produttività. Il nuovo supporto per Adobe PDF Print Engine 3.8 e PDF X4 assicura una copertura completa per i workflow delle arti grafiche. Inoltre, gli ultimi sviluppi della stampa AFP/IPDS (IS/3) consentono di soddisfare le esigenze più complesse nella stampa di dati variabili
Ulteriori e dettagliate specifiche tecniche si possono scaricare qui.

Nell’immagine accanto al titolo uno scorcio dello stand Canon a drupa con, al centro, la ColorStrem 6000 Chroma collegata alla linea di finitura.

2016-06-29T09:43:31+00:00giugno 27th, 2016|TECNICHE|0 Comments

About the Author:

Laureato all'Università di Genova. Giornalista tecnico, da vent'anni nel settore della stampa e arti grafiche; è stato redattore di Rassegna Grafica, direttore di Graphicus; docente al Politecnico di Torino. Attuale direttore di MetaPrintArt.

Leave A Comment