Sinergie tra stampa serigrafica e stampa digitale

Scritto da il 22 settembre 2017 in INDUSTRIAL PRINTING, TECNICHE - Nessun commento

Per gli esperti di serigrafia la stampa digitale ha destato grande interesse fin dagli anni ’90 in quanto rendeva possibile la stampa ad alta definizione su un’ampia gamma di materiali con una eccezionale flessibilità nel cambiare l’immagine senza investimenti costosi in telai e matrici.

Per “stampa digitale”  gli operatori del settore serigrafico considerano quasi esclusivamente la stampa inkjet a differenza di altre tecnologie non adatte ai serigrafi per l’elevato costo delle macchine, di gestione e manutenzione.

Ma quali sinergie sono possibili tra la serigrafia e la stampa digitale ? Giriamo la domanda a un esperto di inchiostri e macchine serigrafiche Giampaolo Coin di Grafco.

Coin – In primo luogo abbiamo considerato le caratteristiche “forti” e “vincenti” della tecnologia di stampa serigrafica e tessile; quindi su questa base abbiamo ragionato in termini di quali sono le caratteristiche della serigrafia che possono supportare la stampa inkjet.
Da queste considerazioni abbiamo individuato alcune “caratteristiche vincenti”.

Quali ?

La stampa serigrafica è in grado di depositare su una superficie piana o tessile qualunque compound con lo spessore voluto. Di conseguenza la stampa serigrafica può dare in modo veloce e semplice elevatissime coprenze anche su fondi scuri di superfici piane o tessili.

Bene, ma visti i vantaggi della stampa inkjet, quali sono le ricadute in termini tecnologici e di innovazione per la stampa digitale in campo serigrafico ?

Abbiamo da anni affrontato questo argomento e il nostro laboratorio dopo studi accurati oggi è in grado di fornire specifici prodotti sia in base UV, solvente o all’acqua per il settore tessile, che ottimizzano in modo sostanziale le performance della stampa inkjet.

In termini pratici ?

In pratica abbiamo condotto nei nostri laboratori un gran lavoro di testing e di messa a punto per ottenere una ampia gamma di compound che, applicati su una superfice plastica o tessile, avessero elevate solidità e adesioni e che, una volta asciugati consentissero alle gocce di inchiostro di non allargarsi nel momento in cui impattavano su tali superfici. In poche parole, abbiamo studiato, e sviluppato, primer da applicare in serigrafia su vari materiali che, una volta asciugati o polimerizzati, offrissero delle ottime superfici inkjet receptive.

Ci puoi fare degli esempi pratici per l’utilizzo dei prodotti Grafco ?

Effetti del trattamento con Digit sulla precisione del punto

I nostri primer DIGIT S110, che vengono applicati in serigrafia, migliorano le adesioni sui vari supporti degli inchiostri inkjet UV su materiali plastici che presentano problematiche di adesione, e agiscono allo stesso tempo nella formazione del punto all’impatto della goccia in modo da aumentare la definizione e migliorare di molto la resa colore.

Sappiamo che i formulatori di inchiostri inkjet continuano a fare ricerca e sviluppo e a proporre ogni mese inchiostri più performanti…

Sono perfettamente d’accordo ma, ciò richiede tempo, e data la complessità del settore inkjet in cui vengono proposte teste di stampa nuove ogni anno, queste aziende lavorano su larga scala e non hanno la possibilità di formulare inchiostri inkjet per soddisfare anche le specifiche esigenze dei singoli clienti.

Nel senso che i vostri prodotti sono, diciamo così, personalizzati ?   

Personalizzati sarebbe troppo, ma diciamo ‘orientati’. Per esempio, quando il cliente non può cambiare il materiale su cui deve stampare in inkjet; o per avere la massima qualità del risultato vuole utilizzare l’attrezzatura inkjet selezionata con gli inchiostri originali imposti dalla casa costruttrice. O ancora, quando ha competenze tecniche di serigrafia. In tutti questi casi si rivolge a noi affinché i nostri tecnici di laboratorio gli formulino un compound Digit Primer, realizzato ad hoc da stampare in serigrafia e, che in una fase successiva, riceva in modo ottimale la stampa inkjet. Talvolta ci vengono anche fatte richieste di speciali vernici di protezione che proteggano la stampa per specifiche resistenze industriali, come la linea Digit Shield.

I produttori di macchine inkjet oggi puntano anche sul bianco. E Grafco ?

Assolutamete sì. Faccio notare che i nostri primer possono essere prodotti sia trasparenti sia in versione bianco coprente in modo da velocizzare la produzione: con l’utilizzo del bianco di fondo serigrafico la coprenza può raggiungere livelli ottimali. A questo si aggiunga il vantaggio che la stampa digitale si limita alla quadricromia CMYK e quindi in tale configurazione le attrezzature inkjet sono in grado di lavorare alla massima velocità di produzione

Avete sviluppato prodotti anche per il mondo dell’inkjet tessile 

Grafco stampa su T-shirt con e senza trattamento

Dal 2007 Grafco ha un reparto dedicato alla formulazione di inchiostri a pigmento inkjet in base acqua per il mondo tessile, di conseguenza abbiamo sviluppato anche i trattamenti (DIGIT W) da applicare in serigrafia a quadro o a cilindro sui tessuti per migliorare i risultati ottenibili sia in termini di forza colore, sia di definizione e resistenza al lavaggio con i nostri inchiostri inkjet a pigmento quando vengono applicati sopra i nostri pre-trattamenti.
Devo dire che abbiamo scoperto alcuni clienti che usano a nostra insaputa i nostri trattamenti con inchiostri a pigmento inkjet di altre case proprio perché hanno potuto vedere e toccare con mano la differenza di tecnologia che vi è dietro i nostri compound. Non dimentichiamo che questi prodotti sono il risultato di una decina di anni di ottimizzazioni in applicazioni industriali.

Questi prodotti possono essere utilizzati anche per macchine DTG o le nuove carousel ?

Macchina carousel per la stampa serigrafica

Durante l’ultima FESPA di Amburgo praticamente ogni produttore di macchine da stampa per il settore tessile ha presentato la propria soluzione di bridge di stampa inkjet montati sia su macchina tradizionale carousel circolare che su macchine ovali per la stampa di T-shirt e capi d’abbigliamento. È oramai chiaro che la combinazione serigrafia / stampa inkjet a pigmento è la strada scelta dai produttori di macchine da stampa tessili di capi di abbigliamento per avere una buona velocità di produzione combinata con una accettabile qualità della stampa finale e per velocizzare la stampa di capi scuri.

Quindi la serigrafia è ancora una tecnologia con prospettive…

La serigrafia, grazie alle sue “caratteristiche vincenti” che elencavo prima, è in grado di offrire ottime soluzioni di supporto alla stampa tessile inkjet. Per questo Grafco da anni sviluppa prodotti specifici innovativi per la serigafia come come per esempio i nuovi primer ad azione corrodente estremamente morbidi e con proprietà ‘inkjet receptive’ oppure con effetti speciali come glitter o effetti oro/argento sempre con superfici che offrono ottime proprietà ‘inkjet receptive’. La tecnologia inkjet a pigmento ha anch’essa ottime possibilità applicative sui tessuti e la combinazione di queste due tecnologie consente risultati davvero potenti. Secondo noi di Grafco i prodotti e la tecnologia ci sono. Ora la parola passa agli stilisti e ai creativi, ricordando la citazione di Nicolás Gómez Dávila: “L’invenzione di tecniche precede di solito l’arrivo dell’artista capace di utilizzarle.”

 

 

 

 

Lascia un commento