Come scegliere tra flessografia e offset

Scritto da il 3 dicembre 2009 in Label&Pack, TECNICHE - Nessun commento

Flessografia o offset : cosa è meglio e quando – Risponde Helmut Mathes, consulente produzione Arti Grafiche – esperto stampa flexo e produzione in linea folding carton.

Nella produzione di scatole pieghevoli e astucci, da che tiratura la stampa flexo con fustellatura in linea è più produttiva della stampa offset a foglio con la fustellatura su autoplatina?

La produzione in flexo con la fustella in linea è quasi sempre più veloce e con una produttività più alta se il formato della macchina offset e la larghezza stampa della macchine flexo sono simili. Per esempio: macchina offset 70 x 100 cm e una macchina flexo con larghezza stampa 670 (850) mm, oppure offset 100 x140 cm con una macchina flexo larghezza stampa 1000 mm (1250 mm).
In linea di massima si può usare una macchina flexo anche più piccola per avere la stessa produttività del sistema offset: la fustella stabilisce la produttività della stampa a foglio. Nella stampa flexo è da tenere presente la direzione della fibra, che corre sempre in direzione della stampa. Il formato delle scatola da stampare e la direzione della fibra diventa quindi il criterio per la scelta della larghezza stampa della macchina flexo.
Sulla produttività esiste la formula: una macchina offset ha bisogno di (quasi) 2 autoplatine; una linea flexo con fustella ha quindi la produttività di 2 macchine offset e 3 fustelle autoplatine.
Esempio: macchina offset 70 x 100 cm velocità di stampa 9.000 fogli/ora, autoplatina 70×100 cm velocità 7.000 fogli ora;
Macchina Flexo con fustella piana in linea, velocità180 m/min x 360 colpi/min della
fustella = 21.600 cut-off/fogli per ora
Esempio concreto:
scatola 26,5 x 33,7 cm direzione fibra 33,7 cm
produzione Flexo larghezza nastro 820 mm. Produzione offset formato carta 1370 x 860 cm
produzione offset foglio + autoplatina
Resa flexo 6; Resa offset12
velocità produzione Flexo 180 m/min velocità offset 9000 fogli velocità autoplatine 6.000 fogli/ora
produzione in 1 ora 16.023 cut-off offset .9.000 fogli autoplatine 6.000 fogli
fustellati in 1 ora 96.142 pezzi offset108.000 pezzi autoplatine.72.000 pezzi
Produzione con 2 fustelle 142.000 pezzi
Macchine 1 linea flexo offset 1 macchine autoplatine 2 (1,5)
Personale Flexo 4. macchina offset 3 autoplatine 3 per trasporti interni 1)
Tempo cambio lavoro Flexo 80 min offset 60 min. Autoplatine 2 x 90 min
Tempo cambio lavoro totale in offset 240 min
Quindi se la tiratura è 500 fogli, 5.000 oppure 50.000 fogli la flexo è sempre più veloce; più alta la tiratura e più lungo diventa il tempo per produzione la stampa. Il tempo di avviamento e sempre uguale se stampa 200 fogli in circa 10 minuti oppure 9.000 fogli in un’ora.

Quanto costa in meno la stampa flexo con fustellatura in linea rispetto alla stampa offset con fustellatura su autoplatina?

Prendiamo un esempio pratico
Scatola 26,5 x 33.7 cm stampa 4 colori+ vernice, carta 350 g/m2
Tiratura 833.334 fogli i quali sono 10 Mio di fustellati 85×135 cm.
Offset 101×143 cm e una autoplatina 101×142 cm
Rotativa flexo: Gallus INTRO 8001 larghezza stampa 820 cm con fustella piana in linea
Costo 1000 scatole/fustellati :
In flexo 19,97 €; in produzione offset 26,22 € (stampa 22,95 € + fustellatura 3,27 €)
Il costo flexo è il 76,1% del costo offset con un risparmio del 23,9%.
Produzione flexo 2 turni anno : 342,98 milioni di scatole (7.386 tonnellate) di questo tipo
Tempo produzione in flexo di 10 Mio di scatole: 105 ore (stampa 104 ore + avviamento 1 ora)
Tempo produzione offset di 833.334 fogli: 233 ore (stampa 92,6 ore + Avviamento 1 ora + autoplatina 138,9 ore + avviamento 1,5 ore)
Tiratura 600.000 scatole = 50.000 fogli offset
Costo 1000 scatole/fustellati:
in flexo 22,71 € ; produzione in offset 29,31 e (stampa offset 24,03 € + autoplatina 5,28 €)
il costo flexo è il 77,5% del costo offset:con un risparmio di 25,5%.
Produzione flexo 2 turni anno: 301,36 milioni di scatole
Tempo produzione flexo 600.000 scatole: 7,2 ore (stampa 6,24 h + avviamento 1 h)
Tempo produzione offset 600.000 scatole: 16,3 ore (stampa 5,5 h + avviamento 1 h + fustellatura 8,3 h + avviamento 1,5 ore).

Fino a quante copie/pezzi fustellati si può scendere con la stampa flexo con la fustella in linea?

Qui è necessaria una premessa: la forma di fustella costa sempre uguale sia per la autoplatina sia per la fustella in linea; in certi casi la fustella in linea costa meno perché la forma è più piccola – minore resa per foglio – quindi anche l’avviamento può essere più breve.
Le matrici offset e flexo hanno sempre lo stesso prezzo sia per 1000 copie, sia per 300.000. La matrice flexo permette di stampare fino a 500/700.000 copie – dipende dal cartone, degli inchiostri e del tipo di lastra; con forma offset (alluminio con cottura) si stampa fino 200/250.000 copie e dipende anche qui dal cartone, inchiostro, tipo di lastra, dopo un certo numero di copie la forma offset perde in qualità di stampa. Escludo l’uso di lastra bi/trimetallica con cottura.
La lastra offset 70×100 cm costa circa 35 – 45 € ; lastre 100×140 cm circa 70-85 €. Una lastra flexo 70×100 m costa sui 245 e, una lastra 100×145 costa circa 490 €.
La differenza delle lastre flexo è che non si usano in genere lastre del formato massimo, ma lastre più corte (lunghezza da 33 cm in avanti) e la larghezza a seconda di quante scatole si dispongono sul nastro. La lastre flexo si incolla con nastro bi-adesivo sulla sleeve. Spesso si usa 2 giri di cilindro/sleeve di stampa per una lunghezza della forma di stampa per ridurre il costo delle lastre. Per esempio 2×25 cm sviluppo stampa, con lunghezza della forma fustella 50 cm. Una lastra: 25 cm di lunghezza stampa x 60 cm larghezza stampa costa 53 €. Si cerca sempre di usare la lastra più corta e più stretta possibile.
Quindi in questo caso il costo lastra flexo è 53 € contro la offset a 40 € (formato 70×00) Se ci sono ristampe o tirature lunghe il costo della lastra flexo si riduce sulla tiratura totale. Quindi il costo lastra incide quando la tiratura è molto bassa senza ristampe.
Ma anche in questo caso bisogno guardare il quadro completo degli costi: prendiamo un esempio pratico.
Astuccio farmaceutico 14,9 x 15,4 cm 5 colori + vernice; tiratura 5600 astucci = 200 fogli offset 70x100cm.
Produzione in flexo costa il 64,1 % della produzione in offset.
Costo 1000 astucci in flexo 144,78 € ; in produzione offset a foglio 225,74€ (stampa 63,45 € + fustella 162,29 €)
Produzione a 3 turni anno: in flexo si produce 34,32 milioni di astucci di questo tipo (210 tonnellate).
Macchine considerate nell’esempio: Heidelberg 70×100 cm + fustella Bobst 70×10 cm; Linea flexo Gallus CCS 510.
Con la Stampa flexo l’avviamento è,più corto sulla macchina da stampa e l’avviamento della fustella avviene durante la preparazione parte stampante = 1 ora. Scarto carta totale in avviamento: 180 m circa.
Avviamento offset: 1 ora e 250 fogli scarto; avviamento fustella: 1,5 ora e 50 fogli scarto;
totale tempo produzione in offset = 2,5 ore – (stampa 1 ora + fustella 1,5 ore) fogli di scarto 300.

Quali sono i vantaggi della macchina flexo a tamburo centrale in confronto della macchina flexo in linea (macchina a castelli singoli) e quale macchina è più adatta per la stampa mista?

La macchina a tamburo centrale si usa sopratutto per la stampa su materiale flessibile (film/laminati) cioè materiale non stabile nelle dimensione (perché si allunga sotto tiro). La macchina in linea è adatto per la stampa su cartone, carta, alluminio, materiale stabile e meno sensibile alla tensione del nastro che non si allunga. Lasciamo aperta la questione restringimento nel passaggio degli forni, che si può compensare nella riproduzione.
Sulla macchina con tamburo centrale il materiale è avvolto sul cilindro pressione per tutte la fasi della stampa dal primo all’ultimo colore, quindi il materiale non si può muovere o deformare durante la fase di stampa e nel passaggio sotto gli interdeck (forno aria calda o lampada UV) e quindi il registro è perfetto. Inchiostri base acqua/solvente hanno poi un forno di 4 a 8 metri sul ponte sopra il gruppo stampa prima del riavvolgitore.
Il limite della macchina a tamburo centrale è che può avere 4, 6 ,8, 10, 12 colori, ma se servono più colori/gruppi stampa per la stampa sul retro oppure verniciatura, colori speciali, ecc si possono aggiungere elementi Stack prima o dopo la stampa sul tamburo e qui possono esserci problemi di registro perché il nastro non e guidato. Inoltre, non conviene di usare vernici nei gruppi stampa del tamburo centrale per problemi di pulizia.
La macchina in linea può avere fino a 16 – 18 e più elementi di stampa quindi si può anche combinare stampa flexo con stampa offset, rotocalco, serigrafia, hotfoil e cold foil. Si può stampare anche sul retro, laminare, ecc. Gli elementi stampa flexo possono essere usati con inchiostri base acqua, solvente e UV perché su ogni elemento stampa si può installare un forno ad aria calda e anche lampade UV. Sulla macchina a tamburo centrale non si possono usare inchiostri UV e inchiostri base acqua oppure solvente perché non c’è spazio per 2 tipi di forni.
Riguardo la qualità, la stampa sulla macchina in linea è molto nitida (meno dot gain) perché la zona di stampa (il gap) è più stretta perché il cilindro di pressione ha un diametro piccolo. Il fatto che ogni elemento ha un forno permette anche alte velocità fino a 600 – 700 m/min con inchiostri base acqua oppure inchiostri UV perché c’è spazio per montare forni lunghi. Sulla macchina a tamburo centrale la distanza tra un colore e il prossimo e circa 50 – 60 cm. Con inchiostri UV c’è il problema che il calore delle lampade entra nella macchina e quindi occorre un sistema complesso di raffreddamento (sulla macchina in linea le lampade sono fuori macchina e lavorano contro un rullo raffreddato).
Si può usare anche un tamburo centrale con diametro più grosso per aumentare lo spazio oppure mettere meno gruppi stampa, quindi si può stampare anche a piena velocità. Un tamburo centrale ha un diametro tra 2 a 3,5 m, ma se si mette un tamburo con 5 – 6 metri diametro la macchina diventa molto alta 8 – 10 metri.
La macchina in linea e più lunga della macchina a tamburo centrale, mediamente da un minimo di 10 metri in su. Una 8 colori a tamburo centrale è circa 20 metri, mentre una 8 colori in linea è circa 30 metri. La macchina in linea costa di più di quella a tamburo centrale.
L’accessibilità è migliore sulla macchina in linea: si può entrare tra gli elementi, mentre per la macchina a tamburo centrale servono sistemi di sollevamento per raggiungere i gruppi a 6 o 8 metri.
Le macchine a banda stretta per etichette sono quasi tutte in linea con i elementi sopra una banco continuo e quindi facilmente estraibili e intercambiabili con larghezza nastro fino 500/600 mm e velocità di stampa 150/200 m/min.
Non dimentichiamo che esiste anche la macchina STACK fino a 8 colori con elementi stampa sovrapposti; è una macchina più economica e va bene per la stampa di sacchi di carta industriale farina/cemento/buste/sacchetti e film tubolare che richiede la stampa fronte/retro. Il problema della macchina stack è il registro con materiale instabile; è simile alla macchina in linea, ma non c’è spazio tra gli elementi per compensare o variare il tiro. La qualità di stampa è abbastanza buona per lavori semplici e la macchina costa poco.

Helmut Mathes

Lascia un commento