Stampa a caldo in grande formato: prima macchina al mondo

Scritto da il 20 aprile 2012 in Label&Pack, TECNICHE - Nessun commento

È stata l’azienda tedesca Leissing Druckveredelung GmbH & Co. KG, con sede a Landau nel Palatinato, la prima al mondo a investire nella Expertfoil 142 da Bobst per la stampa a caldo nel formato 100/140.
La macchina, la prima di questa categoria nel formato 1420×1020 mm, è frutto di una stretta collaborazione tra la stessa Leissing e i tecnici della Bobst a Losanna.
L’installazione della innovativa Expertfoil 142 avrà luogo verso la fine dell’estate 2012, e l’inizio della produzione è previsto in autunno.

«Per le tipografie − ha detto Norbert Schulz, Amministratore Delegato dell’azienda che appartiene al Gruppo Gräfe − non ha molto senso eseguire la stampa e la fustellatura in formato 1420×1020 mm se poi devono scendere al formato IIIb durante la lavorazione.»
Lavorare senza soluzione di continuità nel formato 1420×1020 mm per l’intero processo di produzione è notevolmente più interessante da un punto di vista economico.

«Grazie a Expertfoil 142 − ha aggiunto Schulz parlando così le motivazioni alla base della decisione di investimento − ora possiamo offrire ai nostri clienti una lavorazione redditizia nelle grandi tirature, assicurando così un’elevata produttività e prezzi più competitivi». La filosofia dell’azienda è quella di “pensare per processi” come si è dimostrato con lo studio condotto in collaborazione con Bobst per realizzare e installare nei prossimi mesi la nuova Expertfoil 142.

Ma come è nato il progetto?

Circa tre anni fa Norbert Schulz chiese a vari produttori se e quando fosse possibile fornire una macchina per la stampa a caldo nel formato 1420×1020 mm.  A Losanna, Schulz e la sua richiesta hanno trovato le porte aperte. «Abbiamo fiducia nella competenza tecnica di Bobst per realizzare una macchina di questo tipo», ha detto Schulz la cui azienda è cliente Bobst da oltre dieci anni. Chiaramente anche le esperienze positive per quanto riguarda l’affidabilità delle macchine e del servizio assistenza Bobst sono intervenute in favore della collaborazione con l’azienda svizzera per lo sviluppo della nuova macchina.

«In particolare, nel caso di commesse con margini ridotti, la possibilità di realizzare tutte le fasi del processo produttivo nel formato 1420×1020 mm può fare la differenza − afferma Schulz −. Ad esempio, per i calendari di Natale, in futuro grazie al formato più grande sarà possibile lavorare quattro calendari per foglio anziché i due lavorati finora. Allo stesso tempo, altri prodotti di stampa, come ad esempio gli espositori, potranno essere realizzati con la nuova macchina in un solo passaggio
In tutti questi settori i clienti di Leissing Druckveredelung [la cui aggiunta al nome nome significa nobilitazione dello stampato – ndr] – prevalentemente stampatori per il packaging – potranno usufruire dei vantaggi del formato 1420×1020 all’interno dell’intera catena di produzione. A questo si aggiunge la particolare efficienza energetica della macchina per la stampa a caldo, in quanto in grado di lavorare con un formato di fogli doppio rispetto alle convenzionali macchine più grandi.

Così infine Schulz rivela l’obiettivo strategico dell’azienda: «Con Expertfoil 142 disponiamo di una caratteristica unica nell’ambito dell’intero mercato europeo che aumenterà significativamente la nostra notorietà. Qualora si debbano assegnare commesse di lavorazione, in futuro si penserà automaticamente a Leissing.»

Stretta collaborazione

Durante la progettazione della nuova macchina per la stampa a caldo in grande formato, Bobst ha tenuto conto di tutta una serie di richieste specifiche da parte di Leissing Druckveredelung. Tra queste troviamo la richiesta di un facile accesso macchina per una maggiore ergonomia e per un approccio innovativo alle operazioni di regolazione impianto e stabilizzazione dei fogli.
In questo modo si stabilisce il corso per l’ulteriore espansione di Leissing Druckveredelung: per poter allestire in modo ottimale il processo logistico totalmente improntato sulla nuova macchina, l’azienda prevede di ampliare la propria struttura.

 

Norbert Schulz, Amministratore Delegato di Leissing Druckveredelung GmbH & Co. KG (a sinistra), e Volker Claus, Responsabile Vendite di Bobst Group Deutschland

Rispetto alla macchina Expertfoil 142 presenteremo in prima mondiale maggiori dettagli in occasione di drupa: «Con Expertfoil 142 Bobst guadagna ulteriore terreno nel settore della stampa a caldo. La nuova macchina per grandi formati offre ai nostri clienti un vantaggio competitivo decisivo», ci ha detto Jean-Luc Cachin, le cui responsabilità in Bobst comprendono il marketing delle macchine per stampa a caldo.

Maggiori informazioni sulla nuovissima Expertfoil 142, i trasformatori potranno averlo visitando lo stand BOBST in drupa – padiglione 10, stand A04

Leissing Druckveredelung GmbH & Co. KG è stata fondata alla fine degli anni 80 e contava all’epoca sei collaboratori. Dal 2007 la sede principale dell’azienda, con gli attuali 20 dipendenti, si trova a Landau in der Pfalz. Da qui serve i propri clienti nell’intera regione del Rhein-Main fino al territorio francese. Parte del gruppo Gräfe, l’azienda conta un’altra sede a Bielefeld. I suoi clienti sono prevalentemente tipografie che affidano a Leissing lavorazioni di altissima qualità con ogni effetto immaginabile di packaging per dolci, cosmetici, farmaci o sigarette, etichette e stampe commerciali.

Lascia un commento