Imballo alimentare: la rivincita della carta cerata

Scritto da il 21 marzo 2013 in AMBIENTE, Label&Pack, TECNICHE - Nessun commento

In un incontro con la stampa specializzata europea in Belgio, EuroWaxPack, l’associazione europea dei produttori di imballaggi in carta cerata con sede in Olanda, ha indicato la carta cerata come la soluzione più naturale per l’imballaggio dei prodotti dolciari in quanto protegge e preserva prodotti e ambiente.

Secondo EuroWaxPack la carta costituisce il modo più naturale per confezionare dolciumi, formaggi e carne e oggi sono ancora di più le buone ragioni per il suo continuo e crescente successo. Le credenziali ambientali di questo prodotto sono state infatti recentemente comprovate dai test effettuati da un laboratorio indipendente. Sono analisi che attribuiscono un nuovo tangibile valore a questo tipo di imballaggio versatile e già affermato, dichiarandolo compostabile e biodegradabile in base alla norma europea EN 13432.

La carta: il cuore del prodotto

EWP_wax pastillesIl cuore delle confezioni in carta cerata è la carta stessa, solitamente carta calandrata non patinata ad alta resistenza, e stampabile in base alle specifiche dei proprietari dei marchi usando fino a dieci colori (anche metallizzati). La stampa avviene sulle più moderne macchine da bobina a bobina, con inchiostri approvati per il contatto indiretto con gli alimenti.
Sono inoltre possibili la serializzazione e l’applicazione di codici a barre in linea. La bobina stampata viene poi rivestita su uno o due lati con una cera appositamente formulata (a base vegetale o di petrolio) per offrire resistenza all’acqua e all’umidità e una morbida protezione ai contenuti dell’imballaggio. I dolciumi vengono confezionati a velocità elevata nelle moderne linee di imballaggio, con fascette o in pacchetti piegati e sigillati.

L’imballaggio finito

Frans Martens, presidente di EuroWaxPack e amministratore delegato dell’azienda di trasformazione specializzata Cats-Haensel (Germania) ha commentato i risultati dei nuovi test sulla compostabilità (vedere qui),  i quali provano che la carta cerata ha qualcosa di speciale da offrire ai proprietari dei marchi di dolciumi, che le confezioni realizzate con pellicole in plastica non hanno. «Possiede infatti -­ ha detto -­ una serie di vantaggi ambientali (è biodegradabile, compostabile, riciclabile e rinnovabile) e le sue prestazioni funzionali sono eccellenti. I consumatori possono inoltre avvantaggiarsi della silenziosità delle confezioni in carta cerata quando vengono aperte: un vero punto di forza se si pensa a contesti come le sale cinematografiche o teatrali
«Occupandomi di stampa e trasformazione -­ ha aggiunto Martens -­ inoltre i vantaggi dell’uso di imballaggi a base di carta cerata nella linea di produzione. Contrariamente ai prodotti in pellicola, non c’è carico statico, e posso assistere gli addetti alla creazione degli imballaggi dei proprietari dei marchi nell’ottimizzazione delle caratteristiche chiave del rivestimento cerato, quali il grado di lucidità e le proprietà di rilascio, barriera e sigillatura
Questo il commento di Alexandra Venot, vicepresidente di EuroWaxPack e product manager per gli imballaggi flessibili in ambito etichette e trasformazione presso Ahlstrom, cartiera specializzata in carte speciali: «Forniamo prodotti derivanti da fonti sostenibili e realizzati in modo sicuro e affidabile. Sono fatti con fibre provenienti da produzioni responsabili e completamente rinnovabili. Le credenziali di elevata sostenibilità delle nostre carte le rendono il prodotto “centrale” ideale per il confezionamento di dolciumi. È possibile scegliere fra diverse grammature, miscele di fibre e finiture superficiali. Possiamo così collaborare con i fornitori della cera e con i trasformatori per offrire ai proprietari dei marchi risultati specifici in base ai prodotti: imballaggi ottimi non solo in quanto a prestazioni ma anche dal punto di vista estetico

Rivestimento in cera approvato per gli alimenti

La carta cerata è tradizionalmente usata per i dolciumi

La carta cerata è tradizionalmente usata per i dolciumi

I rivestimenti in cera per l’imballaggio degli alimenti attualmente sono realizzati utilizzando oli vegetali modificati. Secondo Steffen Osinga, marketing manager dell’azienda specializzata in cere Paramelt, questi prodotti sono ottenuti principalmente da olî vegetali usando tecniche di lavorazione sostenibili. Questa tecnologia, sviluppata agli inizi degli anni 90, ha consentito agli imballaggi basati su carta di raggiungere gli elevatissimi standard che li caratterizzano attualmente. Ha permesso ai membri di EuroWaxPack di fornire agli utenti finali la soluzione naturale ottimale in termini di funzionalità, sostenibilità e rinnovabilità degli imballaggi.

Prova di compostabilità

Le rigide condizioni per la certificazione EN 13432 (Requisiti per imballaggi recuperabili mediante compostaggio e biodegradazione) risultano essere soddisfatte pienamente dalla carta cerata tipica. Ciò è stato rilevato dal laboratorio di analisi indipendente belga Organic Waste Systems (OWS), che ha condotto test approfonditi per conto di EuroWaxPack.
Questo il commento finale di Frans Martens: «I risultati delle analisi consentono ai membri di EuroWaxPack di fornire ai propri clienti una stima della compostabilità potenziale dei materiali per imballaggi in carta cerata che utilizzano. Così i produttori di alimentari che usano i nostri prodotti possono essere certi della conformità dei loro imballaggi alla norma EN 13432, e possono ottenere utili certificazioni di compostabilità
Nel contesto attuale, caratterizzato dalla difficile combinazione tra l’attenzione per l’ambiente e la necessità di realizzare a costi sostenibili imballaggi in grado di offrire ottime prestazioni e un aspetto attraente, la carta cerata rappresenta una soluzione affermata e comprovata, naturalmente.

Lascia un commento