Nobilitazione UV: qual è il trattamento perfetto?

Scritto da il 8 aprile 2013 in Pre&Stampa, TECNICHE - Nessun commento

Considerazioni sull’andamento del trattamento con radiazioni e su come le aziende possono far parte del successo futuro di questa tecnologia.

di David Helsby *

È un dato di fatto che molte persone, in vari settori industriali, credono che il trattamento mediante raggi UV o fascio di elettroni (EB) sia una tecnologia nuova o, al massimo, ancora agli inizi. Non è così: ha mosso i primi passi 40 anni fa. Oggi entrambi i sistemi offrono soluzioni altamente tecnologiche per il trattamento (essiccazione o adesione) di tutti i tipi di materiali, dai laminati compositi, alle scarpe e borse in plastica, agli involucri esterni degli smartphone, alla stampa inkjet e agli inchiostri di stampa offset e flessografica. Questa tecnologia è veloce, affidabile e conveniente.
Quest’anno RadTech Europe (l’associazione creata dai protagonisti della filiera del trattamento con radiazioni) compie 25 anni. In quanto presidente è mio compito: promuovere le competenze degli associati e promuovere maggiori adesioni nei mercati in espansione; divulgare ulteriormente le capacità della nostra tecnologia chiave; e sfatarne qualsiasi mito.

Caratteristiche fondamentali

RadTechAttualmente vengono impiegati due percorsi paralleli per il trattamento mediante radiazioni: ultravioletti (UV) e fascio di elettroni (EB). Il loro successo è stato determinato dalla rapidità, dalla possibilità di usarli con supporti termosensibili, dal ridotto consumo energetico rispetto ai metodi tradizionali di essiccazione, ma anche grazie alle loro ottime credenziali ambientali: una combinazione di vantaggi che si è dimostrata vincente. Questo tipo di trattamento consente di eliminare la maggior parte dei solventi necessari nei processi tradizionali e, per i fabbricanti di prodotti di tutti i tipi, può spianare la strada verso la conformità alle normative relative ai composti organici volatili.
Complessivamente, il volume maggiore di prodotti realizzati con questo trattamento, si riscontra nel settore dei rivestimenti industriali. Mentre i segmenti della plastica, dell’elettronica, dell’optoelettronica e dei componenti per l’industria automobilistica sono quelli in più rapida crescita, nei rivestimenti industriali il core business è nella catena di produzione per gli arredamenti laminati, i pannelli, i pavimenti in legno, i prodotti in legno per esterni durevoli e altri laminati (compresi i prodotti tessili). Un altro segmento importante e in crescita è rappresentato dai rivestimenti per applicazioni specifiche come pavimenti industriali, riparazioni automobilistiche e ristrutturazioni edili. Bobine, barattoli e tubature, nonché finiture per il settore automobilistico: sono ambiti specifici che stanno suscitando un interesse sempre maggiore.

L’industria grafica

Anche nei principali mercati dell’industria grafica viene fatto un consistente impiego di questa tecnologia: si pensi alle vernici sovrastampate (un’applicazione da tempo affermata per un trattamento rapido dopo la stampa, attualmente molto apprezzata nel settore della stampa degli imballaggi) e all’essiccazione degli inchiostri stessi. Tutte le tecniche di stampa lo usano per gli inchiostri: la stampa flessografica a bobina in alti volumi; la stampa offset a bobina e a foglio; la stampa di etichette e la stampa digitale in grande e grandissimo formato. Persino la serigrafia, con strati d’inchiostro molto durevoli, ma lenti in quanto a tempi di essiccazione, si serve con successo della tecnologia UV. La forte crescita nelle applicazioni grafiche deriva da una combinazione di fattori, tra cui quelli chiave sono: le innovazioni del settore degli imballaggi, come ad esempio il passaggio da materiali rigidi a flessibili; la stampa di volumi elevati senza una riduzione della qualità; la richiesta dei proprietari dei marchi per consegne just-in-time; la necessità di ridurre i costi complessivi degli imballaggi.

Idee innovative per il mercato

RadTech Europe tiene regolarmente eventi di settore, compresa la sua conferenza ed esposizione annuale (quest’anno a Basilea, Svizzera, dal 15 al 17 ottobre), aperta a tutti, anche agli utenti finali. Lo scopo è illustrare i risultati ottenuti, fornire indicazioni sulle applicazioni future, e un momento di incontro. Una sessione dedicata all’innovazione all’interno di una recente conferenza ha evidenziato diversi interessanti mercati già attivi. Il trattamento di interruttori a membrana e pannelli di circuiti, pannelli solari a getto d’inchiostro, vetri per il settore automobilistico e riparazioni di parabrezza, realizzazione rapida di prototipi, strumenti medicali usa e getta, trattamenti odontoiatrici e perfino la decorazione delle unghie: questi sono solo alcuni dei tanti mercati “nuovi” che sfruttano i vantaggi del trattamento con radiazioni.

Ambiente e sostenibilità

Gli aspetti ambientali assumono sempre maggiore importanza in tutto il mondo, e legislazioni in materia di salute e sicurezza stanno spingendo le aziende a ripensare i propri processi di produzione, per renderli più sostenibili e per dare maggiore valore al riciclo. I processi di trattamento tramite UV e fascio di elettroni non aggiungono elementi indesiderati a un prodotto o a un imballaggio, neanche a quelli dei prodotti alimentari. Il loro potenziale di riduzione del consumo energetico e dei gas serra, nonché l’ampiamente documentata riduzione delle emissioni di composti organici volatili (VOC) e di inquinanti atmosferici pericolosi (HAP – hazardous air pollutants) possono contribuire in modo significativo alla produzione sostenibile.

La globalizzazione è ormai una realtà, e a livello delle regioni e dei mercati specifici si richiede una risposta locale. Ciò determina la necessità di creare un “ombrello” tecnologico. Questo è un fattore chiave per RadTech Europe. La salute e la sicurezza dei consumatori, l’esigenza di garantire l’aspetto della sicurezza per i marchi, e lo svilupparsi di una più ampia gamma di competenze, rendono importante creare un’interfaccia e una conoscenza di base internazionale, nei settori in cui siamo attivi. Dobbiamo agire all’interno delle realtà e delle esigenze di produzione locali, ma senza perdere di vista il più ampio contesto degli sviluppi tecnologici in corso in tutto il mondo. Condividiamo gli stessi clienti con i fabbricanti dei prodotti per i quali vengono utilizzate le nostre tecniche di trattamento, e le loro esigenze sono tanto importanti quanto quelle dei nostri partner produttori di componenti. È per questo che oggi noi e le nostre associazioni sorelle in Nord America, Sud America, Cina, Malesia, Giappone e Australia crediamo sia importante interagire con altre associazioni correlate a livello internazionale e regionale (come ad esempio EUPIA, l’associazione europea dei produttori di inchiostri da stampa, e CEFIC, il consiglio europeo dell’industria chimica).
La piattaforma di trattamento mediante UV e EB è senza dubbio un partner dinamico per la tecnologia odierna in diverse industrie manifatturiere e in varie aree geografiche. L’EMEA costituisce attualmente il mercato più vasto (soprattutto i paesi di lingua tedesca) e RadTech Europe intende continuare sulla strada della crescita del mercato e delle competenze attraverso l’ampliamento delle partnership a tutti i livelli della filiera, dai fornitori di materie prime e apparecchiature fino all’ultimo anello del processo di produzione. Questo è il mio appello. In questo periodo, in cui ci stiamo lentamente riprendendo da una fase economica negativa, possiamo essere pronti ad applicare i vantaggi del trattamento UV e EB a una gamma di applicazionI ancora più vasta, in un mercato che tiene conto sia della sostenibilità e dell’ambiente sia di una produzione a costi ottimizzati. È in questo senso che credo che stiamo offrendo il trattamento perfetto.

* David Helsby è presidente di RadTech Europe, l’associazione di settore a sostegno delle tecnologie di trattamento con radiazioni utilizzate in diversi mercati.

Informazioni sullo stato dell’arte sulla tecnologie UV LED si possono ottenere su questi web-link:
Tecnologia LED;
Lampade UV LED;
Tecnologia UV con raffreddamento ad acqua;
Tecnologia UV con raffreddamento ad aria.

Altre informazioni sul sito web di RadTech Europe, www.radtech-europe.com, dotato di un approfondito centro di informazioni tecniche.
IST Metz organizza per il prossimo giugno la sesta edizione degli UV Days: maggiori informazioni e registrazione qui.

Lascia un commento