Soluzione ibrida di finishing digitale per etichette

Scritto da il 28 novembre 2017 in FLASH, Label&Pack - Nessun commento

Lombardi Converting Machinery rilancia Digistar inkjet la innovativa soluzione ibrida di finishing digitale per etichette al primo show room aziendale dedicato al mondo delle etichette. L’appuntamento nello stabilimento di Brescia il 30 e 31 gennaio e 1° febbraio 2018.

Lombardi, dopo aver ampliato la propria gamma con nuove soluzioni modulari e personalizzabili, e grazie alla partnership con Domino, ha lanciato alla scorsa Labelexpo la soluzione ibrida flexo digitale.
Ed è proprio per dare seguito al successo riscontrato a Bruxelles, che Lombardi per la prima volta apre le porte agli stampatori italiani per mostrare dal vivo tutte le potenzialità del finishing digitale. In particolare con la semirotativa flexo Digistar con testa digitale, compatibile con i moduli per la nobilitazione recentemente sviluppati da Lombardi, dei quali Labelexpo ha sancito il successo presso i convertitori internazionali: la pressa a caldo in linea Toro e il gruppo serigrafico in piano Bravo.
Sarà inoltre in funzione la affermata rotativa flexo a banda stretta di ultima generazione Synchroline, definita dai clienti la ‘macchina universale’ per la sua flessibilità e l’elettronica ‘intelligente’.
Anche Synchroline – come tutte le macchine Lombardi configurabile secondo le esigenze specifiche del cliente – lavorerà in abbinamento con i moduli aggiuntivi di nobilitazione Toro e Bravo, per dimostrare tutti i vantaggi della modularità e della qualità Lombardi.

Prove di stampa

In queste tre giornate, riservate agli etichettifici italiani e ai giornalisti di settore, gli etichettifici potranno richiedere prove e test di stampa di etichette autoadesive con nobilitazioni e anche abbinate alla stampa inkjet di alta qualità in un solo passaggio fino all’etichetta finita.
Con questo show room, che sarà il primo di una serie, gli etichettifici italiani avranno anche la possibilità di approfondire la conoscenza delle tecnologie sviluppate da Lombardi Converting Machinery nei suoi 30 anni di attività.

Lascia un commento