Confezioni in laminato compostabile per le nuove normative

Scritto da il 5 aprile 2013 in AMBIENTE, Label&Pack - Nessun commento

 Nel 2014 entrerà in vigore una nuova Direttiva UE secondo la quale il produttore degli imballaggi sarà responsabile affinché l’imballaggio sia idoneo al riciclaggio, recupero di energia o compostaggio. L’abbinamento carta film flessibile.

Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea, sostiene che gli scarti degli imballaggi plastici nell’UE15 sono aumentati da 9,9 milioni di tonnellate nel 1998 a 13,1 milioni di tonnellate nel 2008, con un aumento dal 17,9% al 21,6%. Di questi, il 40% dei rifiuti urbani è stato smaltito in discarica, il 20% incenerito, il 23% riciclato e il 17% sottoposto a compostaggio.
Gli imballaggi vengono riciclati se si può raccoglierli, trasportarli e pulirli usando meno energia e risorse di quanto richiesto per produrre materie prime vergini.Si efantizza infatti che il recupero e la minimizzazione dei rifiuti debbano essere inclusi nell’imballo allo stadio progettuale, per garantire l’efficienza delle risorse oltre che alla protezione dei prodotti.
Gli imballaggi composti da strati sottili di vari materiali o film plastici sono estremamente difficili da riciclare.
Sono stati sviluppati dei procedimenti tecnologici che sono però una risorsa limitata, il che significa che il metodo di smaltimento più popolare degli imballaggi accoppiati è ancora l’incenerimento.
Il motivo è che si può trarre dell’energia da questo tipo di imballaggio, anche se ciò significa incenerire materiali fatti di materie prime finite.

Collaborazione tra carta e film

Innovia Films e Sappi Fine Paper Europe riconoscono che le migliori opzioni di smaltimento dei laminati flessibili sono il compostaggio industriale/domestico oppure la digestione anaerobica che convertono i rifiuti in un utile fonte di energia.
Si sono resi conto che, unendo i loro diversi substrati compostabili, NatureFlex di Innovia Films e Algro Nature di Sappi, possono offrire all’industria del packaging un’alternativa che combina le proprietà tecniche tradizionali e l’equivalente performance di imballaggio.
School Lunch in CafeteriaAntoine de Forton, Business Development Manager di Sappi sostiene che «Molti paesi europei si sono accorti che il compostaggio domestico è un’opportunità valida per gestire parte dei rifiuti domestici. Permette ai proprietari di assumersi piena responsabilità per i loro rifiuti degradabili. Confezioni fatte di imballaggi compostabili quali la soluzione di Innovia Films e Sappi facilitano questo compito».
Sia NatureFlex sia Algro Nature sono prodotti con risorse rinnovabili e legno proveniente da piantagioni a riforestazione programmata. Questi prodotti a base di cellulosa sono stati sottoposti a test indipendenti e dichiarati idonei al compostaggio in ambiente sia domestico che industriale ricevendo certificazione da “OK Compost Home” di Vinçotte, e DIN E13432 da DIN CERTCO.
Sono inoltre stati approvati per il contatto con generi alimentari.
Innovia Films offre una gamma di film per imballaggio flessibile NatureFlex che offrono una barriera all’umidità personalizzabile per soddisfare le esigenze del prodotto da confezionare e un’eccellente barriera ai gas.  Offrono inoltre capacità di conversione e stampa migliorate oltre che alta integrità della saldatura.
Le loro caratteristiche di antistaticità e stabilità termica intrinseche, aiutano il processo di laminazione con la carta per imballaggio flessibile di Sappi e altri biopolimeri, per formare strutture laminate più complesse. Sappi Fine Paper Europe ha usato la sua esperienza nella produzione di carta per imballaggio flessibile, così da divenire la prima ed unica produttrice ad offrire una carta per imballaggio compostabile a livello domestico. SAPPI Coffee Packs
Algro Nature è una carta patinata, rivestita su un lato e Leine Nature è il suo equivalente senza rivestimento. Entrambe offrono il vantaggio di usare ingredienti di rivestimento vegetali invece dei materiali tradizionali a base di derivati del petrolio/carta. Ciò riduce l’impatto ambientale e l’impronta di carbonio della carta.
Queste carte sono disponibili in pesi che vanno dai 40 g/m2 agli 80 g/m2. Si possono usare in applicazioni quali l’incarto di prodotti dolciari o snack, confezioni per zuppa, bustine di zucchero, bustine farmaceutiche, ecc. Le confezioni che usano questa carta saranno conformi alla Normativa UE sul packaging che entrerà in vigore nel 2014.

Strutture campione

Usando questi prodotti tecnicamente validi, sia Innovia Films sia Sappi si sono proposte di sviluppare strutture campione per mostrare agli utenti finali nell’industria alimentare, dolciaria, dei prodotti casalinghi e di cura personale i possibili utilizzi.
Il loro primo sviluppo è stato una busta “stand-up” che ha ricevuto molto interesse alle varie fiere in cui è stata esibita. Ampliando ulteriormente il concetto, è stata creata una nuova serie di tipi di confezione per dimostrare la versatilità di applicazione e formati, presentando così alternative valide a laminati di poliolefine/carta a base di derivati del petrolio.
Mark Hunter Purvis, Direttore dell’Opus 21 Digital, ha confermato di «aver  trovato molto facile il sostrato da stampare ed era anche molto semplice da termosaldare e formare in buste, sacchetti e confezioni flow-wrap
Paul Barker, Innovia Films Product Manager, Cello ha dichiarato: «L’associazione di questi materiali naturali offre la barriera essenziale per ciascuno dei gruppi prodotto rappresentati da questi prototipi di confezioni per caffè, snack e monouso. In applicazioni reali questo packaging faciliterebbe lo smaltimento del contenuto con la confezione, in ambienti di compostaggio sia industriale che domestico

 

Lascia un commento