Un genovese da gringo a quechua

2021-01-24T10:30:13+01:00Gennaio 24th, 2021|AMBIENTE, ZENA LA BELLA|

L’assenza di inquinamento luminoso permette ai quechua di osservare e scrutare di notte un cielo pieno di stelle invisibili a noi occidentali metropolitani – gringos –, instaurando con la volta celeste un rapporto molto stretto e profondo, riportandomi alla mente la massima kantiana “il cielo stellato sopra di me, e la legge morale in me”.