La Rapida 145 avrà una sorella maggiore

Scritto da il 7 marzo 2013 in Pre&Stampa, TECNICHE - Nessun commento

Con la KBA Rapida 164 nel formato VIIb (120,5 x 164 cm) Koenig&Bauer completa la sua potente famiglia di macchine formato jumbo.

La nuova KBA Rapida 164

La nuova KBA Rapida 164

Alla Drupa dello scorso anno, con la nuova Rapida 145 KBA presentò ufficialmente la serie in formato grande più produttiva nel formato VI (106 x 145 cm). Nel frattempo sono state consegnate quasi 40 macchine di questa serie high-tech che stampa fino a 17.000 fogli/h.
Con l’inizio del 2013 è stato dato, in gran segreto, il via libera alla distribuzione della sorella maggiore, la Rapida 164 nel formato VIIb (120,5 x 164 cm) con l’identico livello di dotazione e automazione. Con una velocità di produzione massima di 15.000 fogli/h (con pacchetto alta velocità) e tempi di allestimento brevissimi, nella sua categoria di formato è davvero incomparabile. La nuova Rapida 164 sostituisce le serie Rapida 162 e 162a, presenti sul mercato dal 1995 e che hanno ottenuto grande  successo nel settore della stampa di libri e packaging. Oggi con la Rapida 164 sono disponibili anche nel formato VII quasi tutte le soluzioni di automazione della campionessa in tempi di allestimento Rapida 106.

Sistema DriveTronic universalizzato

La sorella maggiore è munita degli stessi componenti DriveTronic della Rapida 106 e della Rapida 145. Per quanto riguarda il formato, invece, si distingue in positivo dalla serie precedente: due centimetri in larghezza del foglio e mezzo centimentro in lunghezza del foglio rispetto alla Rapida 162a.
Il termine generico “KBA DriveTronic” significa tecnica a motori indipendenti, minima necessità di intervento e tempi di allestimento brevissimi in caso di cambio degli ordini.
Questo moderno sistema di azionamento universalizzato della Rapida 164 inizia con il mettifoglio senza albero DriveTronic con motori indipendenti per tutte le funzioni di movimentazione. Con il DriveTronic Infeed, la regolazione dell’alimentatore è motorizzata, mentre uno schermo touch con tasti di selezione rapida assicura un comando sicuro e intuitivo della macchina. A questi si aggiunge, anche in questa categoria di formato, la caratteristica esclusiva KBA dell’alimentazione senza squadra (DriveTronic SIS). Oltre ad evitare marcature durante la lavorazione di supporti delicati, l’alimentazione senza squadra conquista per l’assenza di qualsiasi regolazione e la massima precisione di allineamento.

Il sistema cambio lastre automatico

Il sistema cambio lastre automatico

Accanto alle varianti di cambialastre SAPC (semiautomatico, durata di cambio circaa 1,50 minuti per gruppo) e FAPC (automatico con processo di cambio a durata ottimizzata; durata di cambio per tutti i gruppi 3,00 minuti), oggi la Rapida 164 è disponibile anche con motori indipendenti per cilindri portalastra per il cambio simultaneo delle lastre (DriveTronic SPC). che riducono la durata di cambio delle lastre, indipendentemente dalla lunghezza della macchina, a soli 1,50 minuti.

Rapidi processi di lavaggio

Con la dotazione della Rapida 164 con DriveTronic SPC, si possono lavare i cilindri portacaucciù e di contropressione contemporaneamente al cambio delle lastre. La macchina, infatti, è dotata di una seconda traversa di lavaggio (CleanTronic Synchro). Entrambe le traverse possono essere utilizzate anche contemporaneamente per il lavaggio del caucciù, dimezzando quasi i tempi di lavaggio.

Clean Tronic per il lavaggio

Clean Tronic per il lavaggio

Ma non solo il CleanTronic Synchro riduce i tempi di lavaggio: con la funzione ReInk, il lavaggio del gruppo inchiostratore, solitamente uno dei processi più lunghi della macchina, dura solo 90 secondi. Grazie al suo circuito di lavaggio multifunzione, il CleanTronic Multi consente di adottare sistemi di detergenti diversi (UV/standard) assicurando una pulizia eccellente senza interventi manuali per l’utilizzo di inchiostri di diverso tipo. Il CleanTronic UV permette di lavare il caucciù durante lo stand-by degli irradiatori UV. Per le piccole tirature, la funzione CleanPrint sostituisce il lungo processo di lavaggio del caucciù scaricando miratamente l’inchiostro residuo.

Cambio sleeve di verniciatura

Per la Rapida 164 sono disponibili due diverse torri di verniciatura: la dotazione standard prevede una torre di verniciatura con sistema a camera racla e cambio automatico delle lastre di verniciatura (SAPC). Il posizionamento del cilindro portalastre per il cambio delle lastre di verniciatura è automatico, come pure il fissaggio e il serraggio delle lastre.

Il semplice cambio anilox in verniciatura

Il semplice cambio anilox in verniciatura

Con la torre di verniciatura con DriveTronic SFC (Simultaneous Forme Change), la lastra di verniciatura viene cambiata contemporaneamente alle lastre e al lavaggio dei gruppi di stampa. Se in una macchina a verniciatura doppia è in produzione solo una torre di verniciatura, si può allestire la seconda anche durante la produzione. Con il sistema AniSleeve, inoltre, è possibile cambiare gli sleeve dei cilindri retinati durante la produzione o parallelamente ai processi di allestimento con un solo operatore. In questo modo è possibile cambiare comodamente e velocemente le quantità di vernice per le diverse produzioni.
Ovviamente la nuova Rapida 164 ha anche un’uscita completamente preimpostabile in alto. La conduzione dei fogli Venturi assicura un trasferimento sicuro dei fogli fino alla velocità massima di 15.000 fogli/h. I forni di essiccazione KBA VariDry nel prolungamento dell’uscita permettono risultati di essiccazione ottimali. Essiccazione IR/termoventilata o UV, non fa differenza: i moduli possono essere utilizzati flessibilmente per l’essiccazione intermedia o finale. Con VariDryBlue, KBA propone un sistema di essiccazione ad elevata efficienza energetica che riutilizza l’aria di essiccazione già riscaldata dai moduli a monte consentendo di risparmiare fino al 50% di energia.

Pulpito di comando con tanti optional

Da Drupa 2012, tutti i modelli Rapida sono muniti del nuovo pulpito di comando ErgoTronic con wallscreen. Il pulpito può essere dotato di sistemi on-line per il monitoraggio della qualità come gli strumenti di misura automatica dell’inchiostro ErgoTronic ColorControl o della messa a registro ErgoTronic ACR e ICR. Inoltre può essere connesso on-line al KBA DensiTronic e alla fase di prestampa. Sul wallscreen si può visualizzare l’immagine live del controllo della qualità in linea con QualiTronic ColorControl o Professional. Come tutti i pulpiti di comando KBA, anche quello della Rapida 164 è munito del modulo di manutenzione remota integrato PressSupport 24 Sheetfed con connessione Internet per gli aggiornamenti del software.
La Rapida 164 è disponibile in tutte le configurazioni consuete per la stampa commerciale, di libri o di packaging con uno o due gruppi di verniciatura, moduli di essiccazione intermedia, rialzo, dotazione per carta velina, cartone di grammatura pesante e ondulato, logistica di impilaggio PileTronic, inversione del foglio e tante altre opzioni specifiche per le diverse applicazioni. Tutto ciò la rende altrettanto flessibile quanto la macchina precedente, ma molto più potente, con processi di allestimento più rapidi ed una maggiore convenienza nella produzione.

I primi impianti della Rapida 164 sono in produzione già da tempo e le esperienze acquisite sono confluite nella serie in corso. Poiché la serie precedente Rapida 162 è completamente esaurita, KBA fornisce da ora solo la nuova Rapida 164. La nuova macchina dovrebbe essere presentata ufficialmente in un prossimo futuro presso lo stabilimento di Radebeul.

Lascia un commento