Circa Maria Moroni

Questo autore non ha riempito alcun dettaglio.
Finora Maria Moroni ha creato 50 post nel blog.

Economia circolare strategia indispensabile per l’industria

2022-09-13T20:16:42+02:00Settembre 13th, 2022|MERCATI & AZIENDE, MERCATI & AZIENDE, MERCATI & AZIENDE, MERCATI & AZIENDE, MERCATI & AZIENDE, MERCATI & AZIENDE|

Nel dibattito “La carta dell’economia circolare. Idee a confronto” che si è svolto il 13 settembre a Roma su iniziativa di Comieco e della Federazione Carta e Grafica si sono confrontate le idee espresse dagli imprenditori del settore e sono sono state discusse le proposte delle maggiori forze politiche sull’economia circolare e in generale sulla transizione ecologica.

Carta riciclo e packaging

2022-07-15T08:59:33+02:00Luglio 15th, 2022|AMBIENTE, FLASH, FLASH, FLASH, FLASH|

La carta è essenziale per l’Economia Circolare e per il Paese. Così come la raccolta differenziata per il riciclo finale in cartiera ai fini di un sistema di Economia Circolare, come nel campo dell’imballaggio, dell’igiene, della cultura, degli usi speciali come il medicale e l’industria alimentare e meccanica. È quanto è emerso all'incontro Comieco - Assocarta a Messina.

Fenomeni imprevedibili e complicati

2022-05-10T09:55:31+02:00Maggio 10th, 2022|MERCATI & AZIENDE|

Se vogliamo sintetizzare la situazione e le tendenze della filiera stampa e packaging, illustrati alla Assemblea Pubblica della Federazione Carta Grafica in apertura del Print4All, parliamo di uno scenario di fenomeni imprevedibili e complicati da gestire.  Il caro energia, il costo delle materie prime e le difficoltà nel reperirle, oltre ai ritardi nelle consegne, l'incertezza sulla congiuntura internazionale non fanno che complicare le scelte decisionali dell'industria grafica italiana. La conferma si è avuta nel corso delle quattro giornate di fiera (qui sintetizzate) in cui abbiamo notato tanta voglia di investire, ma anche tanta incertezza.

Lettera aperta dalla Filiera stampa e packaging

2022-03-23T09:08:46+01:00Marzo 23rd, 2022|Senza categoria|

Oltre ai costi energetici e lo sciopero in Finlandia che stanno fermando le cartiere italiane e la conseguente scarsità di carta e di supporti per etichette, sono a rischio le catene di approvvigionamento delle materie prime, semilavorati e semi-conduttori per il comparto dei costruttori di macchine per la stampa e la trasformazione. Una lettera aperta firmata da Acimga e destinata a tutti gli stakeholder della filiera stampa e packaging.

L’industria della carta italiana si decarbonizza

2022-02-10T11:44:58+01:00Febbraio 10th, 2022|FLASH|

Assocarta e Consorzio Italiano Biogas hanno firmato un accordo per decarbonizzare l’industria della carta, con l'utilizzo del biometano, una delle leve più efficaci per rendere ancora più sostenibile il settore cartario e raggiungere gli ambiziosi obiettivi climatici. L'accordo è anche una risposta concreta ai rincari quotidiani dell’energia.

A rischio la tenuta della filiera editoriale italiana

2022-02-08T11:12:10+01:00Febbraio 8th, 2022|Senza categoria|

Il rincaro di carta ed energia mette a rischio la tenuta della filiera editoriale italiana, con possibili ripercussioni su tempi di consegna e prezzi per i lettori e in particolare per l’editoria scolastica. AIE, ANES e Federazione Carta Grafica chiedono al governo un credito di imposta sull’acquisto della carta.

A rischio il pluralismo editoriale

2021-12-06T10:31:58+01:00Dicembre 6th, 2021|CULTURA&FORMAZIONE|

La crisi della carta e l’aumento dei costi delle materie prime e dell'energia, mettono a rischio l'intera filiera della carta e stampa e, di conseguenza, il settore dell'editoria e della lettura. L'appello di AIE e Federazione Carta e Grafica: “A rischio il pluralismo editoriale e la tenuta della filiera in Italia”.

Sostegno della Federazione alla direttiva plastica

2021-09-23T10:53:55+02:00Settembre 23rd, 2021|AMBIENTE, AMBIENTE, AMBIENTE|

Federazione Carta e Grafica sostiene e condivide la direzione intrapresa dall’Italia per l’attuazione della direttiva sulla plastica monouso. Restano solo alcuni passaggi che possono essere meglio chiariti a beneficio del sistema produttivo e senza intaccare la tutela dell’ambiente, che è la priorità di tutti.

Torna in cima