//Corsi & Ricorsi…

Corsi & Ricorsi…

Riceviamo dal nostro amico ‘esperto’ VEM, questo interessante articolo, che pubblichiamo, pur condividendone solo al 90% le tesi. In fondo potete leggere il commento dell’editore. Altro commenti saranno i benvenuti (libertà di stampa!).

di Vittorio E. Malvezzi

‘Sta volta la politica, una certa politica, se la prende con la nostra filiera. Stampa e informazione. Non è cosa nuova e altre coincidenze mi hanno colpito e voglio guardarle insieme a te, tenendo presente il vecchio e saggio Giobatta Vico con i suoi Corsi e Ricorsi della Storia. Oggi diremmo: ogni tanto tornano!
Una base della mia cultura sono i serial polizieschi d’oltre oceano, non quelli italici e il motivo è presto detto. NCIS, Closer, FiveO et similia hanno personaggi che parlano un perfetto italiano. Al contrario i serial nostrani hanno umani che si esprimono con suoni decisamente condizionati da pesanti cadenze dialettali. In mancanza di adeguati sottotitoli, la fatica e il fastidio mi impediscono di seguirli.
Ma non divaghiamo: tutti loro dicono concordi che le coincidenze quando sono più di due, diventano sospette.
Cominciamo con l’ambiente: le sorti degli umani se non determinate, vengono facilitate o innescate dal verificarsi di occasioni adeguate. Così Mussolini trova un terreno fertile nel malcontento generato dalle condizioni economiche disastrate dalla Grande Guerra.
È opinione indiscussa che la Grande Crisi Finanziaria mondiale, abbia avuto un effetto dirompente ben maggiore di una guerra, anche perché è venuto a mancare l’effetto di stimolo all’economia, proprio di un evento bellico. Mussolini trova gioco facile a proporre soluzioni da uomo forte, confrontandosi con un Parlamento disastrato. Non credo che oggi neppure i partecipanti alle due Camere si azzardino a negare la stessa situazione attuale. 

E adesso guardiamo a Lui, il fenomeno Italico Tsunami, il fustigatore dei comunicatori non facenti parte della sua squadra: Grillo Giuseppe Piero, in arte Beppe. Intendiamoci: lungi da me tentare una equazione Beppe= Benito.
Sto solo esaminando delle coincidenze, come ti avevo anticipato. Seguimi, ti metto prima l’asserto del cupo ventennio e poi le nequizie attuali.
1. Marcia su Roma = Marcia sul Parlamento Il 28 ottobre 1922, alcune decine di migliaia di militanti fascisti si diressero sulla capitale rivendicando dal sovrano la guida politica del Regno d’Italia e minacciando, in caso contrario, la presa del potere con la violenza. (da Wikipedia) = Una marcia pacifica per muovere sulle Camere dopo l’exploit incassato alle ultime elezioni politiche. 15 marzo 2013 (dal Giornale)
2. Il Duce ha Sempre Ragione = i Deviazionisti vengono esclusi. Chi indulge al richiamo delle sirene TV viene bollato. Giovanni Favia, espulso nei mesi scorsi da Beppe Grillo e poi candidato alle politiche con la lista Rivoluzione civile.
3.
Campagna del Grano a torso nudo = Stretto di Messina a nuoto. Il Duce lo trovi qui su Youtube http://www.youtube.com/watch?v=sgNAMGofQPk e il Nostro invece qui su TG4 http://tg24.sky.it/tg24/politica/2012/10/10/beppe_grillo_traversata_nuoto_stretto_messina_elezioni_sicilia.html
4.
Dio Stramaledica gli Inglesi (Eco, Petacco) = Vaffa’ alle agenzie di rating, all’Europa…
5. Con la libertà di stampa i giornali pubblicano solo ciò che vogliono veder stampato le grandi industrie o le banche, le quali pagano il giornale (Wikiquote) = La libertà di stampa è minacciata dalla miseria in cui vivono e lavorano migliaia di giornalisti sfruttati (http://www.beppegrillo.it/2012/09/la_liberta_di_stampa_e_precaria.html )5.
6.
O ci daranno il governo o lo prenderemo calando a Roma” = Apriremo il Parlamento come una scatoletta.
7. Complotti demo-giudo-pluto-massonici = complotti di Agenzie di Rating + giornalisti + TV + politici + finanza internazionale + banchieri + …
8. Fascista Franchezza era il rude linguaggio proprio del buon fascista = chi scrive i testi del signor Beppe usa un linguaggio volutamente brusco e scurrile9.
9. Se Avanzo Seguitemi, Se Indietreggio Uccidetemi = Nessuno Deve Restare Indietro
10. Manganello & Olio di Ricino = Calcinculo – è la comune strategia per trattare con chi non condivida le proprie idee
11. Autarchia (http://dizionari.corriere.it/dizionario_italiano/A/autarchia.shtml ) = fuori dall’Euro – cioè facciamo per conto nostro, cioè Autarchia. Una strategia che per molti anni ha portato a identificare i prodotti di prima qualità come “roba di prima della guerra”.
12. VelineMinCulPop (Ministero della Cultura Popolare, addetto all’informazione che girava ai giornali a mezzo di comunicati ufficiali, detti Veline) = “Visto che i giornali continuano a scrivere quotidianamente balle sul Movimento5Stelle, ho deciso di fare questo (blog)…”, cioè vi dico io come girano le cose.
Puoi divertirti a cercarne altre di coincidenze, ma una cosa è certa: nessuno potrà mai accusare Grillo di assomigliare al Duce. Con tutto quel pelo in testa…

Caro Vittorio tu hai ragione a vedere queste ‘coincidenze’ facendone un decalogo che molti lettori potranno condividere. E su molti punti non posso che essere d’accordo. C’è però una cosa che purtroppo sfugge ai commentatori e, soprattutto, a che ci ha governato (male) per diversi lustri: che la partitocrazia ha fallito e che i governanti, politici o tecnici che fossero, non hanno saputo conquistare la fiducia dei cittadini. Diciamo che ‘se la sono voluta’. E sì che hanno avuto il tempo per frenare l’onda prima che diventasse uno tsunami. Ma non l’hanno fatto. Perché? Incapacità, inettitudine e non piuttosto perché “tanto gli italiani sono stupidi” ai quali basta far vedere tanto calcio (ammorbato pure quello) e tanti fornelli per tenerli buoni?
Informato dall’editore di questo commento, l’amico Vittorio risponde di concordare al 101% aggiungendo che “chi semina vento, raccoglie tempesta” o, se preferiamo, “chi del suo mal è causa, pianga a se stesso“.

 

2013-03-11T19:52:36+00:00marzo 12th, 2013|EDITORIALI|1 Comment

About the Author:

Nato a Milano il 03/04/1939, terza generazione di una famiglia di stampatori. Sposato con un medico, sempre lo stesso dal 1968, una figlia sola ma bilingue, laureata in Cattolica tesi sulla Comunicazione e Nuove Tecnologie, Master sulla Gestione del Territorio e attivita’ incredibili in campo internazionale. Studi classici e quindi universitari ad indirizzo economico, laurea conseguita a pieni voti legali con tesi in Economia Aziendale, con particolare riferimento all' azienda grafica: "Analisi comparata di costi e rendimenti nell'Azienda Grafica di medie dimensioni". Poi approfondimenti in tema economico-finanziario. Ha pubblicato articoli su riviste settoriali, dal gennaio 96 per alcuni anni ha scritto una pagina poco seria su argomenti seri, per una rivista specializzata. Dal 1957 ha svolto attivita' professionale nel settore, come procuratore, presidente, consigliere delegato e consulente di aziende grafiche. Attualmente quasi in pensione. Esperto Camerale presso la CCIAA di Milano. Ha coperto cariche in associazioni di categoria nell’ambito Confindustria, a livello nazionale e internazionale. Analista finanziario, scrive anche su www.francescocaranti.com e www.soldionline.it Il 29/05/98 viene premiato con il prestigioso riconoscimento del 6o Pollicione d'Oro, per l'attivita' imprenditoriale e nell'ambito della cultura e formazione grafica. Altri riconoscimenti, Dicembre 05/1998 - Fiera di Roma Web Marketing, relatore evento IBI Internet Benchmark Gennaio 31/99 – Assago (Mi) InternetExpo, relatore evento GlobalCommunication Dicembre 03/99 – Milano Palazzo Giureconsulti, 5^ Digital Printing Conference, moderatore. Marzo 2001, 09 – tavola rotonda Antalis, per discutere i problemi del mercato della carta e stampa Aprile 2001 – WhatTheyThink interview on line Marzo 2003 – aggiudicato Premio Golden Web Awards.com 2002/3 per il sito aziendale Internet Ama i cavalli, i cani, la vela, lo sci, la moto e perfino il proprio lavoro al limite del masochismo. Gli amici hanno imparato ad accettare la sua innocua pretesa di conoscere l’Inglese e parlare il Francese. Sono invece costretti ad ammettere una sua certa confidenza con lo Spagnolo. L'andropausa l'ha portato a riprendere vanamente lo studio del Tedesco. Presenta una certa dimestichezza con la maligna natura di hardware e software. Dal Giugno 94 ha collaborato alla “informatizzazione degli uffici, degli archivi e delle mostre” della Fondazione Abbatia Sancte Marie de Morimundo Ha curato l’ottenimento dell’ISO 9000 per la Qualità Totale e iniziato le procedure per ottenere l’ ISO 14000 per le attività a basso impatto ambientale. VicePresidente nella Pro-Loco di Abbiategrasso dal 2005, Presidente dal 29/05/2008. In Giunta Regionale della Unione Nazionale Pro Loco Italia dall’autunno 2011.

One Comment

  1. Fabrizio Minunni 13 marzo 2013 at 10:17 - Reply

    Concordo pienamente sia sul confronto storico che sull’analisi finale.
    Sempre, qualsiasi grande cambiamento accade perché va a riempire i vuoti che si sono creati…..
    Quindi, in questo caso, concordo che la politica ha perso contatto con la realtà di tutti i giorni, che vistasi abbandonata, ha scelto chi le dava retta….. solo che lo fa in quel modo e con quelle motivazioni!

    Grazie degli spunti

    Fabrizio

Leave A Comment