Home/EDITORIALI

L’editoriale del mese e quelli precedenti

Elogio del pessimismo

2021-05-04T09:30:53+02:00Maggio 4th, 2021|EDITORIALI, FLASH|

Non è solo una questione di tifosi in festa, ma anche la voglia, certamente legittima, di prepararsi alle vacanze e, soprattutto, a dare una spinta vivace all'economia. Bene, ma tutto questo non può giustificare il rilassamento 'mascherale' nei contatti di lavoro e nelle fabbriche. Meglio una festa in meno ma una produttività più sana e vivace. Non è pessimismo, ma raziocinio.

Il futuro prossimo nel lavoro

2021-04-16T11:32:00+02:00Aprile 16th, 2021|EDITORIALI, In evidenza, MERCATI & AZIENDE, TECNICHE|

Come lavoreremo nel futuro? Con l'evolvere rapido della tecnologia verso il virtuale, il lavoro manuale e non solo sarà diverso, forse migliore. Ma, soprattutto, ci sarà ancora? Il tema è oggi più attuale di quanto si potesse immaginare due anni fa a causa della pandemia perdurante e che non sappiamo se e quando ci farà tornare a una sorta di normalità. Certamente non tornerà più tutto come prima. Il nostro rapporto col lavoro sarà decisamente cambiato. Dobbiamo rendercene conto conoscere cosa ci riservano le nuove tecnologie per il prossimo futuro.

Il cigno nero nella stampa grafico-editoriale

2021-03-30T17:04:15+02:00Marzo 30th, 2021|EDITORIALI, In evidenza, MERCATI & AZIENDE|

Mentre guardavo la foto del “bradipo incagliato” nel canale di Suez, riflettevo sul fatto che non ci siamo ancora abituati a considerare il mercato come un’entità globale e mondiale nel senso fisico. Cerco di spiegarmi. La comunicazione viaggia ormai nell’infosfera in tempo reale, insieme a dati, notizie, riunioni, eventi. Una parte delle merci ci può arrivare da qualsiasi luogo del mondo a casa in tempi brevissimi, oppure in qualche settimana con prezzi inferiori a quelli reperibili a km zero.

E Suez colpisce ancora

2021-03-30T17:05:46+02:00Marzo 30th, 2021|EDITORIALI, In evidenza, MERCATI & AZIENDE|

Scarsità di materie prime, aumenti dei prezzi di lastre, inchiostri e consumabili, inflazione. Si aggiunga il colpo che viene dal blocco del Canale di Suez. È allarme tra gli stampatori, come abbiamo scritto in una breve del 26 marzo, i quali, come ben sappiamo, saranno gli ultimi a poter adeguare i prezzi del proprio lavoro. In questo articolo il parere di alcuni tipografi.

Torna in cima