Rotolito spa ha annunciato di aver acquisito il 100% di Inprint-Litorama di Baranzate di Bollate (Mi), con l’obiettivo di rafforzare il percorso di crescita per linee esterne dell’azienda.

Inprint-Litorama è un’azienda specializzata nella stampa commerciale ed editoriale che fattura circa 45 milioni di euro, con un centinaio di dipendenti e un parco macchine roto-offset composto da quattro rotative a 4/5 colori Litoman e Rotoman (una 64 pagine, una 48 e due 16 che possono stampare anche in twin) e due macchine a foglio sempre Manroland: una 70×100 a 8 elementi con bianca e volta e una 8 colori (4+4) 130×185, una macchina particolare per il grandissimo formato.

Con questa acquisizione Rotolito mira a rafforzare ulteriormente il percorso di crescita

Paolo Bandecchi

dopo l’acquisizione di Veneta Roto nel 2018. A questa fece seguito l’ingresso con una quota di capitale nella società Artigrafiche&Diaries Italia, operante nel settore delle agende, e l’apertura, nel luglio scorso, di un nuovo polo produttivo di stampa e confezione, adiacente al magazzino automatico “Paper Cube” di Cernusco s. N. (Mi), uno spazio di circa 8 mila metri quadrati dove sono state installate una 72 pagine MAN e 4 linee di punto metallico.

«La strategia della nostra azienda – ha detto il presidente Paolo Bandecchi – è quella di essere in grado di rispondere il più possibile alle richieste dei nostri clienti italiani ed esteri. Non ci consideriamo infatti solo una società industriale, ma anche e soprattutto di servizio. Essere diversificati significa rispondere in maniera pertinente a quante più richieste possibili, muoversi su più mercati sia a livello geografico che a livello di prodotto. Questa è a nostro avviso l’unica strada da percorrere per continuare a essere competitivi nel mercato delle arti grafiche, ed è per questo che andremo avanti in questa direzione come abbiamo fatto anche in passato