Quando la tipografia sposa l’incisione. Una mostra su una particolare forma di sperimentazione

Abbiamo ammirato negli scorsi anni una serie di mostre dedicate ad artisti italiani e stranieri del mondo dell’incisione. Ora è davanti ai nostri occhi questa mostra di book-art e opere in incisione e letterpress, realizzati con i caratteri mobili del Museo Civico della Stampa di Mondovì.
DSCN4709La mostra nasce dalla collaborazione con il Centro Internazionale di Grafica Opificio della Rosa di Montefiore Conca coordinato da Umberto Giovannini che ha permesso di avviare e attuare il progetto di risistemazione, di pulizia e di schedatura della collezione dei caratteri mobili in legno del Museo Civico della Stampa, dono dell’Editrice Tipografica Moderna di Arnaldo Belloni di Nizza Monferrato, donata al Museo dalla figlia Marisa Belloni, tra soci i fondatori della Associazione Italiana Museo della Stampa. DSCN4707

Come indica Alessandro Bracco, direttore del Museo, «Questa mostra “Una questione di carattere Capitolo primo:2014” apre a una particolare forma di sperimentazione che utilizza appunto i caratteri mobili.»  

Tipografia e incisione

Questi caratteri riprendono vita attraverso la fusione delle tecniche tipografiche con l’incisione, l’arte tipografica, racchiusa nei ventisei segni dell’alfabeto, si sposa con il sentire degli artisti, italiani e internazionali hanno dato vita a una serie di straordinari elaborati che fondono le tecniche tradizionali a nuovi modi e approcci della grafica contemporanea. La fusione tra segni, colori ed interventi degli artisti ci stimola ad approfondire la lettura delle singole opere analizzando i vari momenti compositivi, gli interventi tecnici e, non certamente ultime, le sovrastanti differenti citazioni tipografiche di riferimento, sia anonime che d’autore.

44 artisti, 60 opere

Debora-CarcangiuLe 60 opere esposte sono selezionate dalla produzione di: Opificio della Rosa (Montefiore Conca), Atelier InSigna (Roma), RUFA, Rome University of Fine Arts (Roma), Central Saint Martins, University of the Arts (Londra), VACA, vari cervelli associati (Ravenna), Anonima impressori (Bologna).

Come ci indica Umberto Giovannini «La mostra “Una questione di carattere, capitolo primo: 2014” è una fotografia di quello che è stato prodotto all’Opificio della Rosa di Montefiore Conca, fondendo le tecniche tipografiche e l’incisione; sono approcci ludici, voli della fantasia e luoghi del sogno trasportati su carta sotto forma di libro d’arte o elaborato grafico, realizzazioni di artisti che attraversano diverse generazioni, dai giovani allievi delle Università RUFA e CSM ad artisti affermati internazionalmente.»  DSCN4718
L’Opificio della Rosa vede ogni anno nei suoi laboratori, ad alto grado di specializzazione, per le arti grafiche, dalla xilografia alla calcografia e alle nuove sperimentazioni a basso impatto ambientale, artisti da ogni parte del mondo che hanno dato vita a una serie di progetti che uniscono le tecniche d’incisione classiche con la stampa a caratteri mobili.
Faccio mie le parole conclusive della presentazione di Umberto Giovannini «La mostra al Museo Civico della Stampa di Mondovì è un evento atteso da grafici e appassionati di incisione e libro d’artista

Gian Carlo Torre

La mostra è visitabile dal 13 agosto al 28 settembre 2014 presso il Museo Civico della Stampa, via Misericordia 3. Mondovì Piazza – CN. Orario di visita: venerdì, sabato e domenica ore 15.00 – 18.00

Questi gli artisti in mostra: 

Anonima Impressori, Luca Antonucci, Sofia Aronov, Ludovica Baldini, Roberta Bartolomucci, Gianna Bentivenga, Maria Pina Bentivenga, Valentina Bianchi, Rodrigo Birot, Federico Boriani, Malgorzata Chomicz, Francesca Colbatti, Debora Carcangiu, Martina Carillo, Giulia Crivellaro, William Davey, Lucrezia De Fazio, Elisabetta Diamanti, Hysen Drogu, Elisa D’Urbano, Claudia Farrace, Li Fei, Sonja Felix, Roberta Folliero, Gabriele Fraschetti, Umberto Giovannini, Veronica Grasselli, Wuon-Gean Ho, Jasmine Jones, Sydney Johnson, Weiwei Lin, Stefan Lyapah, Martina Marabitti, Valerio Monopoli, Lorenzo Mostarda, Livia Oliveti, Sascha Piedimonte, Ignacia Ruiz, Mario Rullo, Diana Salanitro, Ilaria Serantoni, Maximilian Taylor, Gianluca Vicini, Huilin Wei.