Da Asahi Photoproducts una novità: nel settore della flessografica, è possibile aumentare le prestazioni e la produttività sulle macchine da stampa flexo (OEE), che permette allo stampatore di misurare i propri rendimenti produttivi e di migliorare il valore di efficienza totale. Grazie alla nuova tecnologia CLEAN PRINT applicata alle lastre AWP, sviluppate ad acqua, si ottengono risultati immediati.

Questa tecnologia innovativa di Asahi Photoproducts, permette di ridurre drasticamente la pulizia delle matrici da accumuli d’inchiostro durante la produzione; questo significa risparmiare almeno 20 minuti per la pulizia di ogni gruppo colore, rispetto ai metodi tradizionali. Questo, ripetuto n volte, in funzione delle tirature di stampa richieste, permette un incremento di produttività che porta a un considerevole risparmio economico a fine anno per lo stampatore sia in ambito banda stretta che in banda larga.
In termini pratici, la tecnologia CLEAN PRINT permette di stampare con pressioni di stampa ridotta – ‘ Kiss Print ‘ – quindi una maggiore durata del cliché e un “dot gain” ridotto ai minimi termini con gradazioni tonali vicine allo zero.  Grazie alla tensione superficiale del cliché, e alla sua tolleranza di spessore pari a zero,  il trasferimento d’inchiostro o ”ink laydown” si mantiene costante ed uniforme anche sui fondi pieni durante tutta la fase di produzione facilitando la stampa a tecnologia a colori fissi o in eptacromia.

Risparmio e qualità

È stato calcolato che il polimero con l’innovativa tecnologia CLEAN PRINT, genera  un minore scarto di supporto di stampa ed una velocità della macchina da stampa del 33% superiore ai metodi tradizionali, garantendo una riduzione dei costi operativi e un miglioramento immediato di produttività.

Recentemente uno stampatore a banda stretta, ha dichiarato un aumento del 26% della produttività già nel primo mese dopo l’installazione di un processore di lavaggio ad acqua AWP e l’utilizzo delle lastre AWP CLEAN PRINT.
Lo stampatore, che opera in Medio Oriente, ha dichiarato «Ci volevano dalle 10 alle 12 ore per ricevere un set di lastre, e se una lastra si danneggiava durante una tiratura, dovevamo aspettare ancora un giorno per la sostituzione. Noi avevamo una media di 750 lavori al mese e ora con l’utilizzo delle nuove lastre Asahi realizziamo 950 lavori. Più di 30 cambi lavoro sulle nostre tre macchine in un solo giorno

Flexo vs digitale e altre tecnologie di stampa

Un vantaggio chiave della tecnologia CLEAN PRINT è la competitività rispetto ad altre tecnologie di stampa. Con 30 cambi lavoro in un giorno e 950 lavori al mese e la consegna in tre ore, come confermato da testimonial stampatori, grazie all’utilizzo delle lastre AWP CLEAN PRINT, la flessografia è ora assolutamente competitiva rispetto alla stampa digitale e permette di proporsi per commesse a basse tirature non economicamente efficienti con la produzione di lastre convenzionali.
Anche nel caso di lunghe tirature, dove ad esempio la rotocalco viene largamente utilizzata, le lastre AWP CLEAN PRINT permettono di rendere sempre più competitiva la flessografia. Il ridotto accumulo d’ inchiostro sui cliché e conseguente riduzione dei fermi macchina per la loro pulizia, garantisce una costante di qualità di stampa durante tutta la produzione. Inoltre, la stampa di punti minimi stabili sempre più piccoli, garantisce una stampa a gradazioni tonali tendenti allo zero.

Per maggiori informazioni su come migliorare l’efficienza della macchina da stampa (OEE) visitare www.asahi-photoproducts.com e visionare questo breve filmato: https://youtu.be/UTXTBE8Ewo4