Viene istituito il “Premio Giovanni Berio in arte LIGUSTRO” rivolto a studenti delle scuole superiori ad indirizzo artistico o delle università interessati a conoscere ed approfondire la storia dell’artista e la tecnica utilizzata.

Il concorso nasce con il patrocinio della Città di Imperia, della Fondazione Italia Giappone, del Centro Internazionale Antinoo per l’Arte Centro documentazione Marguerite Yourcenar, della Fondazione Mario Novaro.

Gli obiettivi del premio Giovanni Berio in arte LIGUSTRO sono di far conoscere agli studenti l’antica tecnica giapponese Nishiki-E riscoperta dall’artista imperiese, e permettere loro di studiare alcune stampe e matrici da lui incise, evidenziando anche la complessità e la perfezione del lavoro ottenuto dopo molti anni di studio, ricerca e impegno.
Con questo progetto si vuole offrire ampia visibilità sia agli autori degli elaborati, che agli istituti stessi che promuovono tale iniziativa.

Nell’arco dell’anno scolastico i partecipanti dovranno preparare un elaborato, puntuale ed esplicativo, che soddisfi gli obiettivi indicati.
L’elaborato dovrà essere composto da un minimo di 50 (cinquanta) pagine ad un massimo di 100 (cento) pagine utilizzando il carattere Tahoma, corpo 12, e consegnato con modalità anonima su supporto DVD in formato file PDF. La commissione comunicherà il risultato entro 30 (trenta) giorni dalla data di consegna. I partecipanti potranno allegare, in forma facoltativa, presentazioni realizzate con il software Power Point e/o filmati.

Gli elaborati saranno inseriti nella documentazione ufficiale dell’archivio Ligustro presente presso la Biblioteca Civica Leonardo Lagorio di Imperia, sul sito www.ligustro.it e presso varie biblioteche in Italia e all’estero.

Chi è Ligustro
Surimono omaggio a Hokusai

Surimono omaggio di Ligustro a Hokusai, 1993

Ligustro si è dedicato dal 1986 esclusivamente allo studio della xilografia policroma giapponese e delle sue tecniche Nishiki-E in uso nel Periodo Edo (1603-1868) realizzandone la stampa a mano sulle preziose carte prodotte in Giappone ancora con antichi metodi artigianali e utilizzando molteplici colori. Questi ultimi si ottengono mediante la composizione di diverse polveri e foglie di argento e di oro, polveri di perle di fiume, frammenti micacei, conchiglie di ostriche macinate, terre colorate ed altri procedimenti da lui inventati.
Nell’anno 2015 il Comune di Imperia ha aperto una sala di lettura dedicata al maestro Ligustro presso la biblioteca civica Leonardo Lagorio di Imperia, con il patrocinio della Fondazione Italia Giappone e della Fondazione Mario Novaro. La sala è fruibile pubblicamente, come punto di riferimento di eccellenza, per consultare tutto il materiale donato dall’artista per approfondimenti personali ed eventi divulgativi.
Il Maestro ha donato 5000 legni incisi, 2500 libri d’arte, corrispondenza, calligrafie giapponesi, varie opere d’arte personali e di altri autori alla biblioteca civica Leonardo Lagorio di Imperia.
A Genova opere di Ligustro si possono vedere su richiesta, alla Fondazione Mario Novaro e presso il Famoso Museo Chiossone ci sono opere e pregiatissimi libri.

Per saperne di più scaricare questa scheda.