La città di Trezzo sull’Adda conferisce al nostro Amico in Piombo, Rino Crespi, la massima onorificenza cittadina per la sua lunga attività di tipografo.

Sabato 5 ottobre 2019 con una cerimonia ufficiale che si è svolta nell”Auditorium “G. Verdi” di Trezzo sull’Adda, alla presenza di tutte le Autorità locali e di un folto pubblico, è stata conferita all’ “Amico in Piombo” Rino Crespi la Situla d’Oro, massima onorificenza cittadina.

Questa la motivazione che, i cultori della stampa tipografica possono facilmente intuire:
Angelo Rino Crespi, ultimo discendente di una famiglia di Tipografi che hanno operato in Trezzo a partire da nonno Francesco. Noti per aver stampato nei decenni cartoline relative i panorami di Trezzo e dell’Adda, furono i primi in zona a stampare a colori.

Rino Crespi, dopo il diploma di perito grafico al Rizzoli di Milano, ha lavorato alla Grafiche Gallati e poi alla Impianti Tipografici Lombardi, dove si stampavano i quotidiani L’Italia (oggi Avvenire) e La Notte. Successivamente lavora presso la tipografia de Il Corriere della Sera. Alla fine degli anni ’70 torna a Trezzo per occuparsi della tipografia di famiglia.
Qui lavora su una Linotype (acquistata da L’Eco di Bergamo) e una Nebitype per i titoli, stampando sempre rigorosamente in tipografia, su una piano-cilindrica e l’immancabile Stella. Per la cartoleria della mamma Celestina, stampava le cartoline.
Pur compiendo la necessaria svolta alla stampa offset, Rino Crespi ha sempre mantenuto le sue macchine tipografiche, che ancora oggi utilizza per insegnare ai ragazzi le meraviglie dell’Arte Tipografica.

La Situla d’Oro gli viene conferita dalla città quale “riconoscimento di bravura e lungimiranza di un artigiano trezzese“.

Complimenti a auguri a Rino, Amico in Piombo.