L’azienda lombarda conferma la sua fiducia in EFI e Fornietic ed è il primo stampatore europeo a installare la EFI Jetrion 4950 LX LED, ultima nata della serie Jetrion.

A distanza di neppure due anni, ci ritroviamo a parlare di una delle aziende italiane più dinamiche nel settore della stampa delle etichette autoadesive. È raro infatti che uno stampatore acquisti due macchine digitali dallo stesso produttore, e ha quindi una sua straordinarietà se si arriva a tre investimenti consecutivi concentrati in un arco temporale relativamente breve. La prima, una Jetrion 4830 è del 2010, cui è seguita la Jetrion 4900 Ml nel 2013 – descritta in questo articolo – e ora è la volta della versione UV LED. La trattativa è stata seguita da Frank Janssen, responsabile vendite Europa EFI e da Mario Marchi, socio e responsabile commerciale di Fornietic, esclusivista italiano per EFI Jetrion.

L’intervista

Raffaele Ruggieri osserva l'avviamento della macchina

Raffaele Ruggieri osserva l’avviamento della macchina

Ne parliamo con Raffaele Ruggieri, titolare di Adeprint, che a buon titolo possiamo definire il primo stampatore digitale inkjet in Italia nel settore delle etichette autoadesive e primo in Europa ad avere investito in tre macchine digitali EFI Jetrion.

Questa è la terza macchina da stampa digitale EFI che Adeprint acquista da Fornietic. Quasi un record. Merito di EFI o di Fornietic?
Direi – afferma Ruggieri – che è merito di Adeprint in primis e del suo team, che da anni lavora per realizzare qualcosa di nuovo nel panorama delle etichette autoadesive in Italia.
Ovviamente la collaborazione con un partner leader tecnologico di primo livello come EFI e un rapporto di fiducia con Fornietic in qualità di rivenditore esclusivo, hanno fatto sì che Adeprint abbia deciso di investire nuovamente su questa rivoluzionaria tecnologia.

Parliamo prima di EFI: dopo la prima Jetrion 4830 nel 2010 e la Jetrion 4900 Ml con laser in linea, ora passa alla Jetrion 4950 LX fully LED. Qual è il motivo di questo passaggio?
L’esperienza costruita dalla mia azienda nell’ambito della stampa inkjet ha radici “antiche”. Fui il primo a investire nella tecnologia inkjet nel settore delle etichette autoadesive già nel 2010, con una macchina che concettualmente precorreva i tempi; una macchina che è tuttora perfettamente funzionante e produttiva al 100%. Il passaggio alla 4900ML, si rese necessario per la caratteristica unica del suo design completamente modulare, che mi ha permesso di “upgradare” la macchina con optional quali l’unità di verniciatura e il fustellatore laser in linea, concetti che rendono bene l’idea di una produzione e di un finishing totalmente digitali.

E quindi la proposta per la nuova macchina da parte di Fornietic è stata ben accetta…
Posso affermare che quando Fornietic ed Efi mi hanno proposto di analizzare la nuova 4950 LX LED, non ho avuto esitazioni nel volermi avvantaggiare per primo degli incredibili benefici che questa tecnologia permette di ottenere, tanto più che anche la fascia di stampa è stata portata a 330 mm, e la velocità è considerevolmente aumentata. Del resto con le due Jetrion installate, la crescita delle esigenze commerciali della Adeprint, hanno reso indispensabile un incremento della produttività al fine di soddisfare la base dei clienti storici e quelli nuovi che la tecnologia inkjet di EFI ci ha permesso di fidelizzare.

C’è una certa contestazione, o meglio confusione, sul concetto UV LED: questo perché il LED, al contrario delle lampade UV tradizionali, opera su una sola lunghezza d’onda e quindi su un solo colore. Come EFI ha superato questo ostacolo?
Mi permetto di evidenziare che a oggi sono realmente poche le aziende che possono pronunciarsi con cognizione di causa riguardo alla tecnologia LED. EFI è senz’altro una di queste.
In effetti, l’impiego della tecnologia LED su una macchina rotativa, è stato un passaggio che si è potuto realizzare grazie all’enorme esperienza che la stessa EFI ha da diversi anni nell’ambito della produzione dei propri inchiostri e della stessa tecnologia LED UV, applicata con successo nei plotter di stampa di grande formato.

Ha trovato dei vantaggi significativi?
La resistenza e la risposta incredibile agli stress test e una innovativa tecnica di “spruzzatura”, permettono minori consumi di inchiostro e, soprattutto, ho potuto aprire alla mia azienda un apprezzabile scenario di nuove e interessanti applicazioni. In ultima analisi, i consumi energetici e la durata delle lampade, ne fanno una tecnologia assolutamente affidabile applicata al concept creato da EFI.

Sembra quindi che le basi della scelta stiano anche nel desiderio di risparmiare sui costi. In che modo e in che misura questo è vero?
Oggi per competere, oltre al fatto di stampare bene, è necessario curare l’aspetto dei costi e dei flussi di lavoro, identificando i centri di costo e ottimizzando al massimo l’efficienza della produzione e della logistica. Il mercato chiede sempre più insistentemente e da tempo le stesse cose: qualità, velocità di consegna, risparmio per il cliente finale.
Con la tecnologia EFI Jetrion e, nella fattispecie con questo ultimo importante investimento, Adeprint può rispondere con assoluta serenità a tutte queste esigenze che non potranno far altro che dare ottimi risultati nei prossimi anni.

Con tre macchine EFI, Adeprint conferma massima fiducia nell’azienda: quali sono i punti di forza che ha trovato in confronto con le tante offerte che sono sul mercato?
EFI si è guadagnata il mio rispetto grazie all’affidabilità delle macchine e alla produttività che riescono a esprimere. È comunque utile sottolineare che EFI è un partner tecnologicamente avanzato che riunisce in unica azienda tutte le caratteristiche che questo tipo di tecnologia necessita. Un software all’avanguardia, una meccanica modulare, che può crescere con l’aumentare delle proprie necessità di stampa, inchiostri proprietari e un service estremamente efficiente. Non dimentichiamo poi che la nuova risoluzione 720×720, più tutta una serie di migliorie innovative, hanno reso a mio avviso la LX una macchina assolutamente unica nel panorama delle stampanti inkjet da bobina a bobina.

Il fatto che EFI è specializzata – almeno in origine – nei software di prestampa ha giocato un ruolo importante nelle scelte?
EFI è a tutti gli effetti la prima software house grafica al mondo con circa 20 milioni di utenti; i suoi RIP sono montati su moltissime macchine da stampa, anche sue concorrenti. Quindi per una tecnologia in cui la prestampa grafica è fondamentale, impostare la propria collaborazione su questi presupposti mi dà sicuramente maggiori garanzie.

E il rapporto di collaborazione con l’azienda?
Ottimo. E non è superfluo evidenziare che anche l’aspetto umano ha fatto sì che si siano create negli anni delle sinergie che non hanno potuto che rafforzare la mia fiducia nella famiglia EFI Jetrion.

Qual è il rapporto di Adeprint con Fornietic?
Quello con Fornietic è un rapporto privilegiato in quanto già fornitore storico di Adeprint per tutta una serie di consumabili e servizi di assistenza. E anche questo è un aspetto che ha pesato non poco sulle mie scelte.