Toray e Codimag confermano una collaborazione che offre vantaggi in costi e produttività ai trasformatori di etichette.

L’offset waterless con la macchina da stampa Codimag VIVA 420 e le lastre Toray espande la gamma di applicazioni e vince il confronto con la flessografia.
Da oltre vent’anni, Toray, pioniera della stampa offset waterless, e Codimag, produttrice di macchine da stampa offset a banda stretta, portano avanti un’intensa collaborazione che ha consentito di estendere i vantaggi ambientali, qualitativi e produttivi della stampa offset waterless. Le applicazioni narrow web comprendono la stampa di etichette, cartone, film, etichettatura in-mould, shrink sleeve, stampa di sicurezza e altro.

Gli ultimi risultati di questa collaborazione visti a Labelexpo Europe 2019, dimostrano che trasferendo tutta o parte della produzione dalla flessografia e all’offset waterless possono migliorare notevolmente sia la qualità sia i profitti.

«Quando nel 1999 decidemmo di passare dalla tipografia all’offset per migliorare la qualità dei nostri stampati e ridurre i costi delle attrezzature – spiega Benoit Demol, CEO di Codimag – eravamo convinti che l’offset waterless fosse la soluzione migliore per il nostro mercato, per due motivi. Primo, ha tutti i vantaggi della offset in termini di qualità e gamma di supporti utilizzabili. Secondo, elimina dall’offset la necessità di mantenere l’equilibrio tra inchiostro e bagnatura. Quando abbiamo attuato questo cambiamento abbiamo scelto di lavorare con Toray, vista la loro posizione di leader nella fornitura di lastre offset waterless. E ci hanno aiutati molto nello sviluppo delle nostre macchine da stampa, tra cui applicazioni offset waterless e impostazioni quali il controllo della temperatura

In particolare, le lastre Toray IMPRIMA LJ impiegate sulla Viva 420 sono chemistry-free garantendo anche una maggiore sostenibilità ambientale.