Xeikon ha lanciato CX300, una nuova stampante digitale per etichette basata sulla tecnologia Cheetah 2.0 di nuova generazione.

Tempi ridotti e maggiore diversificazione del prodotto per soddisfare le attuali esigenze dei mercati che richiedono versatilità, produttività e qualità.
La Xeikon CX300 è stata progettata per ottenere la più alta efficienza OEE (Overall Equipment Effectiveness) possibile ed è infatti più produttiva della precedente Xeikon CX3 di prima generazione.

È una macchina che stampa su nastro da 330mm con una capacità produttiva di 50.000 metri quadri al mese in un solo turno giornaliero. Ma la tecnologia Cheetah 2.0 permette anche di lavorare su tre turni senza problemi.
Può raggiungere velocità di stampa di 30m/min. L’immagine LED opera a 1200×3600 dpi quindi con qualità immagina tipo offset o rotocalco.
La macchina standard è dotata di 5 gruppi stampa, CMYK e un bianco opaco in single-pass, ma può supportare un colore aggiuntivo, o anche un gruppo colore per etichette di sicurezza.
Secondo Xeikon, la nuova macchina è adatta per i mercati alimentare e farmaceutico in quanto utilizza la tecnologia toner secco che offre sicurezza su packaging alimentare. Il toner incorpora la recente tecnologia QB, già in ottemperanza con le future normative di legge.

Sempre secondo Xeikon, la CX300 può lavorare su supporto difficili quali carte naturali e lavorato per etichette per vino, birre e alimenti di lusso o cosmetica. Può anche essere utilizzata per la produzione di etichette a trasferimento a caldo, per packaging in-mold e wrap-around, oltre che su cartone.

Il processo fleXflow di Xeikon permette la stampa su pouch flessibili, combinando il toner con laminazione a caldo senza solvente. Xeikon fleXflow si basa sul front end digitale X-800 e comprende un innovativo procedimento di laminazione termica in linea.

La nuova stampante è disponibile da aprile 2020.