Lucertole del Porto di Genova

2021-11-05T09:04:34+01:00Novembre 4th, 2021|CULTURA&FORMAZIONE, ZENA LA BELLA|

Dieci Racconti di una Lucertola. Genova, fine anni Ottanta. Nell’incantevole cornice del borgo di Boccadasse, quel lembo di mare e di facciate color pastello, come una pennellata d'artista inglobata nella città, avviene l’incontro tra un giovane tecnico radiologo sulla trentina e un vecchio lupo di mare, che si rivelerà essere anche un autorevole esponente del movimento operaio della città, libertario genovese, volontario nel fronte repubblicano durante la Rivoluzione Spagnola. Che racconta la sua storia.

Genova e la storia dei Blue Jeans

2021-03-26T18:11:38+01:00Marzo 26th, 2021|CULTURA&FORMAZIONE, ZENA LA BELLA|

Sull'origine del nome si è già scritto molto. Proponiamo volentieri questo articolo, che associa il nome e la storia del più popolare tessuto oggi nella moda, nel lavoro e nel tempo libero, con la storia e la cultura dell'Italia e di Genova in particolare. Si parla quindi delle fibre, del tessuto e del colorante che hanno dato vita ai Jeans, dalle Indie alla California, passando per Genova.

Zena è inespugnabile? Attacchiamo la riviera

2021-02-07T10:00:34+01:00Ottobre 25th, 2020|ZENA LA BELLA|

La potente flotta di Genova e il suo porto ben difeso, sono sempre riusciti a respingere gli attacchi dei saraceni. Di conseguenza questi si sono spesso accaniti contro le città rivierasche.  Qui raccontiamo una storia che ha coinvolto il vicino Levante: il Comune di Sori.  Il paese, oltre a subire gli attacchi dei pirati, fu anche duramente colpito dagli Alleati durante l’ultimo conflitto mondiale.

Di ‘corsa’ dalla mamma

2020-05-01T10:32:34+02:00Maggio 1st, 2020|ZENA LA BELLA|

La storia incredibile di Sinán Qapudán Pasciá, – ricordato da Fabrizio De André nelle sue canzoni in genovese – al secolo il genovese Scipione Cicala, che catturato ragazzo  dai turchi fa carriera fino a diventare ammiraglio della flotta ottomana, invincibile nelle 'guerre di corsa' , ma senza dimenticare il suo amore per la mamma.  Bruno Francesco Sacone, appassionato storico di Genova, ha raccontato in uno studio approfondito, che riportiamo qui in sintesi.

I genovesi ‘del mondo spersi’

2020-04-04T16:46:04+02:00Aprile 4th, 2020|CULTURA&FORMAZIONE, ZENA LA BELLA|

Se Pisa era il 'vituperio delle genti' i genovesi dovevano essere 'del mondo spersi'. Dante Alighieri non fu tenero con entrambi. E in effetti, come recita il titolo del racconto da cui prendiamo spunto "come i nostri avi dominavano i mari noi dominiamo gli stadi",  i genovesi 'del mondo spersi' hanno portato la loro lingua in quattro continenti. E hanno anche tratto molti termini dalle altre lingue.

Torna in cima