L’approccio al mercato va continuamente cambiato

Scritto da il 29 novembre 2017 in EDITORIALI, Interviste - Nessun commento

Con questa decima intervista a Tonino Dominici *,  prosegue l’indagine su come imprenditori, artisti, e personaggi della cultura vedono il mondo attuale della comunicazione e il suo futuro.

MPA – Cos’è per te la comunicazione ? E come è influenzata dal mezzo in particolare nel mondo della cartotecnica in cui operi ?

Tonino Dominici al convegno Succisa Virescit a Pieve Triona

Tonino Dominici – La comunicazione è il modo migliore che abbiamo per esprimere quello che siamo. È parte integrante del mondo cartotecnico, in quanto noi realizziamo packaging e il packaging è uno degli strumenti principali con cui le aziende entrano in contatto con i loro clienti, “stampando” messaggi che richiamano la loro storia, i loro valori ma anche tutte quelle informazioni diventate oramai fondamentali sul mercato.
Boxmarche ama la comunicazione poiché permette di condividere con tutte le parti interessate la propria realtà e per fare questo utilizza diversi canali, tra cui il Living Company Report con il quale trasmette la propria identità sia tramite il bilancio sociale sia attraverso i propri valori; il Next , periodico aziendale che parla di tutte quelle attività che la circondano e che accadono sul territorio influenzando la vita quotidiana; gli eventi di solidarietà che organizza regolarmente ogni anno per raccogliere fondi a scopo benefico.

MPA – All’invenzione della stampa dobbiamo, per definizione, la democrazia della comunicazione. Web, internet, social… cambiano la comunicazione. Oggi è ancora più democratica o no ? Il tuo giudizio è positivo o negativo?

Il progetto per la ricostruzione della scuola e centro civico a Pieve Torina dopo il terremoto del 2016

Tonino – Siamo consapevoli che con la nascita di internet, del web e poi dei social la comunicazione è cambiata. Lo sviluppo di questi “mondi” ha portato probabilmente a una maggiore democrazia della comunicazione: ciascuno di noi può esprimere e rendere pubblico il proprio pensiero su ciò che accade anche se questo proliferare di informazioni non sempre porta ad approfondire i temi della comunicazione stessa.

MPA – Secondo te un’azienda che ha sempre lavorato nel campo della stampa su carta, dovrebbe cambiare l’approccio al mercato? Se sì, come? Se non cambia, quale può essere il suo futuro ?

Tonino – L’approccio al mercato va continuamente cambiato poiché si evolvono costantemente le dinamiche e le esigenze dei suoi protagonisti. Crediamo che l’approccio tradizionale su “carta” e gli strumenti di comunicazione digitali siano complementari per offrire un servizio migliore sul mercato e stare al passo con i tempi.

MPA – Qual è il tuo parere sulla preparazione professionale : è adeguata ai rapidi e continui cambiamenti ?

Tonino – Oggi la preparazione professionale non è sufficientemente adeguata ai rapidi e continui cambiamenti dello scenario competitivo. È quindi necessaria un’intensa e costante attività di formazione orientata allo sviluppo delle conoscenze in campo tecnico e culturale del personale.

L’assegno, uno dei tanti, ricevuto per finanziare la ricostruzione della scuola di Pieve Torina senza alcun intervento pubblico

* Tonino Dominici, BoxMarche, è uno dei più noti cartotecnici in Italia. Ex presidente del Gifasp è sempre stato molto attivo non solo nel suo settore specifico, ma anche negli ambioenti della cultura e, ultimamente della solidarietà A lui dobbiamo infatti l’inizitiva che ha portato la sua stessa industria insieme a colleghi e amici, alla ricostruzione della scuola di Pieve Torina (MC) ai piedi dei monti Sibillini, che fu distrutta dal terremoto del 2016, con un progetto da ampio respiro di scuola e centro civico. Informazioni su questo progetto – la scuola sarà inaugurata a metà dicembre – si trovano in Succisa Virescit.  

Lascia un commento