La offset è morta? Viva la offset

Scritto da il 3 novembre 2017 in MERCATI & AZIENDE - Nessun commento

Con la netta ripresa di macchine a foglio installate nel 2017 e le tecnologie avanzate dell’UV LED il mondo offset sta dando segno di grande vitalità. Un caso emblematico è la KBA Rapida 106-6 + vernice alla Nuova Grafica di Prato.

È stata una piacevole sorpresa essere presenti all’incontro ‘porte aperte’ di Nuova Grafica di Prato organizzato da KBA Italia con alcune aziende partner quali Flint per gli inchiostri e Actega per le vernici.
La sorpresa di incontrare una settantina di ospiti tra cui 48 provenienti da importanti aziende di stampa ad ampio ventaglio, dalla stampa commerciale alla cartotecnica e il packaging per vedere la prima Rapida 106-6 UV LED installata in Italia nel marzo 2017. E c’erano i nomi migliori da Bologna alle Marche, dall’Alto Adige a Verona.

Nuova Grafica di Prato: la famiglia Costa si presenta con simpatia. Accanto a Loro Silvano D’Alessandri, agente KBA Italia per la Toscana

Ma la cosa più sorprendente è stato conoscere la famiglia Costa: Leopoldo con la signora Antonia; Massimiliano, il figlio e unico stampatore offset in azienda, con la sorella Manuela che invece sta proiettando l’azienda verso il multimediale, come possiamo vedere in questo filmato di presentazione che ha aperto l’incontro di venerdì 27 ottobre.

Solo noi quattro

Un’azienda ben strutturata – nel 2007 aveva acquistato una KBA 105-5 con torre di verniciatura – che ha l’obiettivo di servire i clienti con il prodotto migliore possibile ad alto valore aggiunto.
Quando chiediamo quanti dipendenti hanno, ridono. «Noi quattro».  Ed è qui che saltano tutti i paradigmi che da anni contrassegnano un’azienda grafica che riesca a resistere e a crescere in un mercato sempre più difficile.

Massimiliano Costa inserisce le matrici per il prossimo lavoro

Nuova Grafica nasce quasi per caso: nessuno in famiglia sapeva stampare. Massimiliano, appena uscito dalla scuola, apprende il mestiere presso un amico del padre. Si appassiona e acquista una Adast monocolore di seconda mano. «Il mio primo lavoro fu di cinque colori – ci confida. – Ci misi una settimana, ma il cliente fu pienamente soddisfatto, e ci passò altri ordini.»  Lavori impegnativi e sempre realizzati con la passione di chi crede nel proprio lavoro.
«Siamo una famiglia unita sia in casa sia sul lavoro – ci spiega Leopoldo – e abbiamo scelto sempre di avere macchine all’avanguardia tecnologicamente avanzate, per sopperire alla nostra mancanza di esperienza

Valore aggiunto e rapidità di consegna

Una scelta che può lasciare perplessi ma che ha dato sempre buoni risultati.  Ma oggi si è voluto fare un passo decisamente coraggioso: installare questa macchina che è la prima in Italia. «Abbiamo scelto questa perché al momento è la più performante sul mercato – dice Massimiliano –. Con questa Rapida 106-6+V con la tecnologia LED non solo non ho problemi a cambiare rapidamente lavoro, ma non devo occuparmi del registro, della squadra, e praticamente neppure della pulizia.»

La configurazione della Rapida 106-6 + V

Ma perché proprio l’UV LED che ancora pochi stampatori offset prendono in considerazione?
«Ma proprio perché essendo i primi siamo certi di poter proporre soluzioni innovative ad alto valore aggiunto alla nostra clientela. E così possiamo anche acquisire nuovi clienti perché coltre al valore aggiunto garantiamo la rapidità di consegna
Infatti è noto a chi è attento all’evoluzione della tecnologia, che la stampa con inchiostri UV che possono essere polimerizzati con i moduli LED, oltre a offrire ampie possibilità di stampa con effetti speciali, ha il vantaggio di poter stampare su qualsiasi supporto, anche plastica e carta patinata lucida e non dover attendere per la voltura o per passare alla legatoria.

Falk Sparbert apre la giornata presso la Nuova Grafica di Prato

Falk Sparbert, da pochi mesi nuovo AD di KBA Italia, conferma che Nuova Grafica ha insistito per acquistare questa macchina innovativa, ed è convinto che aumenterà le commesse.
«Il fatto di non avere antiscartino, di poter effettuare il cambio lastre in pochi minuti – come del resto abbiamo visto in diretta – per l’immediata messa a registro e in squadra, non fanno che permettere di crescere a una piccola azienda qual è Nuova Grafica, che ha una clientela che confida in loro per la qualità perché opera in settori quali olio d’oliva, vino, moda, oltre a stampare libri d’arte
Nuova Grafica stampa anche pieghevoli di lusso, calendari e shopper oltre a cartotecnica per astucci e lavori su plastica.

L’UV LED ha un futuro

Alcuni degli stampatori in visita a Prato, che hanno esaminato con attenzione la nuova Rapida 106-6 + vernice con tecnologia LED UV, ci hanno detto si essere rimasti impressionati dalla semplicità delle operazioni e dalla rapidità del cambio lavoro.
«Questa macchina – ha ricordato Graziano Mion nel presentare le dimostrazioni dal vivo – detiene il record mondiale in velocità del cambio lavoro» grazie anche al sistema Plate Ident che riconosce le lastre e regola in automatico il registro «con una precisione di 7 micron» sottolinea Mion.

Il modulo UV LED viene rapidamente inserito dopo i gruppi stampa di quadricromia

Sono stati stampati diversi i soggetti di stampa, con finitura lucida, opaca e drip off, poster ma anche cartoline e astucci realizzati durante la dimostrazione con cambi lastra rapidissimi e una regolazione colore senza errori grazie ai dispositivi di misurazione ErgoTronic Color Control con Ergotronic Lab ed ErgoTronic ACR con videocamera per la regolazione automatica della messa a registro.

Con carta normale si raggiunge in fretta la velocità massima di 20.000 fogli ora. Con velocità inferiori si può stampare senza alcun problema dalla carta ‘bibbia’ da 40 g al cartoncino testo di spessore 1,2 mm. Massimiliano Costa è anche tranquillo «perché in caso di necessità Koenig & Bauer prevede la diagnosi e la manutenzione in remoto
Falk Sparbert ci fa osservare che le offset a foglio con UV LED escono dalla fabbrica Koenig & Bauer già collaudate. Al momento i moduli sono dalla americana AMS con cui collabora da tempo, perché fu la prima a inserirli in retrofit su macchine consegnate negli USA 10 anni fa. A Radebeul la ricerca va avanti e a breve usciranno anche le prime UV LED di grande formato che è una delle specialità di Koenig & Bauer.

Lascia un commento