Curiosità riguardanti banconote e cartevalori, sulla storia, sui materiali, la tecnologia e il lavoro necessari alla loro realizzazione. Torna, ora in streaming, la classica simpatica chiacchierata di Luigi Lanfossi su “Come si fanno i soldi” non nel senso di arricchirsi, ma proprio di stamparli… E non è una fake news!

Questo incontro darà risposta alle tante domande che ognuno di noi si fa su banconote, cartevalori, assegni bancari, francobolli, titoli azionari. Ne ripercorrerà la storia, le tecniche di stampa, la composizione e i materiali impiegati per la loro realizzazione.
Ma esplorerà anche il lato oscuro delle falsificazioni e delle alterazioni e i dispositivi messi in atto per garantire la sicurezza e certificare l’autenticità dei nostri soldi di carta. Si invita quindi caldamente i falsari o chi spera di potersi fabbricare un po’ di banconote in casa ad astenersi dal partecipare all’incontro!

Saranno i benvenuti tutti coloro che vogliono ripercorrere le origini della cartamoneta, gli inchiostri utilizzati per la stampa, le carte “anticontraffazione”, arricchite da pigmenti e fibre, filigrane, fili di sicurezza, ologrammi, serigrafie…

Ci guiderà in questo viaggio affascinante Luigi Lanfossi, autore di un fortunato e apprezzatissimo volume dal titolo “Come si fanno i soldi. Fabbricare banconote, francobolli, assegni…”

Luigi Lanfossi vicepresidente del Museo della Stampa e Stampa d’Arte a Lodi. Già presidente di Taga, è consulente nel settore della stampa di sicurezza e costi di produzione.

Organizzato da Associazione Culturale di Studi Grafici (ACSG) e Associazione Italiana Musei della Stampa e della Carta (AIMSC). Martedì 12 aprile ore 18,30