Lo ha realizzato Metainitaly, la rivista online della tecnica, cultura e arte del tessile con pannelli a rapida sostituzione, con gli innovativi materiali Guandong e la stampa digitale Konica Minolta.

Il problema era “come utilizzare e valorizzare una cinquantina di graphic design in pochi metri quadrati”. La soluzione è nata dalla collaborazione tra i designer di Metainitaly e Scarlett, con Guandong che ha fornito il materiale idoneo, e Konica Minolta che ha stampato il materiale con la tecnologia digitale Accurio Press.

In questa intervista sentiamo come è nato il progetto e come si è potuto realizzarlo.   Innanzi tutto cos’è e come è nata la presenza a questa esposizione di Palazzo Pitti?

MetainitalyHome Textile richiama a Firenze architetti e designer del settore dell’arredo interno e non solo, prevalentemente tessile. A noi è stato offerta la possibilità di essere presenti in quanto unica rivista italiana che abbina gli aggiornamenti sul mondo tessile, l’informazione tecnica con le anticipazioni sui trend.

Però questo richiedeva uno sforzo non indifferente per presentare idee e progetti in uno spazio necessariamente ridotto. Come avete risolto il problema?

Metainitaly – In effetti quando abbiamo accettato la sfida, perché proprio di questo si trattava, avevamo in mente di presentare quanti più modelli possibile, per offrire ai visitatori una vasta gamma di soluzioni innovative e non banali. Però avremmo avuto bisogno di ampie pareti per esporre anche solo una parte delle soluzioni. L’idea originale era quella di raccogliere i progetti in un album da mostrare sfogliandolo, ma questo era molto limitativo e non permetteva una visione più ampia alle soluzioni.
Grazie a MetaPrintArt abbiamo scoperto che Guandong poteva avere la soluzione giusta per noi. 

Ne abbiamo parlato con Edoardo Elmi, che ci ha illustrato con la sua consueta professionalità i diversi materiali stampabili. Dopo averne esaminata l’ampia gamma, c’era da scegliere tra i pannelli magnetici e quelli a microventosa. 
È il concetto dello Spot Decò di Guandong .

Sono materiali che comprendono Magnetic e Ferro (M&F) per pannelli decorativi su pareti, veri e propri palinsesti riutilizzabili per messaggi anche provvisori. 
Nel caso specifico si è scelto Magnus, il film poliestere facilmente stampabile in digitale anche con stampanti laser, dotato di microventose che li rende aderenti su qualsiasi superficie.   Questi ultimi ci sono sembrati subito ideali perché si possono affiggere su qualsiasi parete, staccare e riattaccare quante volte si vuole senza danneggiarli. In più, come del resto i magnetici, non perdevano le loro caratteristiche di adesività. E non lasciavano traccia sulle pareti, come potrebbe fare un adesivo.

Qual è stato il risultato e quale la reazione da parte dei visitatori?

Metainitaly – Nelle tre giornate di esposizione c’è stato un viavai di designer e architetti ai quali abbiamo potuto illustrare i nostri progetti. 
Possiamo persino affermare che il mondo del fashion e del home design ora passa da Metainitaly, perché tra i pannelli appesi, che cambiavamo continuamente con grande facilità è stato possibili mostrare le nostre stampe personalizzate su tessuto e per carte da parati.
Per i visitatori più interessati ad approfondire, avevamo anche a disposizione i “trend Book Scarlett” che comunicano le tendenze con due anni di anticipo. Uno strumento che si è rivelato importante e trasversale sui trend, colori, stampe e tecniche, in tutti i settori dove è importante una linea guida sui nuovi mood e innovazioni.

Uno stand caleidoscopico al Home Textile di Firenze