Premiate le soluzioni per il packaging amico dell’ambiente per eco-design e innovazione di materiali sostenibili al Best Packaging 2019.

Nell’ambito dell’evento “Imballaggio del futuro e sostenibilità ambientale — BEST PACKAGING 2019” (di cui riferiamo in un servizio a parte) organizzato da H-FARM e il quotidiano Repubblica in collaborazione con Conai e Istituto Italiano Imballaggio è avvenuto la premiazione del Best Packaging 2019.

Le migliori soluzioni

Best Packaging è un contest che premia le migliori soluzioni di imballaggio immesse nel mercato negli ultimi due anni. L’edizione 2019 ha visto in gara 23 soluzioni di packaging tecnologicamente avanzate, caratterizzate da approfonditi studi di eco-design e di innovazione, sia in termini di materiali, che di tecnologie e progettazione.

Il contest è promosso da Istituto Italiano Imballaggio in collaborazione con Conai (Consorzio Nazionale Imballaggi).

«Siamo orgogliosi di premiare le best practice italiane nel settore degli imballaggi per ecosostenibilità e innovazione, un’iniziativa che portiamo avanti ormai da molti anni e che realizziamo in collaborazione con il Consorzio Nazionale Imballaggi – ha detto Anna Paola Cavanna, Presidente di Istituto Italiano Imballaggio –. Oltre a questo contest, l’Istituto si sta impegnando per sensibilizzare ancora di più i propri stakeholder sul tema della ecocompatibilità del packaging: in questo senso, stiamo lavorando per stilare un documento di linee guida per l’imballaggio sostenibile, che sarà prossimamente a disposizione di tutte le aziende produttrici e utilizzatrici di imballaggi.»

Best_III CONAI

Istituto Italiano Imballaggio e CONAI protagonisti del Best Packaging 2019

Giorgio Quagliuolo, presidente di CONAI ha sottolineato l’importanza nel valorizzare gli sforzi di ricerca e sviluppo fatti delle aziende che puntano a migliorare la sostenibilità dei loro imballaggi.

I vincitori

Premio per l’Ambiente:
Eco Sacco Barriera, produttori Adercarta e Cartiera Emolli. Un sacchetto in carta semi trasparente da smaltire con l’umido.
Vaschetta con coperchio per ortofrutta, Coop Italia, in plastica ottenuta per l’80% da materiale di post consumo di ortofrutta.
Confezione per caffè in monomateriale 100% PP, Goglio.
Confezione biodegradabile per stracchino, Nonno Nanni. La plastica ha lo stesso aspetto di quella utilizzata finora ma compostabile e quindi da smaltire con l’umido.
Progetto Green Box, Parmalat e Tetra Pak, realizzato da Scatolificio Sandra. Progetto di economia circolare, che utilizza lo sfrido di lavorazione del contenitore primario per la produzione dell’imballo secondario.

Premio per il Quality Design:
Estathè glass bottle, Ferrero. Bottiglietta in vetro, con tappo pull off, mantenendo inalterato il decoro caratteristico del contenitore storico in plastica.

Premio Overall:
Nuova cassa – espositore per biscotti, Barilla, una scatola che si trasforma in espositore, soluzione intelligente per evitare la ridondanza di imballaggi.