In questa intervista esclusiva, Mauro Antonini direttore vendite e marketing di Heidelberg Italia ci parla delle soluzioni ingegneristiche di nuova generazione.

MPA – Come è tradizione, Heidelberg ha anticipato la conferenza stampa prima dell’apertura di drupa. Ci sono stati due annunci: uno sulla collaborazione con Canon e uno sulle innovazioni tecniche. Partiamo dalla prima. Cosa cambierà in Heidelberg Italia, considerando che prima l’accordo era con Ricoh?

Mauro Antonini – Il mercato del digitale per Heidelberg, e in particolare per Heidelberg Italia, è estremamente importante. Come è noto, avevamo una collaborazione con Ricoh e con FujiFilm, e con l’annuncio di oggi completiamo la gamma di offerta del digitale, anche con la collaborazione con Canon. Cosa significa questo per l’Italia? Significa avere una copertura totale delle esigenze dei clienti in questo mercato, di cui siamo molto consapevoli e orgogliosi. Questo ci permetterà di avere una gamma di prodotti in grado di coprire tutte le esigenze dei nostri clienti sia nel mercato tradizionale che in quello digitale.

MPA – Nell’intervista pre-drupa che abbiamo pubblicato il 13 maggio scorso, il nuovo direttore vendite e membro del board, David Schmedding, ha sottolineato l’importanza di una situazione finanziaria sicura a lungo termine, che inevitabilmente porta a nuovi investimenti in ricerca e produzione. Cosa ti aspetti di concreto?

Mauro Antonini – Durante la conferenza stampa, il nuovo responsabile delle vendite mondiali ha confermato che l’anno fiscale si è chiuso molto positivamente, e la situazione finanziaria dell’azienda è stabile. Questo ci permette di investire sempre più in tecnologia e innovazione. A drupa, vediamo già una serie di innovazioni importanti che abbiamo introdotto per soddisfare le esigenze dei clienti. Negli ultimi tre anni, abbiamo speso oltre ottanta milioni di euro in ricerca e sviluppo, e presentiamo a questa fiera soluzioni ingegneristiche di nuova generazione per affrontare il nuovo mercato.

MPA – Innovazione e sostenibilità sono termini sulla bocca di tutti. Per voi cosa significano nella pratica?

Mauro Antonini – Innovazione e sostenibilità sono da sempre al centro dell’attenzione per Heidelberg. Le nostre attrezzature sono certificate per garantire ai nostri clienti un’attenzione particolare all’ambiente. Una delle innovazioni presentate a drupa 2024 è proprio l’attenzione alla sostenibilità, con attrezzature progettate per essere energeticamente efficienti. Ad esempio, abbiamo lavorato sull’ingegnerizzazione delle macchine da stampa per ridurre il consumo energetico, soprattutto nella fase finale del processo produttivo, dove i forni per l’asciugatura consumano una grande quantità di energia. I primi dati sono confortanti: abbiamo ridotto i consumi energetici di oltre il quaranta percento, contribuendo significativamente alla sostenibilità ambientale.

MPA – Parliamo ora delle novità 2024 che state presentando a drupa: la nuova Speedmaster XL 106 ad alta produttività, che punta evidentemente al packaging, e la Jetfire 50 per la stampa digitale commerciale. Quali mercati coinvolgono esattamente? A chi le proporrete?

Mauro Antonini – Come dicevo, abbiamo investito ottanta milioni di euro per presentare tutte queste innovazioni a drupa 2024. Abbiamo novità in tutte le aree: sostenibilità, robotica, intelligenza artificiale. Esponiamo macchine da stampa che possono operare in modo autonomo, con sistemi di Intelligenza Artificiale che assistono gli operatori nella gestione delle macchine. La Speedmaster XL 106 è perfetta per il mercato del packaging, mentre la Jetfire 50 è ideale per la stampa digitale commerciale. Offriamo soluzioni avanzate per tutti i segmenti di mercato, inclusi il packaging, le etichette e la stampa digitale.

Oggi presentiamo una macchina da stampa autonoma che, attraverso input dal flusso di lavoro, aiuta l’operatore nelle operazioni per rendere la produzione più efficiente e veloce possibile. La digitalizzazione del processo produttivo è fondamentale, e attraverso i nostri software sotto il cappello Prinect, abbiamo un controllo preciso di tutto ciò che accade nelle nostre aree operative. È cruciale per noi che le informazioni siano tracciabili e accessibili in tutte le fasi del processo, eliminando aree critiche ed errori, e velocizzando significativamente il processo produttivo.

Per concludere, dopo soli due giorni di fiera con una presenza di clienti molto significativa, abbiamo compreso che gli investimenti in innovazione e sviluppo delle nostre attrezzature sono fondamentali. I clienti ci stanno dando un feedback molto positivo, e questo conferma l’importanza delle nostre scelte strategiche. Siamo orgogliosi di presentare soluzioni avanzate sia nel campo della stampa tradizionale che digitale, coprendo segmenti di mercato cruciali come il packaging e le etichette.

Soluzioni ingegneristiche e il feedback dei clienti di Heidelberg